Magazine Cucina

Pasta lievitata

Da Sabrina Pignataro @DelizieConfiden
Quello che vi propongo oggi, è un impasto semplice, di facile preparazione, con il quale si possono realizzare diversi prodotti, sia dolci che salati, grazie al suo sapore "neutro".
Si tratta di una pasta lievitata che non necessita di una gran lavorazione, e neanche di tempi molto lunghi di lievitazione.
Dopo una prima lievitazione relativamente breve (si va da un minimo di 40 minuti ad un massimo di 1 ora, dipende anche dal luogo in cui si lascia lievitare l'impasto), si può procedere alla composizione del prodotto dando o la forma finale, oppure lavorandolo per aggiungere nuovi ingredienti; in entrambi i casi si procede con una seconda breve lievitazione di appena 15 -20 minuti .... et voilà, il gioco è fatto.
Con questo stesso impasto ho realizzato dei paninetti (dei bottoncini) molto soffici all'interno e ben dorati all'esterno, una rosa al pesto, e dei sofficiotti con crema di nocciola.
Per la preparazione della rosa al pesto e dei sofficiotti alla crema di nocciole ci saranno dei post dedicati, per ora vi lascio con la ricetta base.


pasta lievitata

Ingredienti:
200 gr di farina 00
Pasta lievitata400 gr di farina manitoba
25 gr di lievito di birra fresco
10 gr di zucchero semolato
10 gr di sale integrale fino
50 ml di olio di oliva
1 cucchiaio di aceto di vino bianco
300 ml di acqua tiepida
Con questi quantitativi si possono realizzare circa 15 paninetti di media grandezza, oppure una rosa grande (o una pagnotta)
Procedimento:
In una ciotola versare tutti gli ingredienti (il panetto di lievito sbriciolato grossolanamente) ad eccezione dell'acqua tiepida nella quale sciogliere il sale.
Versare l'acqua poca alla volta nella ciotola ed iniziare a lavorare con le mani fino a quando gli ingredienti secchi si saranno ammorbiditi ed iniziano ad amalgamarsi, quindi aggiungere altra acqua e continuare a lavorare; ripetere fino ad inserire tutta l'acqua nell'impasto che vien man mano a formarsi.
Questo procedimento può essere effettuato anche con la planetaria, avendo cura di aggiungere l'acqua (in cui abbiamo sciolto il sale) sempre poca alla volta.
A questo punto, infarinare il piano da lavoro e trasferirvi il composto per poterlo lavorare energicamente per almeno 5 minuti, fino ad ottenere cioè un impasto solido, liscio e non appiccicoso.
Formare una palla mettere a riposare in una ciotola ben oleata, coperta con un panno asciutto e pulito, in un luogo caldo (io nel forno con la sola luce accesa).
Lasciar lievitare la pasta fino al suo raddoppio, per circa 40 minuti fino ad un massimo di 1 ora (io lascio sempre lievitare 1 ora).
Pasta lievitata
Trascorso il tempo di questa prima lievitazione, riprendere l'impasto e dividere in tanti pezzi ai quali andremo a dare una forma tondeggiante se vogliamo realizzare dei bottoncini di pane*,
Pasta lievitata Pasta lievitata
oppure andremo a stendere per poi farcire con altri ingredienti per realizzare delle rose o delle trecce farcite (dolci o salate),
Pasta lievitataPasta lievitata
oppure senza spezzare l'impasto ma semplicemente aggiungendo altri ingredienti e lavorandolo energicamente per amalgamare il tutto, se si vuol realizzare un pane farcito.
In tutti e tre i casi, lasciar lievitare l'impasto e/o i singoli impasti per ulteriori 15-20 minuti.
Procedere quindi alla cottura in forno statico preriscaldato a 180°C per 15 minuti in caso di piccoli pezzi, 25-30 minuti in caso di pezzi più grandi.
Una volta sfornate, far raffreddare completamente prima di servire.
Pasta lievitata
...... e voi cosa ci preparereste?
*NB: per realizzare i bottoncini della stessa forma e grandezza ho utilizzato la teglia dei muffin ben oleata e infarinata,  dove ho lasciato lievitare (la seconda lievitazione) per 15 min le palline di impasto e poi cotti direttamente.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog