Magazine Salute e Benessere

Vaccini: Veneto presenta ricorso contro “decreto coercitivo”

Creato il 17 luglio 2017 da Informasalus @informasalus

vaccinazioni
La Regione Veneto ha notificato il ricorso alla Corte Costituzionale contro il decreto vaccini. A suo sostegno anche il Codacons

La Regione Veneto ha notificato il ricorso alla Corte Costituzionale contro il decreto legge 73 del 2017 sulle vaccinazioni obbligatorie.
"Quello che rifiutiamo -
spiega il presidente Luca Zaia - è un intervento statale che impone un obbligo collettivo di ben dodici vaccinazioni, una coercizione attuata per di più con decreto d'urgenza, senza precedenti storici a livello internazionale, nemmeno in periodi bellici, che rendere l'Italia il Paese con il maggior numero di vaccinazioni obbligatorie in Europa".
A sostegno della Regione Veneto arriva anche l'intervento formale del Codacons.
Lo scopo dell'associazione è quello di rafforzare il ricorso regionale, portando la Consulta a dichiarare l’incostituzionalità del provvedimento che il Codacons definisce "di stampo prettamente fascista e con poche attinenze alla materia di salute pubblica, che introduce obblighi inaccettabili a danno di utenti, Servizio sanitario e istituti scolatici e ad unico vantaggio delle case farmaceutiche".


Hai un account google? clicca su:

Vaccini: Veneto presenta ricorso contro “decreto coercitivo”

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog