Magazine Arte

CARLO CERESA: novanta opere per un protagonista della pittura lombarda del Seicento, dal 10 marzo al 24 giugno, Bergamo, Museo Adriano Bernareggi e dell’Accademia Carrara GAMeC

Creato il 11 gennaio 2012 da Milanoartexpo
Carlo Ceresa, Visione di san Felice da Cantalice con il donatore, Nese - Chiesa S Giorgio, Foto Marco Mazzoleni

Carlo Ceresa, Visione di san Felice da Cantalice con il donatore, Nese - Chiesa S Giorgio, Foto Marco Mazzoleni - click to enlarge

Bergamo celebra Carlo Ceresa (1609-1679), sicuramente uno dei suoi più celebri artisti, con una grande mostra antologica che si terrà da sabato 10 marzo 2012  al 24 giugno, negli spazi del Museo Adriano Bernareggi (click:MAPPA) e dell’Accademia  Carrara / GAMeC (click:MAPPA)La mostra presenterà 90 opere di Ceresa, protagonista della pittura lombarda del Seicento, scelte tra quelle più rappresentative del suo vasto catalogo. I dipinti, provenienti da importanti istituzioni museali italiane e straniere, da chiese del territorio e da collezioni private, toccano tutti i temi esplorati dal maestro bergamasco, dal ritratto alla pittura di soggetto sacro. > comunicato stampa >

La grande esposizione antologica su Carlo Ceresa è curata da Simone Facchinetti (conservatore del Museo Bernareggi), Francesco Frangi (professore di Storia dell’Arte all’Università di Cremona), Giovanni Valagussa (conservatore dell’Accademia Carrara), organizzata dal Museo Adriano Bernareggi e dall’Accademia Carrara, col patrocinio della Regione Lombardia, della Provincia di Bergamo, del Comune di Bergamo, della Diocesi di Bergamo, della Camera di Commercio di Bergamo.

-

Carlo Ceresa, Ritratto del pro-prefetto di Bergamo Bernardo Gritti, Amsterdam, Rijksmuseum © Rijksmuseum Amsterdam

Carlo Ceresa, Ritratto del pro-prefetto di Bergamo Bernardo Gritti, Amsterdam, Rijksmuseum © Rijksmuseum Amsterdam

-

Carlo Ceresa è considerato il maggiore artista bergamasco, insieme a Evaristo Baschenis, del XVII secolo, sia per la capillare diffusione delle sue opere nel territorio della provincia, sia per la qualità espressiva delle sue invenzioni. Ne è prova il fatto che due dipinti a lui riferibili – l’Angelo annunciante dell’Accademia Albertina di Torino e il Ritratto di gentiluomo del Museo del Prado di Madrid – sono stati per lungo tempo attribuiti, proprio per l’estrema cura esecutiva e la qualità dello stile, rispettivamente, a Orazio Gentileschi e a Diego Velázquez.

Il percorso espositivo prenderà avvio dalle sale del Museo Bernareggi, dove sarà analizzata l’attività giovanile di Carlo Ceresa.

Carlo Ceresa, Cristo in croce con santa Maria Maddalena e due disciplini, Mapello - Chiesa S. Michele, Foto Marco Mazzoleni

Carlo Ceresa, Cristo in croce con santa Maria Maddalena e due disciplini, Mapello - Chiesa S. Michele, Foto Marco Mazzoleni

-

La sezione allestita negli spazi dell’Accademia Carrara/GAMeC tratterà il contesto generale in cui si colloca l’esperienza del pittore seguendo da vicino il suo percorso stilistico, dalla maturità alla vecchiaia, e si aprirà con uno sguardo sulla grande pittura barocca del tempo, a cui si contrappone la scelta poetica, di forte ispirazione realista, di Carlo Ceresa.

Accompagna la rassegna di Carlo Ceresa un catalogo Silvana editoriale.

Carlo Ceresa, Angelo annunciante, Torino, Accademia Albertina, Fotografia UBI - Banca Popolare di Bergamo (Foto Sandro Da Re)

Carlo Ceresa, Angelo annunciante, Torino, Accademia Albertina, Fotografia UBI - Banca Popolare di Bergamo (Foto Sandro Da Re)

-
 
CARLO CERESA (1609-1679)
Un pittore del Seicento lombardo tra realtà e devozione
Bergamo, Museo Adriano Bernareggi (via Pignolo 76) e Accademia Carrara/GAMeC (via San Tomaso 53)
10 marzo – 24 giugno 2012

Orari apertura mostra:
da martedì a domenica 10-19, giovedì 10-22, lunedì chiuso

Per le scuole è possibile anticipare l’apertura su richiesta.

Carlo Ceresa, Sant'Antonio da Padova e Gesù Bambino, Gorlago - Chiesa S. Pancrazio, Foto Marco Mazzoleni

Carlo Ceresa, Sant'Antonio da Padova e Gesù Bambino, Gorlago - Chiesa S. Pancrazio, Foto Marco Mazzoleni

-

Biglietti:
Biglietto unico valido per le due sedi espositive, emettibile sia dalla biglietteria Accademia Carrara / GAMeC sia da quella del Museo Bernareggi.
Prezzi ingresso:
- intero: euro 9
- ridotto di legge + convenzioni + gruppi: euro 6
- ridotto per gruppi scuola +  gruppi accompagnati da mediatore museale: euro 2,50
- speciale per famiglia: euro 15
Visite guidate:
- visita guidata durata 1,30 ore + spostamento: Euro 55
- visita guidata + laboratorio in museo, durata 2 ore: Euro 75
- visita guidata + laboratorio in classe: solo su richiesta.
- visita guidata adulti, durata 2 ore: Euro 80 + per diritto di prenotazione euro 1 a persona
- visita guidata in lingua, durata 2 ore: Euro 90 + per diritto di prenotazione euro 1 a persona
Info e Prenotazioni:
dal lunedì al venerdì dalle 9,30 alle 18 – COBE Direzionale Spa – t. 035 21 80 41

Catalogo: Silvana editoriale (www.silvanaeditoriale.it)

Ufficio stampa
CLP Relazioni Pubbliche
tel. 02.36 755 700 – fax 02.36 755 701
press@clponline.it;

Carlo Ceresa, Madonna in gloria e santi, Bergamo - Chiesa S. Caterina, Foto Marco Mazzoleni

Carlo Ceresa, Madonna in gloria e santi, Bergamo - Chiesa S. Caterina, Foto Marco Mazzoleni


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Commenta