Magazine Informatica

Bloccare pop-up e pop-under

Creato il 15 gennaio 2011 da Hnikarr
La pubblicità lecita, in internet, ci si presenta di norma in tre possibili aspetti: banner, pop-up e pop-under. Mi riferisco solo a quella lecita, ovviamente; gli spyware sono un caso a parte e rientrano nella pubblicità illecita: ne abbiamo già discusso e abbiamo spiegato come trattarli ed eliminarli. In ogni caso, anche gli spyware si servono spesso di pop-up e pop-under, sebbene in modo molto più invasivo e fastidioso, per cui possono rientrare nelle tre categoria sopra citate. Guardiamo come funzionano nei dettagli.
I banner sono la forma più innocua di pubblicità in internet. Ci appaiono come semplici inserti colorati, a volte rettangolari e a volte quadrati, che pubblicizzano un determinato servizio, prodotto o sito internet. Corrispondono grossomodo alla normale pubblicità che possiamo vedere all'interno della pagina di un giornale o di una rivista, magari a fondo pagina o in uno spazio laterale, e spesso, ma non sempre, hanno una qualche attinenza col contenuto della pagina: banner sportivi in un sito sportivo, banner tecnologici in un sito di informatica e così via. Se cliccati, di solito conducono al sito del prodotto pubblicizzato e in quel caso potrebbero anche cercare di rifilarvi qualche truffa, a seconda del prodotto in questione (come succede per qualsiasi pubblicità in qualsiasi luogo: mai fidarsi). Se li ignorate, sono fondamentalmente innocui.
Per eliminarli, gli utenti di Firefox possono usare AdBlock Plus, di cui abbiamo già parlato; ne esiste anche una versione per Google Chrome, scaricabile dalla pagina delle estensioni di Chrome.In alternativa, li possiamo ignorare e basta, proprio come ignoriamo la pubblicità su rivista. Basta non cliccarli e non succederà nulla.
I pop-up sono le fastidiose finestre che si aprono quando entriamo in un sito, oppure quando clicchiamo qualcosa. Spesso hanno anche il brutto vizio di allargare o rimpicciolire la normale finestra di navigazione o alterarla in altri modi a noi non graditi. Spesso pubblicizzano siti di scommesse, oppure siti porno, o comunque siti "al limite". Come dice il nome stesso, spuntano fuori davanti a noi e ci coprono la pagina che volevamo vedere. Fastidiosi, appunto, e molto invasivi.
La maggior parte dei browser attuali, però, dispone di una o più soluzioni per bloccare i pop-up: non sempre funzionano, perché i siti cercano di premunirsi usando strategie per aggirare i blocchi, ma almeno riducono di parecchio il numero delle finestre odiose.
I pop-under sono l'evoluzione più infida dei pop-up. Invece che aprirsi davanti a noi, in primo piano, i pop-under si aprono dietro la nostra finestra principale, spesso senza che noi ce ne accorgiamo. Ce ne accorgiamo però quando andiamo a chiudere il browser e vediamo altre finestre luccicanti e luminose, che erano annidate dietro quella principale. Da un certo punto di vista è meno intrusivo del pop-up, perché non ci balza in faccia con arroganza, ma da un altro punto di vista è più subdolo, proprio perché agisce senza che noi lo notiamo: soprattutto se sono molti e presentano filmati, animazioni flash o altre opzioni ad alto consumo di banda, possono rallentare la nostra navigazione, oltre a intasarci la barra delle applicazioni.
Se i browser attuali funzionano abbastanza bene contro i pop-up, sono ancora piuttosto vulnerabili ai pop-under.
Segnaliamo poi che molti pop-up, come anche i pop-under, presentano all'interno un falso pulsante "Chiudi" o altri trucchi come un pulsante "OK", simile a quello che spesso si usa per chiudere finestre su Windows: in questo modo, un utente distratto potrebbe cliccarlo, pensando di chiudere la pubblicità, per poi invece ritrovarsi spedito in qualche altro sito, oppure alle prese con la richiesta di scaricare o installare qualcosa. E quel qualcosa sarà probabilmente uno spyware. Sempre meglio chiuderli cliccando sulla X della finestra (nell'angolo in alto a destra, sul bordo), oppure direttamente dalla barra delle applicazioni, o anche con un sano ALT + F4.
Come bloccarli
Abbiamo già detto che gli attuali browser dispongono tutti di una funzione per bloccare i pop-up e, nella maggior parte dei casi, la troverete già attiva di default: non dovrete fare niente altro, insomma, perché di solito è pre-impostata. Non basta a bloccare tutti i pop-up, però, e non serve a molto contro i pop-under. Come possiamo rafforzarla, allora?
AdBlock Plus l'abbiamo già visto in precedenza e non è necessario aggiungere molto: anche se non era stato pensato inzialmente per bloccare i pop-up, riesce comunque a bloccarne la maggior parte. Non sembra però avere molto successo coi pop-under: è possibile copiare l'indirizzo di un pop-under e poi aggiungerlo manualmente alla lista degli elementi da bloccare di AdBlock Plus, ma è un sistema un po' macchinoso per molti utenti. Disponibile per Firefox, ovviamente, ma anche per Google Chrome, tra le estensioni già citate.
Google Toolbar, Yahoo Toolbar e qualche altra toolbar ufficiale hanno, tra le altre funzioni, anche quella di bloccare i pop-up. Sono disponibili per buona parte dei browser principali, Internet Explorer incluso.
Simple Adblock, soluzione apposita per gli utenti di Internet Explorer. Grossomodo è un equivalente di AdBlock Plus, pensato però per gli untenti di Internet Explorer; non c'è molto altro da aggiungere.
NoScript è il Terminator di ogni pop-up, pop-under e quasi tutto quello che può infestare internet. Uccide anche troppo, se non ci state attenti. Una delle tante estensioni di Firefox, permette di eseguire solo il contenuto di siti che sono stati dichiarati "affidabili" dall'utente stesso e aggiunti a una lista di siti fidati; in tutti gli altri casi, il contenuto potenzialmente nocivo sarà bloccato senza pietà. Il contenuto potenzialmente nocivo di un sito è rappresentato da Flash, Silverlight, JavaScript, Java e molte altre cose, che normalmente si usano nella maggior parte dei siti. Come configurazione è parecchio complicato e richiederebbe da solo un articolo per spiegare come funzioni di preciso e come si possa impostare a dovere. Per adesso, limitiamoci a rendere nota la sua esistenza.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Commenta