Magazine Cucina

Torta al cioccolato recuperata: come rimediare agli errori coprendoli con altri.

Da Andantecongusto @Andantecongusto
Same mistake - James Blunt
Torta al cioccolato recuperata: come rimediare agli errori coprendoli con altri. Questa torta nasce dalla necessità di non buttare una discreta quantità di ganache da ottimo cioccolato fondente al 72% che per qualche inconsapevole errore ha finito per impazzire.
Si, perché a volte sarebbe meglio attaccarsi ad una tavoletta di nero purissimo e farselo "nature", invece che pretendere di essere Willy Wonka e creare cose che voi umani...
Insomma, forse esigo troppo da me stessa e dalla cucina e in certi momenti avrei voglia di darmi una calmata.
Come quella volta che presa dal desiderio di dolce, ho messo una tavoletta da 100 g di fondente alle nocciole in una mezza baguette ancora calda ed ho visto il paradiso: immediato, semplice, pulito.
Poi mi chiedo perché la gente si droghi se basta così poco per essere felici. Mah!
Per farla breve, l'impazzimento della ganache è avvenuto mentre preparavo le farcie dei macaron.
Immagino che la causa del disastro sia stata la temperatura della panna al momento in cui l'ho versata sulla cioccolata fusa (era forse troppo calda): mentre mescolavo, i due elementi si sono separati, creando un composto granuloso e molliccio tanto simile allo Skifidol.
Per una persona che legge i segni come la sottoscritta, sarebbe dovuto essere chiaro da allora che certe cose vanno fatte con la dovuta calma, ma la storia dei macaron ormai la sapete tutti e possiamo parlare di altro.
Resta il fatto che subito dopo avrei sbattuto tutto, ciotola compresa, nella spazzatura, con tanto di "vaiafareinculo" di comporto che così generosamente sgorga dal cuore quando le cose non mi vengono alla prima.
Nella mia personale lista di cose detestabili, ai primi posti ci sono gli errori in cucina che causano lo spreco di ingredienti preziosi.
Là dove è possibile, cerco di rimediare, ma quando il disastro è davvero esagerato, divento una jena e mi aggiro per la cucina come un serial killer in pieno raptus omicida.
Bisogna starmi alla larga.
Consapevole del mio comportamento tristo, ho deciso di contare fino a 10 e di lasciare la ciotola in frigo in attesa di un'ispirazione.
La notte porta consiglio ed il giorno dopo ho deciso che avrei infilato questa ganache nell'impasto di una torta, che per colazione o merenda è sempre benvenuta.
Nasce così la mia torta al cioccolato "recuperata" da una fine ingloriosa, che tanto poco è durata.
Torta al cioccolato recuperata: come rimediare agli errori coprendoli con altri. Ingredienti per uno stampo da 26 cm a cerniera. 
240 g di cioccolato fondente al 72%
150 ml di panna fresca
50 g di burro morbido a dadini
6 uova grandi a temperatura ambiente
225 g di zucchero
50 g di fecola di patate
50 g di farina di riso
8 g di lievito per dolci.
zucchero a velo per rifinire.
  • Preparate la ganache tritando il cioccolato finemente e facendolo fondere a bagno maria.
  • A parte scaldate la panna fino a farla fremere. Lasciate intiepidire 2/3 minuti quindi versate la panna a filo sulla cioccolata. Lasciate un paio di minuti che la panna sciolga la cioccolata. 
  • Con una frusta o un cucchiaio, mescolate con energia la cioccolata con la panna fino a che il composto non sarà lucido ed omogeneo, quindi aggiungete il burro e mescolate ancora per incorporarlo. Tenete da parte. 
  • Nella ciotola della planetaria montate bene ad alta velocità le uova con lo zucchero fino a che la massa non avrà quasi triplicato, divenendo soffice e chiara e non scenderà come un nastro una volta sollevata la frusta. 
  • Versate a filo la cioccolata nella massa di uova, mentre continuate a montare questa volta a velocità media, e fate incorporare bene la cioccolata. 
  • Setacciate le farine ed il lievito quindi incorporatelo alla massa montata, mescolando delicatamente dall'alto in basso per non smontare il composto. 
  • Cuocete nel centro del forno a 180° per c.ca 45/55 minuti. La torta non dovrà essere troppo cotta ma mantenere un cuore umido. 
  • Fate raffreddare per 15 minuti quindi togliete la torta dallo stampo e fate raffreddare completamente su una gratella.
  • Spolverate di zucchero a velo e servite, magari accompagnando con una salsa inglese. 
Torta al cioccolato recuperata: come rimediare agli errori coprendoli con altri.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines