Magazine Rimedi Naturali

Rassodare le braccia: in poco tempo

Da Inerboristeria

Rassodare le braccia: I tricipiti sono delle parti del corpo in cui tende ad accumularsi con molta facilità il grasso in eccesso. Per questa ragione il rassodamento delle braccia risulta essere un’impresa più difficile, ma non impossibile da intraprendere. Eseguendo degli esercizi di rafforzamento dei muscoli delle braccia, accanto ad un allenamento che coinvolga tutto il resto del corpo, si riusciranno ad ottenere dei buoni risultati. Nonostante questo sia vero, alcune persone hanno molta difficoltà a rassodare questa specifica area del corpo; ciò dipende da una condizione di base, che è possibile collegare alla genetica e nello specifico il problema dipende dal numero di cellule adipose presenti nelle varie parti all’interno del corpo. Tali aree problematiche tenderanno ad ogni modo ad abbassare le loro difese nel momento in cui il corpo iniziare a diminuire la percentuale di grasso accumulato nel tempo.

Rassodare le braccia in poco tempo: Rassodare e tonificare le braccia non è un’impresa molto difficile da perseguire, ma richiede costanza nell’allenamento, associata ad una dieta povera di grassi. La combinazione di entrambe le componenti è necessaria dal momento che l’esecuzione della sola attività fisica non riuscirà a mettere in risalto i muscoli e quindi evidenziare quanto siano rassodate le bracciaAl fine di ottenere un risultato effettivo e visibile, le braccia devono essere allenate con pesi ridotti per almeno tre volte alla settimana. Il programma di allenamento non deve essere mirato, ma deve coinvolgere ogni parte del corpo; seguire quindi un programma di allenamento cardiovascolare. Un allenamento della resistenza permette di rassodare le braccia flaccide, mentre un allenamento cardio permette di elevare la frequenza cardiaca e quindi aumentare il metabolismo, il che si traduce in una perdita di grassi. Si deduce quindi che entrambi i fattori sono molto importanti e strettamente collegati.

Come rassodare le braccia velocemente

Rassodare le braccia

Esercizi per rassodare le braccia

L’allenamento delle braccia deve mirare ad ogni parte di esse. È bene lavorare con la parte anteriore, ovvero il bicipite, così come quella posteriore, il tricipite. Oltre che le braccia un allenamento per essere ancora più efficace deve coinvolgere anche le spella (deltoidi anteriori e posteriori) ed il torace, oltre che mirare alla parte superiore della schiena. Alcuni degli esercizi per il rassodamento delle braccia sono i seguenti.

  • Sedetevi su di una sedia o su di una panca piana e tenete in entrambe le mani dei manubri leggeri. Mantenete i  piedi ben saldi a terra e le ginocchia piegate. Stringete gli addominali durante i movimenti e tenete i gomiti leggermente piegati. Sollevate quindi la mano destra fino a quando questa si sia avvicinata al petto ed il gomito sia completamente flesso. Abbassate il braccio nuovamente verso il basso e ripetete ancora lo stesso movimento alzando però il braccio sinistro. Eseguite due o tre serie da minimo 10 ripetizioni ognuna.
  • Eseguite quest’esercizio con l’aiuto di un manubrio. Mantenete il busto in posizione ben eretta e stringete gli addominali durante i vari movimenti e controllate allo stesso tempo la respirazione. Afferrando quindi il manubrio, piegate i gomiti e portate il manubrio in avanti. Dopo ciò, mantenendo ancora i gomiti leggermente piegati, stendete le braccia. Ripetete l’esercizio facendo due o tre serie da 10 ripetizioni l’una.
  • Eseguite delle flessioni al muro. Posizionatevi di fronte ad un muro, in posizione eretta. Poggiate il palmo delle mani contro la parete. Restate con tutto il corpo a circa 2 metri di distanza dal muro. Essendovi posti in questa posizione, siete pronti per avviare le vostre flessioni. Portate il busto in avanti e piegate le braccia in modo da avvicinarvi al muro, sino a toccarlo. Nel momento in cui siete vicini al muro, fate una leggera pressione sulla mani, per tornare alla posizione di partenza. Seguite lo stesso esercizio per 10-12 ripetizioni ed eseguite da 2 a tre serie di queste flessioni.
  • Questo esercizio è molto efficace per allenare, in particolare, i bicipiti. Per l’esecuzione di questo esercizio è necessario disporre di due pesi. Ponetevi in posizione eretta e divaricate le gambe, in maniera tale che siano poste alla stessa larghezza delle spalle; lasciate le braccia lungo i fianchi e tenete in ogni mano un peso afferrandolo in modo da dirigere il palmo delle mani verso il basso. Successivamente piegate il braccio sinistro formando un angolo di 90 gradi. Mantenete questa posizione ed alzate contemporaneamente anche il braccio destro. Piegate le braccia in modo che arrivino a toccare le spalle. Nella fase successiva, abbassate entrambe le braccia e ripetete nuovamente gli stessi movimenti. Per rendere l’esercizio più difficile, afferrate i due pesi tenendo il palmo delle mani rivolto verso l’alto anziché verso il basso ed eseguite gli stessi movimenti anziché piegando le braccia e portandole verso la spalla, stendetele in avanti, quindi seguendo una direzione orizzontale.

Per aumentare l’efficacia dell’allenamento, aumentate nel corso del vostro allenamento l’intensità dei pesi utilizzati, purché non siano mai esagerati. Andando avanti nel tempo è possibile che alcuni allenamenti diventino leggeri nella loro esecuzione, pertanto diviene necessario aumentarne la difficoltà. Per fare un esempio, nel caso di esecuzione di flessioni al muro, quando queste divengono facili è possibile  variare leggermente la loro esecuzione e quindi anziché eseguirle al muro, si possono eseguire su di una panca piana o altrimenti direttamente a terra. Questa semplice modifica rende ancora più efficace l’esercizio svolto.

Consigli per rassodare le braccia

Il rassodamento delle braccia può essere ottenuto non solo eseguendo esercizi quali ad esempio flessioni o esercizi con i pesi, ma anche svolgendo attività quali yoga e pilates, ed allo stesso modo sport come il canottaggio. Oltretutto l’esecuzione di esercizi di questo genere riescono ad alleviare eventuali dolori o disturbi alla schiena ed a fornire una migliore postura. Ad ogni modo è bene variare regolarmente gli esercizi e le attività fisiche che si svolgono. Non eseguire sempre la stessa routine di esercizi dal momento che i muscoli tendono ad abituarsi e quindi non renderebbero allo stesso modo con l’avanzare del tempo. Prima di iniziare qualunque attività fisica, si ricorda che è molto importante scaldare i muscoli facendo una semplice corsa o un giro su di una cyclette. In questa maniera si eviteranno strappi muscolari e lesioni. Gli esercizi devono poi essere eseguiti lentamente, d’altra parte una loro esecuzione veloce, con molta probabilità implica che gli esercizi non siano eseguiti nella maniera corretta.

Si consiglia di stilare un programma di allenamento settimanale che permetta di tonificare ogni gruppo muscolare. La frequenza di allenamento deve essere tale da permettere ai muscoli di riposare almeno un giorno prima della successiva sessione di allenamento.

Dei muscoli rassodati e tonici non saranno ovviamente evidenziati nel caso in cui sia presente troppo grasso attorno le braccia. È bene fare attenzione, dunque, alla linea. Per quanto riguarda l’alimentazione è bene limitare il consumo di grassi saturi e preferire piuttosto i grassi non-saturi come ad esempio, l’olio di oliva, di colza, semi di lino, semi di canapa ed olii di pesce. Non sempre è necessario ridurre il consumo di alimenti, ciò che è più importante è fare attenzione a cosa si mangia: piuttosto che privarsi di mangiare, è bene concentrare la propria dieta su cibi più sani e quindi aumentare il consumo di frutta, verdura ed alimenti ricchi di fibre, alimenti ricchi di sostanze nutritive ed acqua.

La formazione di braccia rassodate, in cui i muscoli siano più definiti ed evidenti è possibile a qualsiasi età.

Il vostro programma di allenamento, sia nel caso in cui consista nell’esecuzione di esercizi mirati combinati ad esercizi generali per tutto il corpo, o nel caso in cui consista in altre attività fisiche, vi permetterà di ottenere dei risultati visibili già dopo che siano trascorse solo poche settimane: nel giro di un mese al massimo le vostre braccia saranno rassodate e sicuramente molto meno flaccide. Il segreto è non abbandonare il proprio obiettivo e continuare quindi con la giusta determinazione nel proseguimento del proprio esercizio e della propria alimentazione.

Consigli efficaci per rassodare le braccia

Esercizi palestra allenamento fitness

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Commenta