Magazine Sport

Europeo under 21: la Germania è la prima finalista

Creato il 27 giugno 2017 da Agentianonimi

Questo pomeriggio, alle ore 18:00, andava in scena la prima semifinale dell’Europeo under 21. Lo stadio, che ha ospitato Inghilterra-Germania, è stato il Tichy City Stadium che si trova appunto nella città di Tichy. “Famosa” perché lì ci è nato Arek Milik, centravanti del Napoli, e perché è una delle più grandi “Città Nuove“, letteralmente creata nella seconda metà del Novecento come città-dormitorio per le tante persone che lavoravano a Katowice. Tichy è una città prettamente industriale, in cui ci sono gli stabilimenti della (leggera, c’è da dirlo) birra Tyskie, oltre a uno della FIAT. Insomma, in città non c’è molto da vedere. Anzi, quasi nulla. Ma oggi c’era una delle due semifinali dell’Europeo under 21. E quindi, qualcosa d’interessante da vedere c’era eccome.

INGHILTERRA-GERMANIA 2-2 (3-4 d.c.r.): PARTITA SPETTACOLARE, GLI INGLESI REGGONO L’URTO TEDESCO MA CADONO AI RIGORI

La Germania è arrivata a questa partita come miglior seconda, in virtù della sconfitta per 1-0 contro l’Italia qualche giorno fa. L’Inghilterra, invece, ha vinto il suo girone con 7 punti, rispettando le attese alla vigilia della competizione che la vedevano più forte di Polonia, Slovacchia e Svezia. I tedeschi, almeno sulla carta, sembrano però più forti degli inglesi. E’ un confronto interessante, perché sono due tipologie di gioco decisamente diverse: più fisico e di ripartenza quello degli inglesi, più tecnico  e qualitativo quello della Germania. Ma nei primi di minuti di partita, quella che si è imposta sull’avversario è stata l’Inghilterra. Ci sono state subito occasioni da gol, purtroppo per loro, sprecate da Gray e Chalobah. Dopo i primi venti minuti di (quasi) monologo inglese, la Germania ha iniziato a prendere le contromisure e a macinare gioco e occasioni, nonostante Gnabry sia stato per quasi tutta la partita fuori dalla manovra offensiva. E’ Selke a sbloccare il risultato in favore della Mannschaft, grazie all’assist di Toljan, una vera e propria locomotiva su quella fascia destra. Ma è Gray, dopo un mischione inverecondo, “a toccarla piano” col piatto sinistro e a uccellare l’incolpevole Pollersbeck.

Successivamente, precisamente poco dopo l’inizio del secondo tempo, Gnabry (decisamente sotto i suoi standard abituali) ha regalato un pallone preziosissimo all’abile Hughes che dopo uno slalom in area di rigore, ha reso possibile il gol facile ad Abraham. La Germania, che era in vantaggio per 0-1, al 51′ si è ritrovata sotto di un gol. Da questo momento fino al 105′, quindi per quasi tutto il secondo tempo e tutto il primo tempo supplementare, è stato un assedio tedesco e una strenua resistenza degli inglesi. Resistenza che si è dovuta arrendere a Platte, ma solo per una volta, dato il secondo gol annullato (in modo quasi incomprensibile, il tedesco sembrava in linea con i difensori inglesi) per fuorigioco dall’assistente dell’arbitro Mazelka. Tra l’altro, entrambi i gol della Germania (più quello annullato), sono arrivati di testa. Strano, però, che l’Inghilterra si sia letteralmente chiusa a riccio da metà secondo tempo fino a fine primo tempo supplementare, considerando anche che ha avuto due giorni in più per recuperare rispetto alla Germania. In ogni caso, tutte le scelte che hanno fatto i giocatori nel secondo tempo supplementare sono (com’era prevedibile) frutto di nervosismo e stanchezza. Ai rigori, a trionfare sono i tedeschi: sono le parate di Pollersbeck sui brutti tiri di Abraham e Redmond a risultare decisive.

Dunque, la prima finalista sarà la Germania che affronterà una tra Spagna e Italia.

Europeo under 21: la Germania è la prima finalista

L'articolo Europeo under 21: la Germania è la prima finalista proviene da Agenti Anonimi.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog