Magazine Arte

ILLUSTRAZIONE: Tra realismo e surrealismo | Ana Popescu

Creato il 19 maggio 2017 da Osso Magazine @ossomagazine
Ana Popescu è un'artista e illustratrice di 28 anni, nata in Romania ma cresciuta in Francia dove è attulmente basata. Anna ha studiato prima Arte in Germania e poi Grafica e Printmaking a Vienna presso l'Università delle Arti Applicate a Vienna. Dopo la laurea ha lavorato in un bar per 2 anni mentre provavo lentamente per stabilirmi, e adesso sono finalmente (selbstständig). Anna è rappresentata da Caroline Seidler per l'illustrazione commissionata e parallelamente lavora sui suoi progetti personali nel suo atelier di Vienna.
La sua serie 'Homes', che vi presentiamo in questo articolo, è lo sviluppo di un precedente progetto, chiamato Life on Mars. La serie rappresenta un mix di ispirazione: dalle case di Bucarest degli anni '30, alle ville moderniste di metà secolo di Palm Springs, un affascinante esempio di forme combinate con un paesaggio surreale attraverso splendidi colori e luce. Apparentemente realistico, c'è un senso di surrealismo nel lavoro dell'artista, in cui l'influenza dell'estetica di David Hockney può essere facilmente riconosciuta. Le geometrie chiare e le prospettive impegnative della serie trasformano scene semplici in qualcosa di più complesso di una rappresentazione accurata dello spazio. Ogni dipinto gioca con la profondità e la superficie nella sua composizione, poi fugge alla vita con colori forti e pennellate visibili. Potete vedere altri lavori dell'artista visitando il suo sito.
ILLUSTRAZIONE: Tra realismo e surrealismo | Ana PopescuILLUSTRAZIONE: Tra realismo e surrealismo | Ana PopescuILLUSTRAZIONE: Tra realismo e surrealismo | Ana PopescuILLUSTRAZIONE: Tra realismo e surrealismo | Ana PopescuILLUSTRAZIONE: Tra realismo e surrealismo | Ana PopescuILLUSTRAZIONE: Tra realismo e surrealismo | Ana PopescuILLUSTRAZIONE: Tra realismo e surrealismo | Ana Popescu
Immagini di Anna Popescu
var addthis_config = {"data_track_addressbar":true};
19 maggio 2017

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog