Magazine Salute e Benessere

I cereali per la prima colazione

Creato il 21 aprile 2017 da Framiner
сухие завтраки
Dai cereali, degli alimenti sani, nutrienti e particolarmente energetici, per iniziare la giornata in forma. L'errore più frequente che si riscontra nella dieta dell'italiano medio, che abbia o non abbia problemi di peso, consiste nell'abitudine di non consumare la prima colazione del mattino e di limitarsi all'assunzione di una tazzina di caffè o al massimo di un cappuccino. Studi effettuati in materia hanno dimostrato quanto sia poco vantaggiosa per l'organismo l'introduzione del cibo in due soli pasti durante l'intera giornata. L'utilità di una colazione abbondante risiede nel fatto che gli alimenti consumati al mattino vengono digeriti ed assimilati in un momento della giornata in cui si è notoriamente più attivi e vengono quindi utilizzati quando l'organismo richiede più energia. Naturalmente, se non si ha questa abitudine è opportuno farla propria gradualmente. Una buona colazione può consistere nell'assunzione di diversi tipi di alimenti: latte, tè, caffè, pane, biscotti, crackers, marmellate, yoghurt, frutta, cereali, che possono venir abbinati nei più svariati modi secondo le preferenze personali. Tra gli alimenti tipici della colazione del mattino, si trovano i cereali. Gli inglesi sono tra i maggiori consumatori di cereali pronti per la colazione, seguiti dagli americani, e il mercato di questi prodotti si dimostra in continua espansione. I cereali utilizzati nei preparati per la prima colazione contengono un'alta percentuale di carboidrati ma, data la loro origine, sono ricchi anche in proteine, grassi, vitamine, sali minerali e oligoelementi che li rendono alimenti molto energetici e completi. I cereali più diffusi indicati per la prima colazione sono il frumento, il riso, l'orzo, l'avena, la segale, il mais, il miglio, il grano saraceno. Possono venir utilizzati singolarmente o in miscela tra di loro, inoltre si possono integrare con frutta secca oleosa (mandorle, noci, nocciole), con frutta essiccata (uvetta, prugne, albicocche, fichi) o disidratata (fiocchi di mele). Sovente vengono dolcificati con miele, talvolta con lo zucchero. Possono essere preparati e consumati durante la prima colazione in diverse formulazioni: - sotto forma di fiocchi, o di farina, in preparazioni particolari tipo porridge o mueslei, di grande interesse nutrizionale e di elevato valore dietetico; - sotto forma di cereali soffiati; - sotto forma di germi di grano, mescolati a tutte le preparazioni e consigliabili soprattutto ai bambini; - sotto forma di cereali germinati e torrefatti: malto, succedanei del caffè a base d'orzo, segale ecc. I più comuni sono i prodotti commercializzati sotto forma di fiocchi o di farine.
I fiocchi di cereali - Si ottengono decorticando e frantumando le cariossidi, allontanando in tal modo le parti esterne ricche di cellulosa; vengono quindi trattati al vapore ed essiccati. In seguito a questo trattamento risultano più digeribili e necessitano di un tempo minore di cottura (solo 3-5 minuti). In alcune preparazioni vengono utilizzati crudi aggiunti al latte, yoghurt o spremute di frutta. Nelle preparazioni tipo "porridge", la ricetta base consiste in una minestra di fiocchi d'avena cotta fino a consistenza pastosa; consigliato nella stagione invernale, è un piatto tradizionale dei paesi del nord, di origine scozzese. Viene appunto consumato principalmente durante la prima colazione e si presta ad essere mescolato a diversi altri ingredienti che ne valorizzano il sapore. A tutte queste preparazioni a base di fiocchi o di farine di cereali si può aggiungere del miele, della cannella, della noce di cocco grattugiata o mandorle tritate, dell'uvetta, della frutta candita, della mela grattugiata, delle gelatine di bacche rosse (ribes, fragole, lamponi, mirtilli), della macedonia di frutta fresca (banane, pere, pesche). I fiocchi di cereali vengono commercializzati singolarmente in apposite confezioni. La loro durata di conservazione è limitata, in quanto sono prodotti che contengono, oltre all'amido, proteine e grassi che, col tempo, possono subire modificazioni indesiderate. Si tratta inoltre di prodotti che assorbono facilmente l'umidità, per questo motivo devono essere conservati in ambienti asciutti.
Il mueslei - È un piatto la cui denominazione deriva dal dialetto svizzero-tedesco, ormai entrato nella terminologia corrente, e che consiste in una miscela di cereali. La preparazione consiste nel mettere a bagno dei fiocchi di cereali (orzo, frumento, avena) in acqua o caffè qualche ora prima del consumo. Il mueslei, che dà la possibilità di consumare una razione di cereali in modo gradevole e semplice, si presta a numerose varianti che possono essere preparate secondo il gusto personale. Vediamo quali sono le più usuali.
Mueslei alla frutta evaporata: ai fiocchi di cereali, si aggiungono alcuni frutti essiccati come prugne ed albicocche, fichi, uva sultanina precedentemente ammollati. Al mattino i frutti vengono tagliati a pezzi, si uniscono anche alcuni datteri, si copre di latte e si dolcifica.
Mueslei alla crusca: consigliato a chi soffre di stitichezza. La sera precedente si preparano i fiocchi di cereali nel modo consueto; a parte si mettono a bagno qualche prugna secca e una piccola quantità di semi di lino. Al mattino, si mescola il tutto, si aggiunge la crusca, della marmellata di rabarbaro e del decotto d'orzo mondato.
Mueslei alla mela: ai fiocchi rigonfiati, al mattino, si aggiunge della mela grattugiata, del succo di limone e un poco di vaniglia.
Mueslei alla frutta secca: ai fiocchi rigonfiati si aggiungono mandorle, noci, nocciole, pistacchi e latte.
Mueslei ai frutti rossi: si prepara aggiungendo ai fiocchi rigonfiati la polpa o il succo di more, ribes rosso o nero, lamponi, fragole, mirtilli. Sia il porridge sia il mueslei sono preparazioni che devono essere consumate in tempi brevi e preparate di volta in volta quando si desidera consumarle.
I prodotti già pronti - In commercio, oltre ai fiocchi di cereali vari, che vengono utilizzati nelle preparazioni casalinghe del mueslei, esistono alcuni preparati già pronti commercializzati con varie denominazioni a seconda della casa produttrice. Si possono distinguere tre categorie principali. Un tipo di preparazione (denominato Alpen) consiste in una miscela di fiocchi di cereali vari, frutta secca, uvetta, zucchero, eventualmente latte in polvere e miele. È un prodotto disidratato che, aggiunto a latte o ad altre bevande, si rigonfia in breve tempo. Un altro tipo di preparazione è analoga alla precedente, contiene però un quantitativo maggiore di frutta secca e frutta evaporata (albicocche, fichi ecc.) ridotta in piccoli pezzi e fiocchi di mele disidratate. Un ultimo tipo (Crusli) è costituito da cereali vari, frutta secca, uvetta, noci di cocco, zucchero, miele, olio di cocco, È un prodotto che viene tostato e che subisce un trattamento particolare in modo tale da ottenere piccoli grappoli croccanti che non si idratano immediatamente quando vengono a contatto con il liquido prescelto (latte o succo di frutta). È consigliabile consumare quantitativi limitati di questi prodotti (sia di preparazione casalinga sia già pronti), in quanto si tratta di alimenti ricchi in carboidrati, proteine, grassi che in quantità opportune rappresentano degli alimenti energetici molto equilibrati, mentre se si eccede nel loro uso si può affaticare la digestione, inoltre si rischia di introdurre una quota calorica eccessiva.
Cereali soffiati - Altri prodotti molto diffusi sono i cereali soffiati, di granoturco o riso, venduti come tali o addizionati di zucchero, miele e uvetta che ne integrano il sapore. Il granoturco, commercializzato come corn flakes, viene prodotto con appositi processi di trasformazione del mais giallo. La cariosside del mais viene ridotta in grossi frammenti, liberata dal germe e dalla crusca ed introdotta in cuocitori cilindrici insieme ad un opportuno liquido di cottura (costituito da zuccheri, malto e sale). Durante la cottura, che richiede da una a due ore, a seconda del tipo di mais impiegato, i frammenti assorbono parte della soluzione acquosa calda, raggiungendo un'umidità del 35-45% e quando diventano traslucidi il prodotto viene sottoposto ad essiccamento. I frammenti di mais, che contengono ancora il 20% di umidità, sono successivamente introdotti in laminatoi che producono i fiocchi, che sono infine tostati in forno. A cottura ultimata, i fiocchi risultano croccanti e dorati, con un contenuto di umidità inferiore del 3%; successivamente vengono raffreddati e confezionati con macchine particolari che non deteriorano le dimensioni dei corn flakes. Meno diffuso rispetto ai precedenti è l'uso del germe di grano che può essere aggiunto a tutte le bevande. È un alimento molto ricco in sali minerali, vitamine, proteine e lipidi; può essere aggiunto a yoghurt, latte, macedonie di frutta fresca o succhi di frutta. Tra i cereali germinati e torrefatti più conosciuti si trova l'orzo solubile, che può sostituire, nelle bevande a base di latte, il cacao o il caffè.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog