Magazine Società

Stadio Roma, prima pietra nel 2017. La fine dei lavori potrebbe avvenire entro il 2020

Creato il 25 febbraio 2017 da Stivalepensante @StivalePensante

Se non ci saranno impedimenti burocratici, e se arriverà il parere positivo da parte della Regione Lazio in conferenza dei servizi, la posa della prima pietra del nuovo stadio della Roma a Tor di Valle potrebbe essere posta già entro quest’anno. Si stima che la fine dei lavori, se non ci saranno ostacoli, potrebbe avvenire tra il 2019 e il 2020.

(Foto © AS Roma | Official Website)

(Foto © AS Roma | Official Website)

Stadio Roma, prima pietra nel 2017. La fine dei lavori potrebbe avvenire entro il 2020. “La giunta Raggi e l’As Roma hanno annunciato un nuovo progetto per la realizzazione dello stadio a Tor di Valle. L’accordo è sicuramente una buona notizia perchè fa compiere un importante passo in avanti e supera le incertezze degli ultimi 7 mesi. Ricordo che l’attuale conferenza dei servizi è incardinata, come prevede la legge, sulla delibera approvata dal consiglio comunale che ha riconosciuto il pubblico interesse al progetto presentato nel 2014. Quindi, se il progetto cambia, bisognerà richiedere una nuova valutazione tecnica e un nuovo pronunciamento da parte del Consiglio comunale di Roma sul pubblico interesse“. Lo dichiara in una nota l’assessore alle Politiche del Territorio e alla Mobilità della Regione Lazio, Michele Civita.

Nel merito, aggiunge Civita, “mentre è stato detto chiaramente che le attuali cubature saranno ridotte in modo significativo, non si conoscono ad oggi le opere e le infrastrutture che l’accordo reputa indispensabili per garantire la mobilità sia pubblica che privata, il miglioramento dell’ambiente e della qualità urbana, decisivi per uno sviluppo sostenibile di quel quadrante della città. Su tutto ciò la Regione, in modo costruttivo e in coerenza con l’attività fin qui svolta, eserciterà il ruolo e la funzione di sua competenza”. (ADNKRONOS)


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :