Magazine Informatica

Google Play Award: annunciate le 12 migliori app per Android

Creato il 19 maggio 2017 da Paolo Dolci @androidblogit
Google Play Award 2017

Sfruttando la visibilità dell’evento Google I/O 2017, il colosso di Mountain View ha annunciato anche le 12 applicazioni migliori sviluppate per Android (appartenenti a categorie diverse) che hanno vinto i Google Play Award. La sfida vedeva in gara decine e decine di applicazioni che, da Aprile, sono arrivare in finale per poi essere ulteriormente scremate fino ad arrivare alle 12 vincitrici.

Chiaramente le app partecipanti dovevano rispettare degli specifici standard che non hanno permesso, ad esempio Facebook e WhatsApp, di partecipare alle finali.

Google Play Award 2017

Lista dei vincitori dei Google Play Award

La lista completa delle 12 applicazioni vincitrici, suddivise per categoria e contenenti il link per il download dal Play Store, sono le seguenti:

  • Mushroom 11 | Standaout Indie
  • Runtastic Running & Fitness | Best Android Wear Experience
  • Virtual Virtual Reality | Best VR Experience
  • Animal Jam – Play Wild! | Best app for kids
  • Memrise | Best app
  • IFTTT | Best accessibility experience
  • Hooked | Standout startup
  • Red Bull TV | Best TV experience
  • Woorld | Best AR experience
  • Heartstone | Best multiplayer experience
  • Transformers: forged to fight | Best game
  • Sharethemeal | Best social impact

Per chi fosse interessato, a seguito vi lasciamo anche la conferenza specifica del secondo giorno in cui i responsabili del colosso di Mountain View hanno annunciato le app vincitrici dei Google Play Award 2017.

Prima di lasciarvi, vi vogliamo ricordare che il Google I/O 2017 è stata la casa per molti annunci di grande livello, come ad esempio l’inizio del programma beta di Android O oppure l’annuncio del supporto di Google Assistant per iPhone oppure ancora, soprattutto per noi in Italia, l’annuncio che l’italiano verrà supportato da Google Assistant entro la fine dell’anno.


VIA

––– google2017-05-19Lorenzo Spada

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog