Magazine Diario personale

Di ballerine calze a rete e Chiara Ferragni

Da Patalice
Di ballerine calze a rete e Chiara FerragniHo visto le ballerine di Miu Miu, o almeno quelle che credo siano di Miu Miu, con i lacci grossi tipo... va beh quelle in questa fotografia qui per intenderci per benino.
Ecco, io sono una allergica alle ballerine, cioè ho sposato la teoria del "scarpa bassa figa strassa", facendola valere solo ed esclusivamente per le ballerine, però queste mi piacciono un sacco... sono carinissime, ironiche e molto iconiche!
Ma poi ho pensato che le sostituirei molto volentieri con i mocassini tutti glitterati, e con l'occhiolino della collezione shoes di Chiara Ferragni.
Attention please:non mi sono tramutata in una fashion blogger, ma mi è presa sta smania per lo shopping ultimamente, che non ve lo so spiegare.
Cioè, intendiamoci, non è che mi sia presa ora e che adesso e solo adesso io apra il portafogli per far girare l'economia, au contraire, sono sempre stata parecchio forte in merito!
Però ci ho sta smania di scialacquare, che era un po' che non m'attanagliava.
Il mio Strizza, sosteneva fosse un modo, nemmeno troppo velato, per poter sopperire a delle mancanze.
...beh sarebbe perfettamente in linea con il mio momento storico...
Ciò posto, siccome dispongo di ben poca liquidità al momento, ristagno nei pensieri, e mi lascio ingolosire dalle varie nuove collezioni delle catene low cost, tipo Zara o Intimissimi...
Peccato che, a pochi mesi dal TRENTADUESIMO compleanno, io mi trovi in balia di un tremendo dilemma karmico.
Come cazzo mi devo conciare?!
No, perché voi penserete con un sorriso a questi quesiti esistenziali di bassa lega, ma io non rido mica...
Di ballerine calze a rete e Chiara FerragniCioè, non so se avete notato cos'hanno proposto per quest'anno, Disquered Calzedonia, ed anche parecchi negozi bellini del bresciano: le calze a rete sotto il jeans strappato, che arrivino sopra all'ombelico, scoperto. 
Capite?Un trionfo del trash più Platinettiano, nel quale sguazzare con la tipica risolutezza che, solo poche possono concedersi.
Si.Ma chi sono queste poche?
Le ragazze più giovani?Quelle che non hanno ancora la testa per rendersi conto del livello di zoccolaggine intrinseco all'abbigliamento citato?
Le mie coetanee?Quelle che hanno perfettamente in testa il livello il zoccolaggine intrinseco all'abbigliamento citato, e stì cazzi?
I fisici asciutti, magri o palestrosi?Quelli che hanno i cubetti sull'addominale, che si sa il crossfit ha fatto proseliti, e che incedono in modo porcone porno xx nella vita?
Le taglie più morbide?Quelle che si lasciano un po' segnare dalla trama della calza a rete, ma che con quel vedo (vedo-vedo-vedo)/(poco) non vedo, fanno sognare il testosterone?
E quando dobbiamo portarla sta moda qui?
Di ballerine calze a rete e Chiara FerragniEviterei ufficio, commissioni tra posta e banca, matrimoni e primi appuntamenti, a meno che non vi siate conosciuti in una private room.
Lo sdoganerei con più leggerezza, ma sotto lo stretto controllo di un adulto, che non sia modello "fan di Barbara D'Urso", e che possa provvedere alla virtù della ninfetta, sulle adolescenti/ventenni.
Mentre lo relegherei a serate di notti brave e malate, per noi donzelle dal decennio in più. 
Una sola accortezza.Siate oneste.La felicità ed il benessere, passano da una sana e sincera consapevolezza.Se riuscissimo ad essere trasparenti con noi stesse, avremmo tanta più (buona) vita da vivere e da godere.Quindi... se messa la calza a rete l'effetto Miss Piggy non è un presentimento, ma una realtà, desistete.
Rinunciare ad una battaglia, può far vincere la guerra.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog