Magazine Sport

Dalla vostrAA parte: senza Dybala, la Juventus non vola!

Creato il 20 marzo 2017 da Agentianonimi

Piccola premessa: questo articolo è volutamente scritto da un punto di vista strettamente di parte, guardando la situazione con gli occhi di un tifoso e non più con l’imparzialità che dovrebbe contraddistinguere un redattore. Sottoporremo le big di A ad un piccolo processo, condotto da noi AgentiAnonimi nei panni di un giudice-tifoso.

E’ uno di quei match che possono decidere la stagione. Una rete preziosissima, di testa, quella segnata ieri da Juan Cuadrado. Tre punti che possono risultare pesantissimi fra un mese e mezzo, quando si inizieranno a tirare le somme di questo campionato. Ieri pomeriggio alle 15 é andata in scena una partita classica del nostro calcio, Sampdoria-Juventus. Un match a due facce; bianconeri ai limiti della perfezione nel primo tempo, un gioco scadente e troppo blando nella seconda frazione. In mezzo un’episodio che ha fatto andare in tachicardia tutti noi: la Joya Dybala che si accascia per un piccolo indurimento muscolare. Ma andiamo per gradi.
E’ stata una partita molto combattuta e con un buon ritmo, con contropiedi continui da una parte all’altra. Match deciso a partita dal sosia di Ricky di Falling Skies (una serie famosa Usa), Juan Cuadrado, il quale buca  al 7′ del primo tempo Puggioni con un deciso colpo di testa. Nei primi 45 minuti la Vecchia Signora ha le occasioni per raddoppiare e triplicare, soprattutto con un non lucidissimo Gonzalo Higuain che per due volte trova la saracinesca della Samp sulla sua strada.
Fino a qui tutto bene. Eccetto per le brutte notizie che incombono sulla formazione di Allegri. Dybala che si ferma e chiede il cambio è stato probabilmente il momento più cupo della domenica per tutti i supporters juventini. Per non parlare della Joya pronta a festeggiare la festa dei Papà con una maglietta dedicata, lui che il padre lo perse quando era bambino. Pensieri pessimisti per tutti; da registrare un Buffon alle prese con il rosario. Finale meno amaro con le dichiarazioni di Allegri e di Dybala stesso che sottolineano la non gravità della situazione.
Nel secondo tempo è una Juventus più timida e disattenta, anche per meriti di una Sampdoria più aggressiva soprattutto a centrocampo. La Doria è stata anche sfortunata perché Schick si é fatto subito male dopo neanche 10 minuti dal suo ingresso in campo. Un Muriel spento non ha mai trovato lo spunto, come ha detto anche il suo allenatore. E’ stato in grande spolvero l’ex di turno Fabio Quagliarella che da solo ha messo in difficoltà la retroguardia bianconera con tiri da fuori area e con rovesciate alla Holly e Benji.
Da sottolineare anche la trasformazione di Allegri nell’incredibile Hulk per alcune disattenzioni dei più giovani: da Pjaca lo Zar ad arrivare a San Daniele Rugani. Allegri non è la sua prima volta che si trasforma nel supereroe degli Avengers, era già capitato l’anno scorso contro il Carpi.
La Juve vince a Genova, ma non convince ancora del tutto. Per battere il Barcellona servirà una prova perfetta soprattutto quando apriranno le porte dell’inferno del Camp Nou.

Christian Travaini (@ChriTravaini), Simone Bellitti (@simokatana95)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUITECI SU AGENTI ANONIMI

Dalla vostrAA parte: senza Dybala, la Juventus non vola!

L'articolo Dalla vostrAA parte: senza Dybala, la Juventus non vola! proviene da Agenti Anonimi.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog