Magazine Attualità

Gigli di Nola : rissa tra paranze, 15 feriti. Una ragazza perde 4 denti.

Creato il 25 giugno 2012 da Nottecriminale9
di Giuseppe Parente
AGigli di Nola : rissa tra paranze, 15 feriti. Una ragazza perde 4 denti.lle ore 5.30 di lunedì 25 giugno, per la prima volta a Nola è stata sospesa la Festa dei Gigli, per motivi di ordine pubblico. La causa è stata una mega rissa con lanci di bottiglie tra due fazione e secondo alcuni testimoni ci sarebbero stati anche degli spari tra la folla. Al momento risultano esserci 15 feriti ricoverati in ospedale e almeno una decina di persone contuse. Un bar è stato seriamente danneggiato e ci sono stati scontri con le forze dell’ordine. 
Tra i feriti c’è una giovane ragazza che ha perso ben 4 denti ed un giova-ne che si è fratturato un piede. La mega rissa sarebbe scattata per futili motivi tra la paranza denominata Stella di Nola e l’Insuperabile, che è di Barra quartiere periferico di Napoli. La rissa non poteva non procurare un inevitabile panico che si è scatenato tra la folla che ha cominciato a scappare nelle strette stradine della città di Giordano Bruno. Molti cittadini hanno, per fortuna, trovato rifugio in alcuni negozi e nelle abitazioni del centro. 
Qualcuno dovrebbe davvero chiedere scusa al coraggio prete anti camorra Don Aniello Manganiello, che in tempi non sospetti, ha denunciato le infiltrazioni camorristiche e criminali dentro questa storica festa e per queste parole è stato più volte sbeffeggiato ed insultato, invece di essere ascoltato. 
Gigli di Nola : rissa tra paranze, 15 feriti. Una ragazza perde 4 denti.Lo speaker radiofonico Gianni Simeoli ed il commissario regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrellli che da mesi portano avanti una campagna radio contro la festa dei Gigli di Nola cosi come è organizzata, dando voce agli allarmi dei cittadini onesti che vivono a Nola dichiarano : quello che è avvenuto è inaccettabile, indifendibile, ed ingiustificabile, e dimostra a che livello di degrado è arrivata questa manifestazione pagana, che andrebbe abolita o modificata, affidandola in toto, proprio a Don Aniello. 
Per l’ennesima volta le istituzioni e la Chiesa non hanno compreso cosa stava succedendo attorno a questa kermesse, non ascoltando il grido di dolore elevato da Don Aniello che vivendo in povertà in mezzo alla gente, aveva capito prima di tutti quali personaggi e gruppi criminali stavano gestendo alcune paranze dei Gigli. 
La mega rissa , per futili motivi, tra due paranze ha, senza ombra di dubbio, danneggiato l’immagine della città di Nola e dell’intera Regione Campania, provocando un danno non quantificabile economicamente.

Etichette:

Nola, Festa dei Gigli, rissa, criminalità, paranze, Stella di Nola, Insuperabile, Barra, Giordano Bruno, Don Aniello Manganiello, , Gianni Simeoli, Francesco Emilio Borrelli, Giuseppe parente, Notte Criminale


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Commenta