Magazine Rimedi Naturali

Konjac e Shirataki per perdere peso

Da Fitoterapiapratica @FitoConsulente

Il Konjac (Amorphophallus konjac) è un tubero di grandi dimensioni, che viene coltivato nelle regioni asiatiche della zona sub-tropicale (sud est asiatico, Corea, Taiwan, Cina, Giappone).

Konjac e Shirataki per perdere peso

Il Konjac è usatissimo per l’alimentazione e sempre più usato in fitoterapia.

Ha conosciuto le luci della ribalta in Italia dal momento che ne hanno consigliato l’utilizzo ( sotto forma di Shirataki ) moltissimi libri riguardanti la dieta Dukan.

Molto tempo fa i giapponesi hanno imparato a raccogliere questo tubero ricco di una particolare fibra vegetale chiamata glucomannano; una volta raccolto e macinato il tubero, questo si trasforma in una farina che viene utilizzata per la produzione di:

1. INTEGRATORI

Konjac e Shirataki per perdere pesoIl glucomannano rappresenta un valido integratore di fibre da utilizzare per:

  1. anticipare il senso di sazietà durante le diete dimangranti, riduce la fame
  2. ridurre l’assorbimento di glucidi e lipidi
  3. migliorare la peristalsi intestinale in caso di stipsi

Deve sempre essere assunto con molta acqua per permettere all’integratore di assorbirla, gonfiandosi e creando così il “gel” che provoca il falso senso di sazietà e che non può essere assorbito dall’organismo. Questa massa di “gel” distende le pareti dello stomaco e transita nell’intestino fino a completa espulsione.

2. ALIMENTI

Konjac e Shirataki per perdere pesoTra i prodotti derivati del Konjac più utilizzati ci sono gli Shirataki, ovvero una sorta di pasta prodotta con la farina del tubero di konjac, che ormai è commercializzata in tantissimi formati: spaghetti, vermicelli, riso, gnocchi etc..

Il pregio di questi alimenti è che sono pressochè privi di calorie.

Inoltre a differenza degli alimenti a base di farina bianca, quelli a base di konjac evitano di sollecitare esageratamente il pancreas e quindi la condizione di ipersecrezione di insulina, evitando di fatto il picco (e il conseguente “down”) glicemico tipico dei carboidrati. La pasta di konjac non contiene glutine.

LA MIA OPINIONE: ho provato le tagliatelle e gli spaghetti e posso dirvi che, se state facendo una dieta che vi vieta la pasta, sono davvero una bella alternativa! Non devono essere cotti come gli spaghetti normali, hanno bisogno solo di essere “sbollentati” in acqua bollente e salata per 3 minuti.

Poi li condisci come vuoi, io ho provato al sugo, con patè d’olive, con pomodorini e zucchine. La consistenza è del tutto simile a quella della pasta di riso: la pasta di konjac si presenta trasparente e corposa, da masticare con cura. Direi soluzione promossa.

3. CURA DELLA PERSONA

Konjac e Shirataki per perdere pesoCon la farina di Konjac vengono prodotti anche articoli beauty e per la cura della persona totalmente naturali, come spugnette per skincare e  trucco (spesso con oli essenziali o profumate dal momento che il konjac trattiene l’essenza), come questa spugnetta in foto, purificante e sebo-regolatrice al bamboo, che ho deciso di provare a breve!

E’ utilizzabile più volte e dovrebbe durare fino a 3 mesi (€8.90).

Per approfondire:

Advertisements

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog