Magazine Motori

Bellezza e sicurezza stradale

Da Motociclistidatavola

Lo stile alla base della guida sicura.


Ci siamo, giunti al 20 di Aprile non possiamo più tirarci indietro: la stagione è bella e viva.Quest'anno ho una mezza idea di fare un corso di guida sicura, giusto perchè ogni tanto mi piace rimettere in fila le cose giuste da fare. Questo sarà un post sul tema sicurezza, quindi.Stamattina un amico, parlando d'altro, ha detto una roba tipo “lo stile diventa esso stesso contenuto” e mi sono soffermato su questa riflessione. Diceva un grande cantante “qualunque cosa fai, falla con stile” e non era un invito alla superficialità, tutt'altro.Ecco, da qui mi è venuta l'idea per un post sullo stile, sulla sicurezza, sul guidare bene.Per lungo tempo abbiamo tenuto distinto il fatto bene con il bello, attribuendo al bello un carattere di superficialità. Questo perchè in molti casi abbiamo svuotato il bello di contenuti. Invece, il concetto di bellezza è molto più ampio e profondo di quanto pensiamo. Basti ricordare che il concetto di bello e di bellezza si applica anche alla matematica, per dirne una (vd, formula di Eulero, quadrato panmagico di Nasik o le equazioni di Mandelbrot. Non sono robe che conosco, le ho scoperta facendo un po' di ricerca e pareva figo citarle).Wikipedia ci dice che la bellezza è l'insieme della qualità percepite dai cinque sensi, che suscitano sensazioni piacevoli che attribuiamo a concetti, oggetti, animali o persone.Ma non divaghiamo, eravamo concentrati sul tema della bellezza. La bellezza e lo stile, si diceva. Lo stile come bagaglio di istruzioni tecniche, scelta degli argomenti del discorso, intonazione, gestualità, modo di produzione e altro.Ma perchè guidare con stile, guidare in maniera “bella” può essere utile per la nostra sicurezza? Per due motivi. Intanto guidare con stile asseconda la moto, comporta una mediazione fra il pilota ed il mezzo, vuol dire essere in armonia col mezzo e non lottarci. Esserne in armonia significa assecondarlo senza mai lasciargli il comando. Significa non entrare in conflitto col mezzo, col sistema moto (ciclistica, motore, pneumatici), significa saperlo sfruttare senza doverlo limitare. Ci sono diversi estremi: da una parte essere capaci di guidare una moto sfruttandone il 20% del potenziale, da un'altra parte c'è lasciare che la moto esprima tutto il suo potenziale avendo però solo un controllo parziale; poi c'è il riuscire ad essere in armonia col mezzo, riuscire a sfruttarlo tutto (o quasi, stiamo facendo astrazione) avendone però sempre il controllo.Se il primo scenario è limitante ma non è detto che comporti una situazione di rischio, il secondo è sicuramente rischioso. Personalmente anche il primo per me è fonte di rischio, non essere in grado di sfruttare il proprio mezzo al 100% ci espone comunque a dei rischi. Ci sono variabili esterne che non possiamo controllare che potrebbero richiederci uno sfruttamento superiore del mezzo e noi potremmo non esserne più in grado.Quindi lo stile, essere capaci di guidare, avere uno stile armonico (che crea sintonia) è importante, essere belli sul mezzo, integrati eleva il nostro livello di guida.Il secondo aspetto che impatta sulla nostra sicurezza è lo stato emotivo che ne deriva. L'abbiamo scritto sopra, la bellezza è l'insieme della qualità percepite dai cinque sensi, che suscitano sensazioni piacevoli. Essere belli, guidare con uno stile armonioso ci mette in uno stato di piacevolezza. Questo ha un impatto devastante sulle nostre capacità neurofisiologiche, avere un stato d'animo positivo migliora le nostre performance.Essere in grado di guidare bene, in maniera armoniosa e bella, oltre a darci un vantaggio tecnico, ha un impatto sulle nostre capacità cognitive e sulla nostra capacità di stare concentrati, di fare le cose giuste, per banalizzare.Ecco perchè in questo momento dell'anno dovremmo dedicare almeno un'uscita a pensare a come guidiamo a ripulire il nostro stile, alla ricerca di armonia, al ripassare tutti i consigli che abbiamo raccolto negli anni.Ricordate che lo stile migliore, più efficace, più sicuro, che la traiettoria migliore, più sicura è sempre la più bella.Prendetevi un paio d'ore per ripulire il vostro stile, per essere composti, controllati, armoniosi, precisi, lavorate sul bagaglio di istruzioni tecniche che compone il vostro stile.In fin dei conti, Marquez (o altri. In foto c'è Stoner, per dirne uno) che esce di traverso da una curva con la moto ci fa subito esclamare “che bello!!”. Ecco, la bella curva di MM è anche la più efficace, quella che gli permette di sfruttare al meglio la sua moto e di portarla al limite in sicurezza (il concetto di sicurezza per chi corre non deve essere raffrontato al nostro in strada, ovviamente).Bellezza e sicurezza stradale

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines