Magazine Tecnologia

Google Seurat: la grafica PC arriva su mobile

Creato il 19 maggio 2017 da Oculusriftitalia
Google Seurat: la grafica PC arriva su mobile

Nonostante la conferenza Google I/O si sia dimostrata piena di contenuti interessanti per i consumatori, il focus centrale dell'evento è stato rivolto principalmente agli sviluppatori per aiutarli a progettare, realizzare e massimizzare il potenziale dei progetti attuali e futuri. Per quanto riguarda la realtà virtuale, la compagnia mira ad aumentare la fedeltà grafica delle esperienze mobile con il progetto Seurat. Google Seurat, chiamato così in onore del celebre pittore francese, è una nuova tecnologia in grado di processare delle scene complesse che attualmente possono essere gestite esclusivamente da un PC fisso. Il nuovo software, quindi, rende possibile per un dispositivo mobile la renderizzazione in tempo reale di contenuti decisamente complessi. Per raggiungere questo obiettivo Andre Doronichev, direttore del Product Management di Daydream, ha spiegato che:

Come sviluppatore il tuo compito è quello di definire un volume, uno in cui desideri che l'utente si muova e dal quale visualizzi la scena. Devi definire anche altri parametri, come il numero dei poligoni e l'overdraw. Poi bisogna semplicemente lasciare che il nostro strumento faccia la magia. Prende dozzine di immagini da parti differenti del volume che avete definito e, in seguito, genera automaticamente una nuova scena 3D che, nella sua totalità, risulta identica all'originale, ma che in realtà è immensamente più semplice. Tuttavia si potrà comunque avere al suo interno gli stessi elementi dinamici interattivi.

Doronichev in seguito ha mostrato un altro progetto, realizzato in collaborazione con ILMxLAB, il quale riesce perfettamente a evidenziare come Google Seurat possa essere usato anche per lavori come una scena di un film, la quale, per assurdo, richiede una potenza di calcolo persino superiore a quella necessaria per la renderizzazione di un'esperienza videoludica. Come avrete avuto modo di vedere dal video che trovate nella news, l'Executive Creative Director di ILMxLAB, John Gaeta, ha riferito che Seurat apre potenzialmente le porte al realismo cinematico all'interno della realtà virtuale. La nuova tecnologia attualmente supporta Unreal Engine, Unity e Maya, mentre Google sta ancora testando questo strumento con una serie di altri partner selezionati, prima del lancio definitivo che dovrebbe avvenire nei prossimi mesi.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog