Magazine Internet

Energia/ La convergenza delle reti può sviluppare economie interessanti e maggiore comfort

Da Redazionetitel
Archiviato in  Enel, Enel Green Power, energie rinnovabili, evoluzione, Exchange-traded fund, grids, Italia, Italy, Lombardy, Milan, Movement for Democracy – The Net, qg, rete elettrica, supporti, Tutti, Umbria, United States

Enel/ Le Reti intelligenti guidano il futuro

a cura di Enel - Le Smart Grids sono reti intelligenti che coniugano l’utilizzo di tecnologie tradizionali con soluzioni digitali innovative, rendendo la gestione della rete elettrica maggiormente flessibile grazie a uno scambio di informazioni più efficace.

Una delle applicazione più immediate delle reti intelligenti  è l’integrazione in rete delle energie rinnovabili, che contribuisce al raggiungimento degli obiettivi ambientali fissati dalla Comunità Europea. La messa a punto di tecnologie digitali innovative permette inoltre  il monitoraggio di tutta la rete per intervenire tempestivamente su guasti e garantire una fornitura ottimale di elettricità.

Energia/ La convergenza delle reti può sviluppare economie interessanti e maggiore comfortIn questo sistema, in continua evoluzione, il cliente diventa protagonista grazie all’utilizzo di supporti elettronici che rendono trasparenti i consumi,  incentivano la sua partecipazione attiva nel mercato dell’energia, promuovono un uso razionale dell’energia.

Enel ha avviato questo percorso di innovazione 10 anni fa e, grazie alle infrastrutture già realizzate e alle iniziative e ai progetti in corso sulle Smart Grids sta operando attivamente nell’interesse di tutti gli attori coinvolti, produttori e consumatori di energia.

Le Smart Grids migliorano la qualità del servizio. I costi operativi si abbassano, la competitività degli operatori di rete aumenta. Ci sono vantaggi per la sostenibilità ambientale e per l’intero sistema, che risulta più accessibile e affidabile. (ENEL)

41.097126 16.865692

Rate this:

Condividi i post di Titel con gli amici:


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

COMMENTI (1)

Da Pier Luigi Caffese
Inviato il 29 febbraio a 18:54
Segnala un abuso

La vision dell'Enel sullo smart grid italiano è un visione troppo miope, come quella di Torino con Telecom, che non risolve il problema della riduzione del 40% energia e 20% gas.Lo smart grid non sono i contatori ma 7 problematiche diverse tra cui la piu' importante è bilanciare le rinnovabili con l'hydro modulare e non con il gas.Poi sul gas grid,bisogna cambiare tutto perchè nella rete deve passare il gas importato russo/arabo,lo LNG(gas liquido con le mie navi rigassificatrici da 300 milioni) e quello rinnovabile detto R gas che i tedeschi vanno con il vento e noi possiamo fare con il mio hydro modulare.Qui devo smentire Enel perchè a boccie ferme possiamo produrre 67-134 GWh e dipende se usiamo una fase giorno o due.Ma lo smart grid è eccezionale nel portare piattaforme di piattaforme internet con cui un americano medio usa 25 prodotti senza chiedere dei costi troppo alti di energia.Qui è la vera scommessa ma se ognuno va per la sua strada lo smart grid diviene un casino sena una strategia che fonde come negli Usa tlc e produttori a basso costo di energia che non si deve piu' fare con il gas.

Commenta