Magazine Attualità

Stanchezza e sonnolenza: il mal di primavera

Creato il 19 marzo 2017 da Yellowflate @yellowflate

Il mal di primavera è un disturbo che si manifesta alla fine della stagione fredda. Insonnia, nervosismo e stanchezza sono soltanto alcuni dei sintomi che si manifestano fra adulti e bambini.

Il mal di primavera

Il cambio di stagione è un momento delicato per il corpo che si deve adattare alle temperature più alte e a un numero maggiore di ore di luce che allungano notevolmente le giornate. i disturbi più frequenti sono l', la Durante il giorno è facile sentirsi senza energia e debilitati mentre di notte si stenta a prendere sonno. Per molti italiani, il mal di primavera si accompagna con le allergie tipiche di questa stagione, che causano occhi rossi, naso gonfio e raffreddore.

Nei più piccoli, ma non soltanto, è possibile che compaia anche l'inappetenza.

La stanchezza di primavera può essere anche legata alla tipologia di pasti consumati durante l'inverno, quando si prediligono pietanze elaborate e corroboranti.

Stanchezza di primavera, cosa fare

La stanchezza di primavera dura, in genere, il tempo necessario perché il nostro organismo si adatti ai nuovi ritmi. E' importante però non trascurarla e rivolgersi al proprio medico se perdura nel tempo, se si associa ad altri sintomi o se peggiora.

Per vincere la stanchezza primaverile bisogna intervenire sia sullo stile di vita che sull'alimentazione. La dieta deve essere arricchita con frutta e verdura di stagione come asparagi, carciofi, agrumi e bietole. In tavola non dovrebbe mai mancare un piatto di verdura fresca che si può associare alla frutta, anche secca.

La stanchezza del cambio di stagione si vince ricorrendo a cibi che contengono le vitamine del gruppo B, presenti per esempio nella carne, nelle uova e nei cereali integrali, come il riso. L'alimentazione deve comprendere il pesce, dalle due alle tre volte alla settimana, i latticini e i legumi che sono una miniera di sali minerali, fibre e proteine vegetali.

Contro il mal di primavera è consigliabile assicurarsi un numero sufficiente di ore di riposo, che non dovrebbero scendere al di sotto delle sette o otto per notte.

La stanchezza e la debolezza si vince, anche, col movimento. Fare attività sportiva rinforza la muscolatura, dona energia e favorisce la produzione delle endorfine, gli ormoni del benessere. Lo sport, da fare sempre dopo una visita medico sportiva, è utile per controllare il peso, accelerare il metabolismo e regolarizzare molti parametri, come la glicemia.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine