Magazine Creazioni

Il mio Natale

Da Annarita
Eccoci, allora, questo è il terzo Natale con voi, e vorrei farvi i miei migliori auguri, sperando che queste giornate e il resto di quelle a venire, siano serene e creative e nuove per tutti. 
Soprattutto per quelli che si trovano in difficoltà, quelli che hanno paura del futuro e vedono nuvole nere addensarsi, per quelli che invece sono ottimisti e leggono nei segni il fiorire di una Nuova Era. 
Ne conosco di entrambi gli schieramenti, ed io oscillo un pò di qua e un pò di là, a volte mi sembra che siano due dimensioni spazio temporali completamente diverse, e che io debba ancora "decidere" dove voglio entrare.......
Va bene, discorsi "alti" a parte, vi racconto il Mio Natale...preparatevi, e se volete, guardate solo le figure, perchè oggi sarò logorroica!
Il mio Natale
*
Il mio Natale (che domani sera si passerà qui nella Torre fra pochi intimi), è fatto di poche cose semplici. Quest'anno tutto, regali, addobbi, decorazioni, è volutamente all'insegna del: Fatto a mano, Commercio Equo o Riciclo.Questa sarà la mia tavola: Il mio Natale
Acc..mi sono dimenticata di accendere le candele...In realtà l'idea iniziale era lo scozzese, pigne e rametti di abete...ma avrei dovuto comprare tutto lo scozzese, così ho guardato tra le mie tovaglie "buone", (mmmmm....) poi ho capito che forse era meglio cercare nei cassetti di mia madre, forse lì ce ne sarebbe stata qualcuna senza quadretti e/o oche... Così ne ho presa una in prestito, rigorosamente senza stirarla ;)e per sdrammatizzare un pò ho pensato di abbinare un colore che illuminasse e sprigionasse serotonina, fucsia! Quindi ho deciso di usare solo cose che già avevo in casa, due fazzolettini infilati in due bicchieri (ex creme spalmabili varie) abbelliti da due fiocchi diversi.Piatti del servizio buono, questi ce l'avevo, posate spaiate, bicchieri delle tante "creme" passate, portatovaglioli (li fotograferò meglio), fatto con sei anelli per tende con gancetto, ormai orfani di tende e bastone, intorno al quale ho avvolto un filo di rafia e due perle di bigiotteria, una oro e una fucsia (l'idea del colore energizzante è partito da lì). Non si vede bene, pessima fotografa!Il mio NataleNastro centrale, anche questo come gli altri, di recupero, sul quale poggiano tre candeline del colore (casualmente) leggermente più scuro della tovaglia, e tre roselline di lana prese da una vecchia sciarpa regalatami anni indietro...Il tutto è riutilizzabile perchè non ho incollato/colorato nulla, è pronto per nuovi abbinamenti futuri.
Il mio Natale
Il mio Natale
E questi sono i regali sotto al mio albero:
Il mio Natale
Non mi piace comprare un regalo economico grandicello e scenografico solo per non sfigurare, magari di dubbia qualità o scelto a caso giusto per non essere a mani vuote, o di produzione poco dignitosa, dato il mio budget molto risicato preferisco fare magari una cosa piccola, ma con un significato dietro, che va al di là del regalo.A me piace fare le cose con le mie mani, piace riciclare, non solo per questioni economiche, ritengo che il consumismo sia una delle peggiori piaghe del nostro tempo;ma a me piace anche acquistare, utilizzare i soldi (ehm...se ci sono..)per qualcosa di bello, di utile, specialmente se è qualcosa del commercio equo, o fatto a mano da qualche artigiano amico o lontano, non importa...Il rispetto per chi non ha un lavoro, o è povero, non è improvvisamente smettere di comprare, ma farlo con coscienza, indirizzare i nostri acquisti verso ciò che riteniamo "buono", comprare non per moda-lusso-status-senso di superiorità, ma perchè amiamo quella cosa. 
Così quest'anno mi sono detta: regalerò qualcosa o fatto a mano, qualcosa del Commercio Equo, e qualcosa creato con materiali di recupero. (Per l'ultima devo ancora lavorarci, non sono soddisfatta di quello che mi viene fuori....solo per il packaging va bene..)Il mio Natale
*Più c'è questa oscura nube che mi segue (ossia detta meno poeticamente, la nuvola di Fantozzi), e più io voglio i colori, voglio fare del mio meglio con quello che ho, con le forze che ho. Perchè ho capito una cosa: vivere pensando ed immergendosi nelle brutture del mondo, essere sempre e solo pieni di rabbia e lottare in ogni momento della propria vita senza concendersi MAI attimi di frivolezza, di divertimento, di piacere...è una vita sprecata;ma è sprecata anche una Vita passata a vivere solo per se stessi e per la propria famiglia, o gruppo, o paese, ignorando il mondo che ci circonda e rifiutando di tentare almeno di fare qualcosa, non fare MAI niente che sia in nostro potere per migliorare le cose!....Chi vive solo combattendo e chi vive senza indignarsi mai per me sono due mondi opposti, ma per me incomprensibili entrambi... La Vita è una (forse ce ne saranno altre, ma nel dubbio........)
*
Concludo (finalmente direte voi) ringraziando sentitamente tutti coloro che per questo Natale hanno scelto di regalare, per se o per altri cari, una delle mie creazioni.
*Buon Natale!
Il mio Natale(http://linoforest.blogspot.com/2010/12/chrissy-greetings.html)
Come sarà il vostro Natale?  

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Commenta

Dossier Paperblog