Magazine Salute e Benessere

Acqua aromatizzata: ricette per bevande detox e dissetanti

Creato il 19 maggio 2017 da Abcsalute @ABCsalute
Acqua aromatizzata, bevande detox
Acqua aromatizzata, bevande detox - www.istockphoto.com
Scarso
Accettabile
Discreto
Buono
Ottimo
vota

Il primo caldo richiama inevitabilmente un temuto appuntamento annuale: la prova costume. Non ci sono miracoli per chi ha trascurato l’attività fisica e un’alimentazione sana durante l’inverno, ma può essere un buon momento per prendere l’abitudine di bere l’acqua aromatizzata per disintossicare il corpo dalle tossine in eccesso e dare nuova luce alla pelle.

Perché aromatizzare l’acqua?

Il corpo umano è fatto per circa il 70% di acqua e berne almeno 1l al giorno è indispensabile per assicurare la corretta idratazione a tutto l’organismo. Lo sappiamo tutti, come pure sappiamo che dovremmo bere in assenza di stimoli perché la sete è un sintomo di disidratazione in atto a cui non dovremmo mai arrivare. Eppure si fa molta fatica a bere quando non si ha sete perché l’acqua può risultare pesante o non attira l’idea di abbeverarsi con un liquido insapore: l’acqua aromatizzata è una soluzione.

Frutta di stagione e erbe aromatiche conferiscono all’acqua un sapore gradevole e delicato senza aggiungere zuccheri e calorie eccessive alla bevanda, in più trasferiscono all’acqua le loro proprietà naturali. Per questo, in alcune combinazioni, l’acqua arricchita con aromi naturali diventa una vera e propria bevanda detox.

Bevande detox: 3 ricette e 2 idee

Abbiamo parlato più volte delle tante proprietà dello zenzero inclusa quella disintossicante, e qui ci limiteremo a dire che oltre alla tisana con zenzero e limone è possibile usare i due ingredienti anche per aromatizzare l’acqua e avere gli stessi benefici dissetandosi. Passiamo ora a illustrare 3 semplici ricette per preparare una bevande detox con acqua aromatizzata.

Occorrente: 1-2l d’acqua per brocca con tappo ermetico o, in alternativa, ½l per riempire bicchieroni e barattoli con coperchio; quantità di frutta ed erbe aromatiche variabile in base alla quantità d’acqua e all’intensità del sapore che si vuole conferire alla bevanda. Per esaltare gli effetti benefici dei preparati è bene usare frutta biologica, mettere qualche foglia di stelvia per dolcificare in modo naturale e chiudere ermeticamente il contenitore prima di lasciarlo in frigorifero dalle 3 alle 8 ore così da permettere agli ingredienti di sprigionare aroma, sali minerali e vitamine.

Acqua aromatizzata a limone, cetriolo e menta. Il cetriolo ha proprietà antinfiammatorie e diuretiche, il limone aiuta il processo di disintossicazione e la menta smorza l’acidità dell’agrume conferendo freschezza alla bevanda e una gradevole sensazione di refrigerio all’alito. Insieme, questi ingredienti formano la bevanda detox per eccellenza. Lava e taglia a fettine sottili un limone e un cetriolo, metti tutto in 1l d’acqua e aggiungi 10 foglie di menta.

Bevanda detox all’ananas e fragole. Quest’acqua aromatizzata è preparata con due frutti entrambi considerati brucia grassi. L’ananas e le fragole aiutano a depurare, drenare e hanno il plus di essere ipocalorici. Basta immergere nell’acqua due fette di ananas a dadini e 6 fragole tagliate a metà per avere un’acqua dal sapone acidulo e dissetante.

Acqua aromatizzata a lamponi, kiwi e pesca. Mixando questi ingredienti si ottiene una bibita disintossicante e particolarmente salutare grazie a vitamine, e antiossidanti di cui sono ricchi i lamponi – come tutti i frutti di bosco – e ai sali minerali di kiwi e pesca che aiutano la pelle a rigenerarsi mostrando un aspetto fresco e disteso. Questa acqua aromatizzata si prepara con acqua, una manciata di lamponi e kiwi e pesca tagliati a fettine.

Altri ingredienti utili per la preparazione casalinga di bevande detox sono il pompelmo che aiuta a bruciare i grassi, pulire i reni, eliminare il gonfiore e migliorare lo stato di salute della pelle, e la cannella che oltre a eliminare i grassi sembra abbia la capacità di abbassare i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue, perfetta dunque controllare la concentrazione di zucchero.

Veniamo ora alle 2 idee. L’acqua aromatizzata si può filtrare così da usare i pezzi di frutta per una macedonia, uno spuntino o la guarnizione di dolci estivi. E ancora, è possibile aromatizzare il ghiaccio inserendo alla base di ogni stampo una sottilissima fettina di limone o lime: dopo 4-5 ore in freezer, i cubetti saranno pronti per rinfrescare qualsiasi bevanda, meglio se acqua.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog