Magazine

I sardi nella battaglia di Lepanto

Creato il 30 maggio 2011 da Pallequadre
Quello che molti ignorano è il ruolo chiave che hanno avuto i sardi nell'esito della battaglia del 7 Ottobre 1571.
Ma andiamo con ordine.
La battaglia che assunse il nome di "battaglia di Lepanto" vedeva contrapposte le nazioni cristiane del mediterraneo occidentale contro il grande impero ottomano.
L'impero Ottomano era talmente potente da richiedere l'attacco congiunto di diverse forze cristiane: Spagna, Venezia, Genova, lo stato pontificio (che finanziò il tutto), i savoia, il granducato di Toscana e i cavalieri di Malta. L'alleanza cristiana era capitanata da Don Giovanni d'Austria.
Don Giovanni d'Austria è noto sopratutto per la sua carriera militare, infatti venne scelto come comandante della flotta cristiana.
Il comandante aveva la possibilità di scegliere fra 26 mila militari (maltesi, spagnoli, genovesi e veneziani, fra cui c'erano 3 mila nobili) per comporre l'equipaggio della nave amiraglia, le sue guardie del corpo insomma. Un corpo d'elìte, che doveva dare al nobile la certezza che sarebbe stato all'altezza del compito.
La scelta cadde sui sardi, 400 archibugieri reclutati dagli spagnoli nel tercio di cerdena (non so come si inserisce quel carattere), che avevano impressionante il brillante stratega durante alcune battaglie marittime.
E la scelta fu più che azzeccata: i sardi erano dei grandi guerrieri, e respinsero diversi attacchi alla nave ammiraglia. Furono loro che assaltarono tre volte la nave ammiraglia ottomana, dove il comandante Mehmet Alì Pascià rimase ferito.
In seguito venne ucciso da un perfetto colpo di archibugio da uno dei militari sardi, e la sultava venne conquistata.
La morte del comandante è sempre un durissimo colpo per un esercito, che infatti si ritirò dopo una sonora sconfitta. L'intervento dei sardi è stato decisivo, e in segno di gratitudine Don Giovanni d'Austria lasciò il vessillo della sua nave ai sardi, che la portarono alla chiesa si san Domenico di Cagliari, a dimostrazione del ruolo chiave avuto dai sardi in quella storica battaglia.
Il vessillo si trova ancora li, esposto in una teca, un pò sbiadito dal tempo, ma sempre testimone del coraggio dei sardi

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Lepanto e WikiLeaks

    Sto leggendo l'ultimo libro di Alessandro Barbero (Lepanto, la battaglia dei tre imperi, Laterza). Al di là del fatto che Barbero è uno straordinario... Leggere il seguito

    Il 20 dicembre 2010 da   Angeloricci
    CULTURA, LIBRI
  • Rievocazione storica della Battaglia di Lepanto

    L’anniversario è domani, 7 ottobre. E da qualche anno – sfalzata stavolta alla domenica successiva per aspirazioni turistiche – viene organizzata a Sermoneta... Leggere il seguito

    Il 06 ottobre 2011 da   Istanbulavrupa
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • Oltre Lepanto (di Mattia Bordignon)

    Vi allego un’intervista della trasmissione “Tornando a casa” di Radio Rai 1 a Daniele Lazzeri, direttore scientifico del Centro Studi Vox Populi, che presenta... Leggere il seguito

    Il 08 novembre 2011 da   Istanbulavrupa
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • Nefertari Meretenmut: «la bellissima amata da Mut»

    Nefertari Meretenmut, il cui nome significa «la bellissima amata da Mut» (dea egizia), nacque a Akhmim, sulla sponda orientale del Nilo, molto probabilmente... Leggere il seguito

    Il 27 agosto 2014 da   Isabelje60754
    CULTURA, STORIA E FILOSOFIA
  • Venezia 71, parte la Mostra del Cinema 2014

    Da oggi al 6 Settembre si svolgerà la 71^ Mostra Internazionale d’Arte cinematografica di Venezia, che come ogni anno dà l’avvio alla nuova stagione del grande... Leggere il seguito

    Il 27 agosto 2014 da   Giuseppe Causarano
    CINEMA, CULTURA
  • Pane, fatica e…vittorie.

    “La felicità è vera soltanto se condivisa” scriveva Chris McCandless che, pur desiderando la compagnia degli amici, amava anche stare da solo. Chi può dire se i... Leggere il seguito

    Il 27 agosto 2014 da   Emialzosuipedali
    CICLISMO, SPORT
  • Difendere la terra: la lotta dei maya in Guatemala

    [Riporto questo articolo di Marco Cavinato dal Guatemala - CarmillaOnLine] In Guatemala le popolazioni che si organizzano di fronte agli interessi delle grandi... Leggere il seguito

    Il 27 agosto 2014 da   Vfabris
    ECOLOGIA E AMBIENTE, POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ

Commenta