Magazine Viaggi

L'hotel Baita Dovich di Malga Ciapela, i sapori delle Dolomiti sulla Marmolada

Creato il 19 marzo 2017 da Pizzo76
C'è un posto, a Malga Ciapela, nel cuore delle Dolomiti, dove ospitalità e ristorazione si fondono in un tutt'uno creando un'esperienza sensoriale unica.Sto parlando dell'hotel Baita Dovich a Malga Ciapela, nato nel lontano 1962 come semplice ristorante e poi, dal 1991, anche hotel con 13 camere ai piedi della regina delle Dolomiti, la Marmolda, immerso in un panorama di pura bellezza.Il trend negli ultimi anni della vacanza in montagna è diventato quello della giornata di sport all'aperto inframmezzata da pranzi, cene e spuntini per ritemprarsi dalla fatica e arricchire l'esperienza con i sapori del posto. Ed è proprio questo che ho scoperto la scorsa settimana a Baita Dovich di Malga Ciapela: una cucina creativa abbinata all'ospitalità bellunese.

hotel malga ciapela baita dovich

Baita Dovich, ai piedi della Marmolada


hotel malga ciapela baita dovich

tipicità alpina


Arrivare qui significa salire con la macchina attraverso boschi innevati e raggiungere, subito dopo Malga Ciapela, quota di 1.560 metri dove si trova l'hotel. Al mio arrivo conosco Manuela che, insieme a Jacopo, gestisce l'hotel: lei ha preso in mano la conduzione dell'albergo di famiglia, lui, invece, primo chef di Baita Dovich, uno dei ristoranti più rinomati in zona Marmolada. Persone davvero alla mano che mi hanno fatto sentire come a casa, cosa importante, e non scontata, durante una vacanza.CAMERE CON VISTALa prima cosa che ho fatto è stato prendere possesso della mia camera. Qui a Baita Dovich ce ne sono 13, tutte in classico stile alpino, semplici e molto accoglienti.

baita dovich

camere semplici e confortevoli


baita dovich
Molte, come la mia, hanno la vista sui boschi della Marmolada, e devo ammettere che ammirare la Regina delle Dolomiti, stando comodamente distesi a letto, non è cosa di tutti i giorni. Se poi fuori nevica, come è successo a me, allora l'atmosfera è ancora più magica.

hotel malga ciapela baita dovich

panorama dalla camera


GUSTO, TRADIZIONE E INNOVAZIONEFiore all'occhiello di Baita Dovich è il suo ristorante. Un ambiente dove predomina il legno e tutti i piccoli dettagli tipici delle Alpi, degni di una vera baita di montagna.

baita dovich

interno del ristorante


L'hotel Baita Dovich di Malga Ciapela, i sapori delle Dolomiti sulla Marmolada

un ambiente dove predomina il legno


Con Jacopo le classiche ricette delle Dolomiti hanno trovato nuove declinazioni, sempre però nel rispetto della tradizione. Specialità e piatti tipici, da sempre protagonisti nella cucina bellunese, reinterpretati con accostamenti inediti, da provare, a cena o a pranzo.

hotel malga ciapela baita dovich

piatti della tradizione rivisitati con creatività


hotel malga ciapela baita dovich

cura nei minimi dettagli


La cucina in montagna è cambiata nel tempo e oggi sperimenta e crea piatti nuovi, esaltando l'uso di ingredienti stagionali e a km (quasi) zero. Nel menu  di Baita Dovich possiamo trovare piatti come il carpaccio di carne salada con scaglie di Piave, tagliatelle con pasta all'uovo fatte in casa con pastin e porcini, rotolino di crepes gratinato con radicchio di Treviso brasato, castagne e Piave Mezzano oppure, un classico del Bellunese, polenta e pastin ai ferri della macelleria di famiglia. Per concludere una buona scelta di dessert tra cui l'immancabile strudel di mele e panna cotta con frutti di bosco.

baita dovich

bis di primi, canederli e tagliatelle con funghi e pastin


Nello stesso ristorante si consuma anche la prima colazione. Una prima colazione che presenta un ricco buffet di torte fatte in casa, marmellate, yogurt, spaziando dal dolce al salato. La maniera perfetta per iniziare una giornata in montagna sulla neve o sui sentieri trekking estivi.

hotel malga ciapela baita dovich

prima colazione ammirando le montagne innevate


hotel malga ciapela baita dovich

seguitemi anche su Instagram: pizzo_76


SCOPRIRE:A Malga Ciapela in inverno si viene principalmente per sciare. 
12 chilometri da percorrere tutti d'un fiato da quota 3270 fino ai 1450: La Bellunese è una delle piste più lunghe delle Alpi, una rossa che non dà problemi a nessuno e che fa parte del circuito sciistico più ricco di storia delle Dolomiti con il tema della Grande Guerra.

malga ciapela

un paradiso per lo sci e per le  camminate


marmolada

la Marmolada vista durante una ciaspolata


malga ciapela

una storia dalla lunga tradizione 


Ma non solo sci. Imboccate a piedi la stradina innevata che attraversa i Serraie in un paio di chilometri raggiungerete le case del paese di Sottoguda. E' una forra strettissima, circondata da pareti da cui scendono altissime cascate di ghiaccio. Da fare con le ciaspole in inverno o comodamente a piedi in estate.

sottoguda

i Serrai di Sottoguda

PACE PER I SENSIDopo una giornata intensa di sport sulla neve, l'unico desiderio è quello di potersi rilassare in un ambiente caldo e confortevole. A Baita Dovich si può sperimentare la sauna finlandese a botte, una sauna di legno ai margini del bosco, dove ci si può distendere guardando la neve che cade fuori dalla piccola finestra. Finiti i 15 minuti in sauna ci si distende sulla comoda poltrona all'aperto oppure ci si può rotolare sulla neve! Ebbene si, il passaggio dal caldo della sauna al freddo stimola il corretto funzionamento del centro termoregolatore del nostro corpo. 

sauna

pace per i sensi


baita dovich

la sauna a botte, un'esperienza da provare a Baita Dovich


Un'esperienza da provare più volte! A conferma di come a Baita Dovich il gusto per i piccoli piaceri della vita sia una pratica quotidiana.
INFORMAZIONI UTILI:
ALBERGO RISTORANTE BAITA DOVICH
Località Malga Ciapela 96
Tel. 0437.522974
Sito internet: http://www.baitadovich.it
Email: info@baitadovich.it
ALTRE COSE DA FARE IN AGORDINO:
  • Raggiungere la cima Fertazza e ammirare uno dei belvederi più belli sulle Dolomiti 
  • Rifugio Scarpa e Col di Luna a Frassenè
  • Escursione con il CAI a Cima Framont 
  • Escursione a malga Stia e alla cascata delle Comelle in Val Gares 
  • I colori dell'autunno al rifugio Vazzoler, scoprendo le torri del Civetta  
  • Salire sul tetto delle Dolomiti e sciare sul ghiacciaio della Marmolada
  • Ammirare il mondo di ghiaccio e neve dei Serrai di Sottoguda in inverno 


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog