Magazine Informazione regionale

“Cronisti in classe”Premio della critica ai ragazzi delle classi terze dell’ Istituto Comprensivo di Tavernelle – Panicale

Creato il 05 giugno 2012 da Goodmorningumbria

Il giorno 25 maggio 2012 si è concluso il concorso”Cronisti in Classe” del giornale “La Nazione” e l’ Istituto Comprensivo di Tavernelle – Panicale ha ricevuto la sua parte di gloria: il “premio della critica”. L’ambito riconoscimento ha gratificato le classi terze, che durante l’anno si sono impegnate in un’analisi attenta del difficile periodo storico che stiamo vivendo, in cui una crisi globale affligge l’intero pianeta e strangola l’Italia. I ragazzi hanno voluto indicare i punti di riferimento che devono guidare il nostro paese alla rinascita: la scuola, l’arte e le energie pulite. Questo atteggiamento propositivo e non vittimistico ha attratto l’attenzione degli assessori del Comune di Perugia, Ferranti e Cernicchi, che hanno voluto insignirli del premio. La preside Eleonora Tesei, seguita da un nutrito gruppo di studenti e dai docenti di lettere delle classi coinvolte, ha ritirato il premio e un buono per l’acquisto di libri, che andranno a potenziare la biblioteca dell’Istituto. I veri protagonisti della giornata sono stati i ragazzi, che si sono meritati gli applausi della giuria e i complimenti dei giornalisti e delle istituzioni. In un momento storico così difficile, questi giovani accettano le sfide, mostrano di possedere senso critico e concretezza, riuscendo a darci una nuova speranza. Ai nostri ragazzi spetta infatti il compito di riappropriarsi di un futuro incerto proprio ora che la crisi economica è aggravata dall’acuirsi della violenza dell’illegalità, che vuole chiudere la bocca a chi ha ancora il coraggio di cercare la verità, di valutare i fatti e di parlare. (I colpi inflitti alla scuola da una mano criminale, che ha piazzato le sue bombe davanti all’istituto Morvillo – Falcone di Brindisi, lo dimostrano.) Un encomio va dunque a tutti i giovani che non si sottomettono alla logica omertosa e quindi anche ai nostri ragazzi per il loro sforzo di essere “quelli che fanno la differenza”.

 



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Commenta