Magazine Informatica

AirPods | maratoneta | prova con mano

Creato il 20 dicembre 2016 da Angariblog
AirPods | maratoneta | prova con manoAirPods | maratoneta | prova con mano

Un maratoneta mette alla prova gli AirPods lungo un percorso di 10 km.

AirPods | maratoneta | prova con mano

Dopo aver visto il proprio debutto ufficiale rinviato di parecchie settimane, gli AirPods, i nuovi auricolari wireless targati Apple, sviluppati specificamente per la nuova famiglia di iPhone 7, sono finalmente arrivati.

Nel corso delle ultime ore le prime unità hanno cominciato ad abbandonare i magazzini raggiungendo i primi acquirenti. Naturalmente, come sempre, la prima cosa da aspettarsi è una carrellata di recensioni e prove con mano che testeranno l'efficacia degli attesissimi ed anticipatissimi nuovi accessori della società di Cupertino.

Tra le prime pubblicazioni spicca il test su strada di un atleta australiano che mette alla prova gli AirPods in uno dei contesti più importanti, quello sportivo. Nel video pubblicato il corridore, Daniel Garcia, dopo un breve unboxing, porta gli auricolari lungo un percorso di 10 chilometri.

L'atleta segue un percorso che lo porta in salita ed in discesa in una giornata soleggiata e ventosa; nel corso dell'esperienza si dichiara più volte soddisfatto della tenuta degli auricolari che rimangono al proprio posto senza rischiare di cadere.

Allo stesso modo la qualità della resa audio sembrerebbe più che soddisfacente con bassi migliori di quanto ci si possa aspettare. Dopo un'ora di corsa con riproduzione audio continua la carica delle batterie è circa all' 80%, dato perfettamente compatibile con i valori di autonomia citati da Apple che vengono attestati a circa 5 ore di funzionamento senza necessità di ricarica.

Naturalmente l'esperienza di altri individui potrebbe essere completamente diversa e per qualcuno sarà forse necessario l'utilizzo delle clip che si cominciano già a vedere in giro. Tutto sommato però sembrerebbe che Apple abbia fatto un buon lavoro nel realizzare un accessorio dalla buona ergonomia che non scappa dall'orecchio alla prima vibrazione.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog