Magazine Società

Recupero sottotetti Lombardia: se l’edificio ha 3 anni si può fare!

Creato il 19 maggio 2017 da Ediltecnicoit @EdiltecnicoIT
Recupero sottotetti Lombardia: se l’edificio ha 3 anni si può fare!

Approvate in Lombardia le modifiche alla legge 12/2005 che consiste nell'anticipazione da 5 a 3 anni del periodo dopo il quale è possibile procedere con il recupero dei sottotetti e conseguente riduzione delle tasse. Questa, insieme alla possibilità per i Comuni lombardi di prevedere esenzioni su oneri di urbanizzazione per il recupero di immobili dismessi o abbandonati, sono alcune delle novità previste dalla legge di semplificazione 2017 approvata a maggioranza dal Consiglio Regionale della Lombardia.

Cosa cambia per il recupero dei sottotetti

La legge di semplificazione 2017 modifica la Legge 12/2005 nei seguenti punti:

- il recupero dei sottotetti è possibile se l'edificio ha 3 anni, con la legge precedente gli anni erano 5;

- gli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria e contributi edificatori in misura inferiore perché rapportati a quelli previsti per le ristrutturazioni, con la legge 12/2005 si faceva riferimento a quelli previsti per le nuove costruzioni;

- la maggiorazione facoltativa è ammissibile da parte del Comune solo fino ad un massimo del 10% (prima era del 20%);

- l'esenzione dai contributi edificatori e dagli oneri di urbanizzazione se il sottotetto è collegato alla "prima casa" e fino a 40 mq di superficie.

Leggi anche Sottotetto: per fare un recupero abitativo, quali caratteristiche deve avere?

Recupero sottotetti Lombardia: se l’edificio ha 3 anni si può fare!

Mario Di Nicola, 2016, Maggioli Editore

Le altre Regioni

I sottotetti sono ambienti con un grande potenziale a livello di progettazione. I vantaggi dati da luce dell'ultimo piano e tranquillità non sono pochi. Intervenendo nei sottotetti, l'immobile può acquisire ulteriore valore e i lavori possono essere effettuati recuperando in parte l'investimento economico mediante agli incentivi fiscali.

Il permesso di costruire è necessario per le nuove costruzioni compresi gli ampliamenti edilizi che, ovviamente, modificano il volume o la sagoma degli edifici. C'è però un' eccezione a questa regola ed è quella legata ad ampliamenti edilizi di piccola entità riguardanti le strutture pertinenziali (terrazze, cantine, box auto, ecc.): per queste tipologie di manufatti edilizi e per ampliamenti fino al 20%, le nuove disposizioni normative consentono di iniziare i lavori producendo la SCIA.

Continua a leggere: Sopraelevazioni e sottotetti, tutte le regole Regione per Regione


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog