Magazine Cucina

Kodrit kadir, un dolce arabo magico

Da Dauly


kodrit kadir, un dolce arabo magico!
Su fb succede spesso che ci si ritrovi in nuovi gruppi in cui ti fa entrare qualche amico e spesso a propria insaputa. In una di questa occasioni entro per presentarmi e la prima cosa che vedo è un dolce particolarissimo, leggo la ricetta ma probabilmente è stata tradotta col traduttore automatico di google che come ben sapete invece di chiarirti le idee ti farebbe leggere meglio un testo in aramaico, per cui contatto chi l'ha postata e Monica molto gentilmente me la riscrive in modo chiaro e corretto. E qui rimango strabiliata! Devo dire che anche con la ricetta scritta perfettamente ancora questo dolce non lo capivo, il procedimento mi suonava folle, come potevo mettere un composto di torta al cioccolato SOPRA a uno di creme caramel!ricontatto la povera e paziente Monica e lei mi risponde con un "vai tranquilla"!
Ok, io sono una che si fida degli altri (a volte anche troppo ma è un'altra storia!) e comincio a preparare il dolce e assisto a una magia!
Ho eseguito la ricetta alla lettera, ho solo speziato il creme caramel con la vaniglia e il cioccolato con il cardamomo, direi che ci sono stati benissimo!
KODRIT KADIR:

Per il creme caramel: 

800gr di latte

200gr di zucchero

5 uova

vaniglia

Tagliare la vaniglia, estrarre i semini e lasciare il tutto in infusione nel latte freddo almeno per 30 minuti, sbattere le uova con lo zucchero e quando saranno belle gonfie versare il latte filtrato.

 

Per la torta:

100gr di farina

100gr di zucchero

100gr di latte

100gr di olio di semi

1 uovo

2 cucchiai di cacao

1 cucchiaino di lievito

6-7 bacche di cardamomo

Pestare il cardamomo e aggiungerlo al latte, lasciarlo in infusione almeno per 30 minuti. Sbattere l'uovo con lo zucchero, unire il latte filtrato, l'olio, la farina con il cacao e il lievito setacciati; mescolare bene per togliere eventuali grumi.

 

Per il caramello:

5 cucchiai di zucchero

Fare un caramello e coprire il fondo e i bordi di una tortiera da 22cm. Si può fare il caramello direttamente nello stampo e poi ruotarlo per coprirne i bordi. Versare il creme caramel, quindi aggiungere al centro il composto di cioccolato. A questo punto non spaventatevi perchè il composto affonderà nel creme caramel; non avete fatto un pasticcio, deve essere così! Preparare una teglia più grande che possa contenere quella del dolce e riempirla con 2cm di acqua, cuocere a bagnomaria per 60 minuti a 180° e qui vedrete la magia! Durante la cottura, il composto al cioccolato lentamente salirà formando uno strato perfetto lasciando sotto quello del creme caramel. Sfornare il dolce, toglierlo dal bagnomaria caldo e sostituirlo con acqua fredda, mettere la torta in frigo dentro al bagno maria freddo anche tutta la notte o comunque non meno di 4-5 ore.

Per sformare il dolce passare un coltello intorno al bordo per staccarlo leggermente, mettere il piatto di portata sulla tortiera e girarla rapidamente. Sformatelo solo prima di servirlo perchè il caramello bagnerebbe troppo la parte al cioccolato cambiandone la consistenza.

Me ne sono innamorata, trovo sia un dolce squisito, morbido, vellutato, anche la parte al cioccolato è umida e cremosa; mi piacerebbe provarlo con altri accostamenti speziati e a proposito di spezie questa ricetta la mando ad Alessandra per la sua raccolta!


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Commenta