Magazine Coppia

Herpes virus: maggiore vulnerabilità per i fumatori

Da Salutenewsit @SaluteNewsIT

Herpes virus: più possibilità di contrarlo per chi fuma

Che si tratti di herpes labiale o di herpes genitale, il risultato non cambia. Infatti, chi ha una dipendenza dal fumo di sigaretta ha maggiori probabilità di contrarre l’herpes virus. Le maggiori probabilità di contagio da herpes virus non sono dovute soltanto al rischio di condivisione di una stessa sigaretta, poiché la vulnerabilità è data soprattutto dall’indebolimento del sistema immunitario, che la dipendenza da nicotina comporta.

Secondo numerosi esperti, i fumatori sono fortemente esposti al rischio di contrarre l’herpes virus in quanto il sistema immunitario, in tali soggetti, è assai più debole e incapace di contrastare infezioni virali come l’herpes virus.

Per chi fuma c’è anche il rischio di continue recidive dell’herpes virus

Il fumo di sigaretta, oltre ad aumentare le probabilità di contrarre l’herpes virus, pare che incida anche sulla recidività delle infezioni virali. Ciò vuol dire che i fumatori che hanno contratto per la prima volta l’herpes virus, con grande probabilità vedranno ricomparire l’infezione a distanza di breve tempo, nonostante l’herpes virus sia stato adeguatamente trattato.

La dipendenza dal fumo ha quindi un effetto negativissimo e, secondo studi statistici, circa il 50% dei fumatori al di sopra dei 50 anni ha manifestato una spiccata vulnerabilità specie per alcune tipologie di herpes, ovvero l’herpes genitale e l’herpes zoster, meglio noto come fuoco di Sant’Antonio.

Herpes virus: i fumatori sono a rischio di nevralgia post herpetica

Gli studiosi aggiungono che la maggior parte dei fumatori che hanno contratto almeno una volta nel corso della propria vita l’herpes virus, in seguito all’infezione sono particolarmente soggetti a complicanze dolorose causate dalla nevralgia post herpetica.

Il fumo, infatti, pare si costituisca come una delle aggravanti che possono far insorgere questa forma nevralgica acuta. I fumatori, e addirittura coloro che hanno smesso di fumare da tempo, se colpiti dall’herpes virus hanno maggiore probabilità di sviluppare questa complicazione, sempre a causa dell’influenza nociva delle sostanze contenute nelle sigarette che operano a danno delle difese immunitarie dell’organismo.

La nevralgia post herpetica consiste nella manifestazione di una sensazione di dolore anche dopo la totale scomparsa dei classici sintomi dell’herpes virus, per un periodo che può variare da poche settimane a mesi e perfino anni nei casi più gravi. Il dolore provocato dalla nevralgia post herpetica è continuo e si riacutizza in seguito al contatto, agli sbalzi termici o allo stress emotivo.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog