Magazine Viaggi

Novi Vinodolski, Croazia: tra spiagge e trekking

Creato il 06 maggio 2017 da Milanoodia

the eyes of vinodol * località balneare * castello di drivenik

Novi Vinodolski ha alle spalle una lunga storia di turismo. Già nel 1878 infatti è stata costruita in questa cittadina marittima la prima spiagga di legno della regione. Oggi è un paesino di poco più di 5.000 abitanti che dovreste visitare d’estate per il suo mare e in primavera per le splendide passeggiate che offre.

Il centro cittadino è raccolto ma ricco di ristoranti, bar e palazzi che ricordano il suo glorioso passato, quando attorno i castelli che costruiva la potente famiglia dei Frankopan crescevano gli agglomerati urbani. Anche Novi Vinodolski è sorta nei pressi di uno di questi castelli, di cui però oggi non rimane che la Torre Kvadrac, che si affaccia sulla Piazza Frankopan. Dietro la torre oltre alla Chiesa di San Filippo e San Giacomo, il cui campanile bianco domina l’intera città, troverete il piccolo centro storico, dove i locali turistici spariscono ed inizia il dedalo di vicoli classico dei borghi antichi, sui quali si affacciano case basse in pietra, ottimamente ristrutturate.

Davanti alla Torre Kvadrac si srotola invece il Korzo Vinodolskog, ovvero la via principale della città, che ospita la gran parte dei locali di Novi. Il contrasto tra la cura con cui è progettato e mantenuto questo viale e i palazzoni residenziali che vi si affacciano ci ricordano quanto anche un paesino di mare abbia radici e architettura così profondamente balcaniche.

Cosa-Vedere-Novi-Vinodolski-Croazia

Novi Vinodolski – Campanile della Chiesa di San Filippo e San Giacomo

Cosa vedere e fare a Novi Vinodolski

L’attrazione principale della città è sicuramente la sua lunga spiaggia: come spesso capita in Croazia potrete scegliere tra la zona attrezzata (solo cemento e sassi, no sabbia a Novi), che vede la presenza di costruzioni dedicate ai più piccoli e punti ristoro dedicati ai più grandi, e la parte selvaggia, dove potrete cercare un posto per stendere il vostro telo sugli scogli a picco sul mare. Il punto di forza della spiaggia centrale di Novi Vinodolski è senza dubbio il paesaggio che vi si para davanti: oltre al solito, limpido, blu e cristallino mare croato, a farla da padrone è una piccola isola a qualche centinaio di metri dalla terraferma. È l’Isola di San Marino, che potrete raggiungere solo con una barca privata (o nuotando, se siete ben allenati); un tempo utilizzata come tonnara, oggi disabitata ospita solo i resti dell’omonima chiesa. A fargli da cornice, ben visibili sullo sfondo, le alture dell’Isola di Krk (in questo articolo abbiamo parlato della città che dà il nome all’isola), che è separata da Novi Vinodolski da un braccio di mare largo poco meno di dieci chilometri.
Alle vostre spalle avrete una rinfrescante pineta, dove organizzare un picnic al riparo dal sole, sovrastata da un evocativo alternarsi di ville curate e alberghi in disuso, simbolo degli anni d’oro di Novi Vinodolski, quando il turismo era più fiorente e la proprietà privata era un sogno. Vale a dire:  non esistevano tutti gli appartamenti che oggi potete affittare per poche decine di euro e si era costretti a pernottare in un pugno di alberghi sul mare.

Cosa-Vedere-Novi-Vinodolski-Croazia

Novi Vinodolski – Isola di San Marino

Una delle attività da non farsi mancare è vedere la città dall’alto. E qui avrete decine di possibilità diverse, a seconda del vostro grado di allenamento nel trekking. Per incentivare il turismo e far godere di panorami mozzafiato, che vedono la presenza di montagne, costa e mare in un sol boccone, sono stati creati sei percorsi che portano ad altrettanti belvedere nei dintorni di Novi Vinodolski, chiamati The Eyes of Vinodol. Li trovate descritti nel dettaglio su questo sito.
Noi, che nei giorni trascorsi in paese eravamo particolarmente svogliati, abbiamo preferito tralasciare i percorsi più lunghi che promettevano una vista pazzesca sulla baia e le montagne, e ammirare Novi Vinodolski da una bassa collinetta appena fuori dal centro abitato. Per seguire le nostre tracce prendete la strada principale che costeggia il mare e percorretela verso nord (con il mare alla vostra sinistra): appena fuori dal centro, superata quindi la marina, il supermercato Lidl e il ponte, sulla vostra destra vedrete una scala in sasso: è l’inizio di una sorta di Via Crucis cittadina, con 13 piccole cappelle che si affacciano lungo tutto il percorso e che termina con la chiesetta di Kalvarija. Una volta arrivati alla chiesa sarete nel punto più alto, da cui il panorama non è affatto male. Per tornare indietro non ripercorrete i vostri passi, ma girate a sinistra, attraversando quello che sembra il quartiere più ricco della cittadina: incontrarete bellissime case (o ville?) di villeggiatura che godono del paesaggio offerto dalla collinetta che avete appena conquistato.

Cosa-Vedere-Novi-Vinodolski-Croazia

Novi Vinodolski dall’alto

In assoluto la passeggiata più bella da fare senza uscire troppo da Novi e addentrarsi in percorsi di montagna è quella sul lungomare a nord del paese. Per percorrerla uscite dal centro abitato come per raggiungere la collinetta di cui abbiamo parlato poco sopra, ma invece di girare a destra dopo il ponte prendete a sinistra: c’è una strada, a volte sterrata, altre asfaltata, altre ancora interrotta dalla spiaggia, che potreste percorrere per diversi chilometri, cullati dalle onde del mare che si infrangono sugli scogli alla vostra sinistra. Approfittate della passeggiata per cercare il vostro sasso preferito, memorizzarlo e tornarci l’indomani con ciabatte e telo da bagno: molto probabilmente sarete soli a godervi il mare croato. Sul vostro percorso incontrerete quello che ad una prima occhiata vi sembrerà un mostro di vetro e cemento, ma che nasconde un resort di lusso di proprietà Valtur.

Cosa-Vedere-Novi-Vinodolski-Croazia

Novi Vinodolski Spa & Resort Valtur

Una gita di un giorno che non dovreste farvi mancare è quella al Castello di Drivenik, considerato tra quelli meglio conservati dell’intera regione. Purtroppo a causa di una posizione un po’ sfigatavi sarà difficile (o meglio… costoso e dispendioso a livello di tempo!) raggiungere il castello e l’omonima città senza un’automobile e utilizzando esclusivamente mezzi pubblici.

Alcune guide vi consiglieranno la passeggiata a sud, verso il minuscolo paese di Povile: se avete intenzione di percorrere a piedi i pochi chilometri che lo dividono da Novi Vinodolski non fate come noi che abbiamo preso la strada principale; se la cercate con pazienza troverete la stradina che costeggia scogli e mare. Povile non ha comunque molto da offrire: è semplicemente un insieme di case estive con un minuscolo porticciolo, un paio di ristoranti e spiagge isolate. Utilizzatela come alternativa quando vi siete annoiati (possibile?) del paesaggio che potete ammirare dagli scogli di Novi.

Dove mangiare a Novi Vinodolski

Le alternative per un pasto a Novi Vinodlski non mancano, anche se il nostro consiglio è affittare un appartamento con cucina e sfruttare il grande Lidl in centro per risparmiare non poco sulla spesa per pranzi e cene. In ogni caso, uno dei ristoranti più frequentati di Novi Vinodolski è sicuramente la Pizzeria Nava, che troverete sul viale principale. Potrete scegliere tra grandi classici della cucina Balcanica come cevapcici e pljeskavica o una pizza, che, con le dovute proporzioni, è tra le migliori mangiate in Croazia. Prezzi più che ragionevoli per una città di villeggiatura (6-7 euro per pizza o cevapcici, meno di 3 euro per una birra), wifi veloce e possibilità di scegliere tra tavoli all’interno o all’esterno. A pochi metri troverete il pubblicizzato Ristorante Antika: consideratela un’alternativa solo in caso la Pizzeria Nava sia strapiena.

Dove dormire a Novi Vinodolski

Ogni famiglia con qualche risparmio negli ultimi anni ha investito nella costruzione o acquisto di un appartamento da affittare ai turisti che nei mesi estivi trasformano la sonnolente Novi in una vivace cittadina balneare. Di conseguenza ha poco senso affidarsi agli alberghi, che hanno prezzi spesso proibitivi. Tra tutte le camere presenti in città in assoluto quella che gode del rapporto qualità/prezzo migliore è Guest House Sunce: la signora Ana gestisce una mini pensione composta da appartamenti con cucina (alcuni con terrazzo e vista mare) e camere. Semplici ma funzionali, con un servizio che non ha eguali: la sera del nostra arrivo Ana ci ha fatto trovare la cena pronta, perché era troppo tardi per andare a fare la spesa. Abbiamo speso 20/25 euro per un appartamento matrimoniale con cucina, con prezzi che raddoppiano a Luglio e Agosto.
Se proprio volete prenotare in un albergo provate lo Spa & Resort Valtur di cui abbiamo già parlato: stravagante lusso balcanico a prezzi abbordabili.

La nostra tappa prima di Novi Vinodolski

Prima di arrivare nella stupenda cittadina balneare abbiamo fatto sosta per qualche giorno nella bellissima, seppur molto turistica, Isola di Krk. Se anche voi odiate la folla ma non volete rinunciare a vederla, probabilmente avrete bisogno di qualche trucchetto: dormite a Malinska, paesino un po’ meno frequentato delle altre mete, e andate nella Città di Krk in una gita di un giorno. Poi se amate i borghi medievali non fatevi mancare una visita a Omisalj.

Cosa-Vedere-Novi-Vinodolski-Croazia

Un particolare di Novi Vinodolski

Share:

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog