Magazine Attualità

May incontra Trump: prima visita ufficiale

Creato il 26 gennaio 2017 da Retrò Online Magazine @retr_online

Sarà il Premier britannico Theresa May la prima leader a incontrare Trump. Tante le incognite sulla nuova relazione speciale sull’asse Londra-Washington.

Sono passati solo sette giorni dalla cerimonia di insediamento di Donald Trump alla Casa Bianca. Tra le polemiche sui numeri dei partecipanti all’Inauguration day e l’incontro con gli amministratori delegati delle maggiori case automobilistiche americane, il nuovo Presidente ha già trovato il tempo per compiere alcune importanti mosse. Con un tratto di penna ha già smantellato alcune conquiste di Obama in politica interna. Con altri decreti esecutivi ha cominciato ad attuare alcune delle promesse fatte in campagna elettorale. E, sul versante della politica estera, ha già organizzato un incontro con il Premier inglese Theresa May.

Theresa May. Photo credit: UK Home Office via Foter.com / CC BY

Theresa May. Photo credit: UK Home Office via Foter.com / CC BY

Quello con Theresa May non sarà in realtà il primo incontro di Trump con un Premier straniero. Il tycoon, infatti, aveva già avuto modo di scambiare due parole alla Trump Tower con il Primo Ministro Giapponese Shinzo Abe. Ma, all’epoca dell’incontro, poteva solo fregiarsi del titolo di President-elect. Ora il Presidente nel pieno delle sue funzioni riceverà il Premier britannico Theresa May. Quest’ultima, alla ricerca di una sponda per un Regno Unito sempre più isolato dopo la Brexit, tenterà di rinsaldare la “relazione speciale” con gli USA.

Viene da chiedersi su quali basi, dal momento che il rapporto tra i due paesi si regge da tempo su libero scambio, atlantismo e difesa dei valori occidentali. In pratica su tutto ciò che Trump dice di voler ripudiare. May vuole invece rientrare a Londra con in tasca la promessa della firma di un accordo bilaterale di libero scambio. Ma per riuscirci dovrà ammorbidire il protezionismo e l’isolazionismo dietro cui si trincera il suo alleato. E convincerlo che “insieme possiamo ancora guidare il mondo”. Siamo alla vigilia di una nuova luna di miele tra i principali attori della cosiddetta anglosfera?

di Andrea SEVERINA

Tags:Donald Trump,Londra,regno unito,stati uniti,Theresa May,washington Next post


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :