Magazine Cucina

Morelle

Da Lauradv @antroalchimista
Morelle
Chi mi segue su questo blog sa che il doct ha dato al De Win l’ultimatum “basta troiai” , chi mi segue poi da tempo sa anche che io non amo assolutamente friggere e in casa De Win la friggitrice funziona un paio di giorni, soltanto nella settimana di Carnevale . Quest’anno, a parte le chiacchiere panna e cannella con miele di arancio, non è andata per nulla. Anzi se riesco a trovare ricette convincenti di “fritto al forno” sono la persona più felice del mondo. E così è stato per queste Morelle, ricetta letta da lei, un nome una garanzia di riuscita e bontà!
Morelle, ovvero “frittelle” eretiche perché fatte al forno. Come specifica Morena, ovviamente non dovete aspettarvi le frittelle canoniche ma il sapore e la consistenza non sono molto diverse da quelle fritte e il fatto che il De Win le abbia apprezzate significa che sono realmente buone. L’interno delle Morelle rimane morbido e noi abbiamo pensato di accompagnarle con il sanguinaccio, fatto per recuperare il tuorlo che mi è avanzato dalla preparazione delle morelle. Unica divagazione sul tema rispetto alla ricetta di Morena è stata la sostituzione dell’uvetta (che al De Win proprio non garba) con le gocce di cioccolato.
Forse non tutti sanno che… Coriandoli di Carnevale
I coriandoli devono il loro nome alla pianta omonima . Nel Rinascimento, a Carnevale e in occasione dei matrimoni, erano lanciati i frutti secchi della pianta ricoperti da uno strato bianco, come gli odierni confetti.
 
Morelle dal blogMenta e Cioccolato  
Ingredienti per circa 30-35 pezzi (dipende dalla grandezza):
240 g di acqua
50 g di burro
3 g di sale
140 g di farina 00
2 uova
1 albume
60 g di zucchero
1/2 bustina di lievito
la scorza di un limone
50-60 g di uvetta (per me 50 gr gocce di cioccolato tenute in freezer per un’oretta)
InoltreZucchero a velo
Preparazione
Preriscaldate il forno a 180° (160° se ventilato).
Mescolate il lievito allo zucchero. Lavate l'uvetta ed asciugatela bene senza metterla in ammollo. Setacciate la farina. Grattugiate la scorza di limone (o arancia).
Mettete in una pentola l'acqua, il sale ed il burro e portate sul fuoco. Fate bollire fin che si scioglie il burro quindi togliete dal fuoco, buttate tutta la farina e mescolate per farla amalgamare con un cucchiaio di legno.
Riportate sul fuoco e cuocete per circa 2 minuti mescolando sempre o fin che non si staccherà per bene dalle pareti. Lo so è un'operazione odiosa ma è molto importante.
Ora mettete questa palla di farina nella planetaria o in una ciotola se usate il frullatore con le spirali. (la foglia nella planetaria). Unite un uovo alla volta, amalgamatelo bene. Inizialmente si formeranno dei grumi, niente paura è tutto nella norma! Unite l'altro uovo ed amalgamate, quindi l'albume.
Aggiungete lo zucchero con il lievito e la scorza di arancia.
Fate intiepidire il composto e unite le gocce di cioccolato (se invece mettete l’uvetta non serve aspettare che l’impasto diventi tiepido) Foderate due teglie da forno con della carta da forno, formate dei mucchietti di pasta con l'aiuto di due cucchiaini. Potete anche usare la sac à poche ma così caserecce ed irregolari sono più belline. Infornate a metà altezza del forno una placca alla volta o due se volete usare il ventilato. 180° statico per 30 minuti oppure 160° per il ventilato. Se infornate una teglia alla volta quando la prima è cotta toglietela e cuocete la seconda.
Spegnete il forno rimettete dentro la prima teglia e lasciatele dentro finché non si raffredda se avete tempo o almeno fin che non intiepidisce. Ricordate di mettere una presina bella grossa nello sportello in modo da far uscire l'umidità. Cospargete di zucchero a velo a piacere.
Nota di Morena: se vi si appiattiscono dipende dal fatto che il vostro impasto è troppo molle, quindi fate attenzione alle uova e fate bollire bene l'acqua all'inizio. L'impasto deve essere appiccicoso e mantenere la forma quando fate i mucchietti nella carta. Evitate anche di aprire il forno per almeno i primi 20 minuti.
-----------------------------------------------  
Vuoi qualche idea per CARNEVALE? Allora sbricia in questa raccolta…

Le ricette di Carnevale dell'Antro

LE RICETTE DI CARNEVALE DELL'ANTRO


 
N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog