Magazine Diario personale

Continuo a guardare in là

Da Patalice
Continuo a guardare in làSiamo già ad un terzo dell'anno...
Che per quelli che stanno spasmodicamente aspettando l'estate (di certo non la sottoscritta) sarà ancora troppo presto, troppo freddo, troppo inverno; ma per me sono stati due mesi (+qualche giorno) velocissimissimi.
Gennaio mi ha lasciato talmente tanto amaro in bocca, da aver festeggiato un nuovo capodanno nei primi giorni di febbraio... 
Febbraio è stato talmente fulmineo, da non accorgermi che il tempo stesse passando, facendolo ad una velocità a dir poco sostenuta, e non solo perché è il mese che dura meno di tutti!
Marzo è iniziato, e con esso tutti son belli felici e contenti ai primi conati di primavera che ci vomita il meteo, per poi pentirsi di raffreddori e mali di stagione, perché hanno il culo scoperto, ma anche io sono più felice e contenta.
Ed il clima non c'entra.
Quando vi ho parlato del messaggio della Micia, non sapevo esattamente il come, ed invece oggi lo so... devo prendere decisioni forti e fare tagli definitivi.
Ed ho paura.Fa tanta paura.Ma, a differenza della muta e subdola paura che mi ha mosso nei mesi passati, questa è un brivido friccicoroso, di quelli che scintillano... un po' come quando ti metti in tiro perché sai che "casualmente" incontrerai quello che ti fa svolazzare le farfalle.
Ed è bello.Dio se è bello.Stay tuned, la Pata è tornata!

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog