Magazine Informazione regionale

A Napoli dopo la morte si potrà diventare una pianta: siamo tra i primi in Italia

Creato il 14 giugno 2016 da Vesuviolive
urna biodegradabile

urna biodegradabile

Napoli – Quanto è poetico pensare che, dopo la morte, potremmo diventare un albero o un fiore? Eppure, da sempre, questa possibilità è assolutamente impensabile a causa degli obsoleti sistemi di sepoltura solitamente utilizzati: anche nel caso di una, più moderna, cremazione il caro estinto viene posto a riposare in un’urna metallica, particolarmente difficile da smaltire o da trasformare una volta sepolta. Qualcosa, tuttavia, sta cambiando grazie ad una coraggiosa ditta di onoranze funebri napoletana che ha trovato un innovativo ed ecologico modo per dare l’estremo saluto.

Si tratta di un’urna per ceneri biodegradabile al 100% e, quindi, ad impatto zero sull’ambiente e sul suolo. Non è tutto: alcune delle urne in questione, una volta piantate nel terreno, potranno far crescere alberi o piante. Ci riallacciamo, quindi, a quanto detto in partenza: per molte persone è importante sapere che, anche dopo la morte, una parte di loro continui a vivere in qualcos’altro come, ad esempio, un secolare albero; è lo stesso principio per cui si sceglie di donare gli organi o, in maniera più estrema, farsi trasformare in un diamante.

La ditta è la prima in Campania ad offrire questo servizio e fra le prime in Italia. Tuttavia, le urne non sono una produzione nostrana, ma vengono da Oltralpe. In Francia vengono prodotte urne di questo tipo di ogni forma, dimensione, tipologia e colore e, da lì, si rifornisce la nostra agenzia. Insomma, ce n’è per tutti i gusti e, per quanto pensare al momento del trapasso non sia particolarmente entusiasmante, diventare un albero non è fra le più rosee aspettative, ma di certo la più verde.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :