Magazine Politica Internazionale

Tap. Tar del Lazio dà via libera ai lavori: sconfitta la Regione Puglia

Creato il 20 aprile 2017 da Giacomo Dolzani @giacomodolzani

Tap. Tar del Lazio dà via libera ai lavori: sconfitta la Regione Pugliadi Giacomo Dolzani

Anche il Tar del Lazio, così come aveva già fatto il Consiglio di Stato, dà ragione a Tap Ag, l’azienda che sta realizzando il Trans Adriatic Pipeline, e respinge quindi il ricorso avanzato dalla Regione Puglia, dando quindi il via libera alla ripresa dei lavori per la realizzazione dell’opera.
Trans Adriatic Pipeline è infatti un gasdotto che consentirà a 20 miliardi di metri cubi all’anno di gas naturale, estratto nel giacimento di Shah Deniz-II (Azerbaigian), di fluire verso l’Italia, garantendo una maggiore diversificazione delle fonti di approvvigionamento di metano nazionali ed europee.
La tubazione del Tap, raccordandosi con il Trans Anatolian Pipeline (Tanap) a Kipoi, nella Grecia orientale, attraverserà tutta la parte settentrionale della penisola ellenica (550km), percorrendo poi da est ad ovest l’intera Albania (215km) fino al terminale di Seman, dove comincerà il tratto sottomarino sul fondale adriatico (105km), il quale terminerà a Melendugno, comune pugliese, il quale sarà interessato da un tratto di 8km di tubazioni (sugli 878km totali). Per realizzare questo breve tratto (che sarà comunque in gran parte interrato) è previsto l’espianto di circa 200 ulivi, che verranno poi nuovamente ripiantati nella loro posizione originaria ad opera conclusa.
L’avvio dei lavori ha però scatenato le proteste di parte della comunità e delle istituzioni locali che, oltre ad essere ricorse alle vie legali (uscendone sempre sconfitte) hanno organizzato manifestazioni di protesta contro l’azienda.
Dal canto suo Tap ha rilasciato poche ore fa un comunicato, diffuso sul sito internet della società, in cui esprime tutta la propria soddisfazione per l’ennesima sentenza favorevole: “Questo certifica, ancora una volta, la correttezza delle procedure adottate. Tap proseguirà con i lavori rispettando scrupolosamente le leggi e le prescrizioni di natura ambientale, per garantire alla Puglia e all’Italia un’infrastruttura che porterà gas naturale, che contribuirà a ridurre l’inquinamento e favorirà l’indipendenza energetica del nostro paese.”

da Notizie Geopolitiche



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog