Magazine Viaggi

Visita a Civita di Bagnoregio, la città che… vive!

Creato il 20 aprile 2017 da Diletta @dilettacaponi

Civita di Bagnoregio è considerato uno dei borghi più belli d’Italia, e dopo averlo visitato qualche mese fa non posso non concordare con questa definizione!
Avevo sentito tanto parlare di Civita, ma la realtà in questo caso ha superato ogni aspettativa.

Posizionata su uno sperone di tufo in mezzo alla Valle dei Calanchi, in provincia di Viterbo, non è difficile immaginare perché Civita di Bagnoregio sia universalmente nota come “la città che muore“.
Da sempre, infatti, quest’area è soggetta a erosioni e frane per la presenza di due torrenti (Rio Chiaro e Rio Torbido) che hanno scavato dei veri e propri canyon attorno a Civita, oltre che a causa di agenti atmosferici e del disboscamento.
Questo problema era già noto ai tempi degli Etruschi e dei Romani, i quali cercarono di proteggere Civita di Bagnoregio da erosione e terremoti con opere di ristrutturazione e di arginamento dei corsi d’acqua, ma nei secoli successivi il paese fu completamente abbandonato a se stesso.

 
civita di bagnoregio (9)
 
civita di bagnoregio (9)
 

Oggi Civita di Bagnoregio è composta da una manciata di case ed è quasi completamente disabitata, se non fosse per qualche famiglia (si parla di una decina di persone circa!) che ha deciso di rimanere a vivere qui, nonostante l’isolamento dalle altre città della zona.

—> TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Un weekend tra Valtiberina e Valdichiana <—

Nonostante questo, o anzi, forse proprio grazie alla posizione suggestiva di questo borgo e alla storia del tragico destino a cui va incontro, Civita di Bagnoregio ha acquisito un fascino unico.
Turisti da tutto il mondo si recano qua, in questo paesino che sembra uscito direttamente da una fiaba o un film fantasy, per immortalare i graziosi edifici medievali curati alla perfezione, e il paesaggio quasi surreale che incornicia questo incantevole borgo.

 
civita di bagnoregio (9)
 

Booking.com

 

civita di bagnoregio (9)

 
civita di bagnoregio (9)
 
L’accesso al borgo è uno soltanto: uno stretto ponte di cemento lungo circa 300 metri da percorrere in salita, che collega il promontorio di tufo a cui si aggrappa il paesino al resto del mondo.
All’ingresso del ponte, non particolarmente bello ma di forte impatto scenografico, c’è un biglietto simbolico di 1,50 € da pagare, soldi destinati alla ristrutturazione e alla salvaguardia di Civita di Bagnoregio.

Una volta percorso il ponte vi troverete di fronte all’entrata del paese, Porta Santa Maria, e vi sembrerà di varcare l’ingresso di un posto magico, di un luogo incantato sospeso nel tempo e nello spazio.
Le casette medievali di Civita, nonostante molte di esse non siano abitate, sono curate e ben tenute.
Piante e fiori freschi e profumati abbelliscono davanzali e finestre, e in una cornice così delicata, anche le porticine più “scassate” si velano di un’eleganza senza tempo.
L’atmosfera è intima, delicata, tutto è a misura d’uomo.

 
civita di bagnoregio cosa vedere (1)
 
Piazza San Donato è il fulcro della vita del borgo, con la Chiesa di San Donato, il Museo Geologico e delle Frane e la profumeria Acqua di Civita, che vende profumi, creme e saponi artigianali.
Ma Civita trovate anche piccoli B&B, negozi di alimentari e trattorie che servono piatti dai sapori tipici della Tuscia.

Lo sperone tufaceo su cui sorge il paese è spesso circa 80 metri, perciò come immaginerete Civita si visita in pochissimo tempo, bastano un’oretta a dir tanto per imparare a conoscerla.
Vale la pena, però, prendersi più tempo per scattare foto e ammirare ogni angolo, ogni scorcio di questo luogo affascinante e unico al mondo, che tutto sembra fuorché “in fin di vita”.

 

civita di bagnoregio (9)

 
civita di bagnoregio (9)
 
civita di bagnoregio cosa vedere (1)
 
civita di bagnoregio (9)
 

Come arrivare a Civita di Bagnoregio

Civita di Bagnoregio si trova a 28 km da Viterbo e si può raggiungere solo a piedi, tramite un viadotto di cemento.
Le auto non possono arrivare fin sotto al ponte: dovrete parcheggiare all’ingresso di Bagnoregio, per esempio in Piazza Battaglini o nelle vie della città, o poco prima di Civita, nel Piazzale del Belvedere (da cui potete scattare meravigliose foto panoramiche di Civita!), a circa 10 minuti a piedi dal ponte di Civita. Entrambi i parcheggi sono a pagamento.
Se decidete di parcheggiare a Bagnoregio, potrete usufruire di una navetta pubblica che porta da Piazza Battaglini al Belvedere al costo di 1 € a/r, altrimenti potete raggiungere Civita con una passeggiata di circa venti minuti.

E VOI SIETE MAI STATI A CIVITA DI BAGNOREGIO?
QUALI ALTRI BORGHI DELLA TUSCIA MI CONSIGLIATE DI VISITARE?
FATEMI SAPERE NEI COMMENTI!

 
AEREO
 

Rimani aggiornato sull’uscita dei nuovi post e dei nuovi concorsi per viaggiare gratis:


 

Visita a Civita di Bagnoregio, la città che… vive!


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog