Magazine Società

Ricostruzione terremoto, Errani: le Società di Ingegneria possono partecipare

Creato il 20 marzo 2017 da Ediltecnicoit @EdiltecnicoIT
Ricostruzione terremoto, Errani: le Società di Ingegneria possono partecipare

In una nota all'OICE, il Commissario speciale per la ricostruzione, Vasco Errani, ha confermato l'iscrizione delle società di ingegneria nell'elenco speciale per l'esecuzione delle attività previste dall'Ordinanza 9 gennaio 2017, n. 12. Si tratta di un favoreggiamento illegittimo, risponde la rete delle Professioni tecniche.

(pubblicata nella GU n. 13 del 17 gennaio 2017) contiene le disposizioni finalizzate ad assicurare la massima trasparenza nel conferimento degli incarichi di progettazione e direzione dei lavori attraverso l'istituzione di un elenco speciale dei professionisti abilitati, denominato "elenco speciale", con la definizione dei criteri finalizzati ad evitare concentrazioni di incarichi che non trovano giustificazione in ragioni di organizzazione tecnico-professionale.

Clicca qui per scaricare L'Ordinanza per il conferimento degli incarichi di progettazione per la ricostruzione

Chi è incluso nell'elenco dell'Ordinanza 12

Nell'articolo 5, paragrafo 1 lettera g) del protocollo d'intesa allegato all'Ordinanza 9 gennaio 2017, n. 12 sono riportati i criteri e i requisiti minimi utili all'iscrizione dei professionisti abilitati all'Elenco speciale. Tra questi criteri " essere un operatore economico professionale riconducibile, con riferimento alle opere pubbliche, a una delle categorie previste dall'articolo 46 del decreto legislativo n. 50 del 2016. Con riferimento alle opere private, a una delle seguenti categorie soggettive (ferma restando l'equivalenza per i professionisti UE aventi sede o stabilizzati in altri stati membri): professionisti individuali; professionisti associati; società tra professionisti di cui al DM 8 febbraio 2013, n. 34 attuativo dell'articolo 10, comma 10, della legge 12 novembre 2011, n. 183; raggruppamenti temporanei fra operatori economici professionali riconducibili alle sopraindicate categorie".

Le Società di Ingegneria possono progettare e dirigere la ricostruzione

Dal momento che le Società di Ingegneria sembrano essere escluse dal mercato privato, sembravano escluse anche dall'elenco.

Invece no. In una nota all'OICE, infatti, il Commissario speciale per la ricostruzione, Vasco Errani, ha confermato l'iscrizione delle società di ingegneria nell'elenco speciale per l'esecuzione delle attività previste dalla stessa Ordinanza 12. Errani ha scritto chiaramente che "l'articolo 5, paragrafo 1 lettera G) del protocollo d'intesa allegato all'ordinanza n. 12 del 2017 consente l'iscrizione delle società di ingegneria nell'elenco speciale per l'esecuzione delle attività previste dalla medesima ordinanza sia con riguardo alle opere pubbliche, sia con riferimento alle opere private".

Leggi anche Ricostruzione post terremoto: rotazione degli incarichi e rimborso sono necessari

La reazione della RPT: è illegittimo!

La Rete Professioni Tecniche (RPT) ha commentato così: "Siamo stupefatti dal fatto che si vogliano favorire, illegittimamente, le società di ingegneria, consentendo loro l'iscrizione nell'elenco speciale per l'esecuzione delle attività previste per la ricostruzione delle zone terremotate, sia con riguardo alle opere pubbliche, sia con riferimento alle opere private".

"In base alle vigenti disposizioni di legge per le società di ingegneria non si fa alcun tipo di riferimento alla possibilità di acquisire incarichi da soggetti privati. Oltre a ciò, a fronte dei divieti riguardanti le società tra professionisti (tra cui rientrano le società di ingegneria) - operate con la L. 266/1997, art. 24, che ha abrogato l'articolo 2 della legge 23 novembre 1939, n. 1815 - non ne è mai seguito il decreto relativo ai requisiti per l'esercizio delle attività di tali società, previsto al comma 2 del medesimo articolo e mai attuato dal Ministero della Giustizia".

Secondo legge, quindi, le società di ingegneria non possono stipulare contratti con soggetti privati: "è grave dover sottolineare che si sta assistendo al tentativo di ovviare a tale vuoto normativo con una previsione di legge allo stato contenuta nel Disegno di Legge Concorrenza, attualmente all'esame del Senato e non ancora approvato". Ecco perché la RPT ha utilizzato il termine " illegittimamente ".

La RPT chiede che venga ripristinata la legalità che dalla sua nascita ha caratterizzato la Struttura Commissariale per la ricostruzione, basta sulla rinnovata fase di collaborazione tra professionisti tecnici e struttura commissariale, collaborazione che ha portato a un numero sempre crescente di professionisti attivi nei territori colpiti dal sisma.

Ricostruzione terremoto, Errani: le Società di Ingegneria possono partecipare

Marco Agliata, 2017, Maggioli Editore


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog