Magazine Cultura

SEGNALAZIONE - Lǎowài, un pratese in Cina. Diario di un expat da Chinatown all’Estremo Oriente di MartinoExpress | goWare

Creato il 20 aprile 2017 da Nel @PeccatiDiPenna
SEGNALAZIONE - Lǎowài, un pratese in Cina. Diario di un expat da Chinatown all’Estremo Oriente di MartinoExpress | goWareTITOLO: Lǎowài, un pratese in Cina. Diario di un expat da Chinatown all’Estremo Oriente
AUTORE: MartinoExpress
EDITORE: goWareGENERE:ViaggiPREZZO: ebook 6,99 € | cart. 11,99 €PAGINE: 184
TRAMALǎowài, così i cinesi chiamano, in modo più o meno colorito, lo straniero. Per Martino, nato a Prato, non distante da quella che sarebbe divenuta la più imponente Chinatown d’Italia, lo straniero era il tipo dagli occhi a mandorla, la voce chiassosa e il pigiama di pile in pieno giorno. Non sospettava che, in un batter d’occhio, sarebbe diventato lui il Lǎowài e che la Cina sarebbe presto stata casa sua.
“O icché ttu ci va’ a fare ’n Cina, Nini... che i cinesi son tutti qui!” gli aveva detto la nonna, 94 anni tutti vissuti a Prato, eppure Martino si è fatto tirare dentro con tutte le scarpe, vittima e allo stesso tempo protagonista di quel delirio cosmico che è la controversa e caotica società cinese all’inizio del Terzo Millennio.
Nel libro Lǎowài, un pratese in Cina. Diario di un expat da Chinatown all’Estremo Oriente, edito da goWare, Martino racconta in modo ironico e divertente la sua esperienza di vita incasinata e sempre in divenire all'interno di una cultura così diversa, distante e con logiche tutte sue.
Chiunque sia interessato, quindi, a scoprire come appare la Cina dei giorni d’oggi a chi ci piomba dentro all’improvviso, a buttare un occhio al di là dalla Grande Muraglia pur rimanendo comodamente – ma solo per il momento – sul proprio divano, a curiosare nei momenti di vita di un italiano che sta facendo dell’Estremo Oriente casa sua, o a scoprire che c’entra Tiziano Ferro in tutto questo, non può mancare la lettura di Lǎowài, un pratese in Cina.
AUTOREMartinoExpress nasce a Prato, dove vive a più riprese per quasi quarant’anni. Dopo invece no. Ha una laurea a pieni voti, un dottorato, un lavoro serio ma non li dimostra. Creativo di natura, architetto di professione, indissolubilmente votato alla causa del futile, banalizzatore seriale, devoto della carbonara e dei social network, blogger domenicale e scrittore notturno.
Il suo blog martinoexpress

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog