Magazine Mondo

Ecco perché se hai tra i 20 e i 35 anni non dovresti (già) viaggiare

Da Roadnroll_elena
Ecco perché se hai tra i 20 e i 35 anni non dovresti (già) viaggiare

Grant Cardone è un uomo che si è fatto da solo, un milionario americano celebre negli Stati Uniti come autore best seller per il New York Times, oltre che speaker motivazionale, investitore immobiliare e guru delle vendite.  

Se hai tra i 20 e i 35 anni, Grant Cardone ritiene che viaggiare non ti aiuterà magicamente a "trovare" te stesso! Sia ben chiaro: il self-made man crede che viaggiare sia fortemente educativo. Tuttavia, sa anche bene cosa voglia dire trovarsi in bolletta e vagare senza una chiara direzione da prendere nella vita. Semplicemente perché ci è passato anche lui.

Rivolgendosi in maniera particolare ai Millennials, ossia a quella generazione che comprende chi è nato in Occidente tra i primi anni '80 e i primi anni 2000, e che quindi ha all'incirca dai 20 ai 35 anni, Grant Cardone si è spesso domandato di quanta introspezione una persona avesse bisogno prima di trovarsi un lavoro fisso:

Suggerisco ai Millennials di scontare il fio oggi così da poter pagare qualsiasi prezzo domani.
— Grant Cardone

Invece di viaggiare, il milionario suggerisce ai Millennials di scontare oggi il fio di dover lavorare duramente per acquisire nuove abilità, così da poter dire in futuro: "Posso viaggiare nel mondo sul mio aereo privato perché ho lavorato duramente e sono diventato una persona professionalmente seria a 25 anni".

"I viaggi non risolveranno i vostri problemi", spiega Grant, che ha calcolato che questa generazione, entro il 2020, spenderà 1000 miliardi di dollari all'anno per viaggiare. Rispetto alle generazioni più vecchie, viaggeranno all'estero circa il 23% di persone in più. Tuttavia, alla fine di ogni viaggio, Cardone dice che la vita non sarà migliorata e che il proprio patrimonio finanziario, al contrario, sarà solo peggiorato

In conclusione, secondo lui, c'è da cercare di raggiungere pedissequamente i propri obiettivi nel mondo del lavoro, lasciando perdere (per ora) i viaggi.

Ecco perché se hai tra i 20 e i 35 anni non dovresti (già) viaggiare

Come avere successo e lasciare i viaggi come passione da sviluppare nel futuro?

Partendo dal presupposto che andare all'università, accendere un mutuo e guadagnare 45000 euro all'anno non rende ricchi, anche se è una verità difficile da accettare, dice Grant Cardone, i Millennials non possono permettersi di rimanere indietro rispetto alle altre generazioni. Circa la metà di loro vive a casa coi propri genitori e deve pagare care tasse universitarie. Stanno facendo il 20% in meno rispetto alla generazione dei propri genitori. Non occorre simulare il sistema che ha portato la generazione precedente ad arricchirsi, anzi. Non funzionerebbe. Occorre che i Millennials sviluppino abilità uniche, in qualsiasi campo: legale, medico o commerciale, per esempio. Anche Cardone a 25 anni non sapeva cosa fare della propria vita, finché ha scoperto il mondo delle vendite e ne ha imparato i segreti, forse inventandone anche qualcuno, ed è riuscito a fare il grande salto, a diventare ricco... e a viaggiare nel mondo!

Per approfondire l'argomento: http://www.cnbc.com/2017/01/25/self-made-millionaire-millennials-dont-travel-yet.html


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog