Magazine Cucina

Dark cocoa kefir cake

Da Lestagionideisapori
DARK COCOA KEFIR CAKE
Questa torta è stata preparata per festeggiare un compleanno. La ricetta è stata presa dal seguente sito. Ho apportato alcune modifiche e nel dettaglio: ho ridotto le quantità degli ingredienti così da ottenere solamente due strati invece dei tre previsti, ho inoltre diminuito e/o aumentato alcune dosi degli elementi usati, infine ho cambiato alcuni componenti. Tra l’altro non ho usato il latticello, preferendo il kefir, ho usato lo zucchero di canna anziché quello bianco.
Un giorno mi sorprese la primavera che tutti i campi intorno sorrideva. Verdi foglie in germoglio gialle rigonfie gemme delle fronde, fiori gialli, bianchi e rossi davano varietà di toni al paesaggio. E il sole  sulle fronde tenere era una pioggia di raggi d'oro; nel sonoro scorrere del fiume ampio si specchiavano  argentei e sottili i pioppi. "La primavera sorrideva" di A. Machado
INGREDIENTI PER LA TORTA

120 g di burro bio 176 g di farina kamut bio 70 g di cacao amaro bio 2 uova bio 133 g di zucchero di canna bio 146 g di brown sugar 224 ml di kefir 4 g  di bicarbonato di sodio 5 g di lievito bio 1+ ½ cucchiaino di estratto di vaniglia 1 pizzico di sale PER IL FROSTING 250 g di mascarpone 80 g di Philadelphia light 65 g di burro bio 30 g di cacao bio 20 ml di latte di riso 1 cucchiaino di estratto di vaniglia 5 cucchiai di zucchero a velo PER LA DECORAZIONE pepite di cioccolato fondente q.b. frutti rossi q.b. zucchero a velo q.b. PROCEDIMENTO Togliete il burro e le uova dal frigorifero e riponetele sul piano da lavoro. Dovranno trascorrere circa 30 minuti dal loro utilizzo. Nel frattempo preparate gli altri ingredienti: imburrate uno stampo rotondo di 20 cm di diametro e rivestitene il fondo e i bordi con carta apposita (che dovrà superare di 4/5 cm il bordo dello stampo). Imburrate lo strato di carta forno e infarinatelo, quindi mettete da parte. In una ciotola di medie dimensioni setacciate e mescolate bene la farina, il cacao, il bicarbonato, il lievito e il sale. In un contenitore capiente sbattete il burro con le fruste elettriche alla massima velocità per 30 secondi. Unite poco per volta i due zuccheri combinati, continuando ad utilizzare le fruste alla media velocità. Quando avrete terminato l’operazione proseguite amalgamando il composto per altri 2 minuti. Inserite poi le uova, uno alla volta, inglobandole bene dopo ogni aggiunta. Terminate  addizionando gli ingredienti secchi in alternanza al kefir, nel quale avrete versato l’estratto di vaniglia, usando sempre le fruste, ma alla minima potenza. Versate la miscela nello stampo e cuocete a 175° per circa 40/45 minuti o comunque sino a che inserendo uno stuzzicadenti questo ne esca pulito. Fate raffreddare la torta su una gratella per 10 minuti. Rimuovetela poi dallo stampo, eliminando la carta forno e riposizionatela sulla griglia sino a completo raffreddamento. Intanto preparate la farcia: mettete in una ciotola abbastanza grande i formaggi, il burro, il cacao, il latte e la vaniglia e lavorate bene con una frusta. Io ho utilizzata quella a mano, ma se preferite potete usare quella elettrica. Inglobate gradatamente lo zucchero a velo, la quantità può essere aumentata a piacere. Quando il composto sarà liscio, mettete il frosting da parte. Assemblaggio: tagliate in senso orizzontale la torta ormai fredda, posizionate la base sul piatto di portata e spalmatela con parte del frosting. Adagiateci sopra la parte superiore e create una leggera pressione con le mani sulla superficie. Stendete la restante copertura sulla parte esterna della torta con l’ausilio di una spatola. Decorate con la frutta lavata e asciugata in precedenza, le pepite di cioccolato e sistemate il dolce coperto in frigorifero per circa 1 ora. Prelevate il piatto una ventina di minuti prima di servirlo, ricordandovi di cospargerlo con zucchero a velo. Il dolce si mantiene al massimo per due giorni in frigorifero ben coperto.                  




Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines