Magazine Ecologia e Ambiente

02/05/2018 - Eolico: Sotto accusa il più alto impianto eolico dell'Inghilterra

Creato il 02 maggio 2018 da Orizzontenergia

Il più alto impianto eolico in Inghilterra solleva proteste

La costruzione di due parchi eolici in Inghilterra, nelle Isole di Lewis, ha scatenato le ire delle comunità locali; le dimensioni sarebbero più grandi di quelle previste nel progetto. 

impianto eolico inghilterra.jpgIl colosso energetico EDF Energy in consorzio con Amec Foster Wheeler per rendere economicamente sostenibile il progetto di due parchi eolici nelle Isole di Lewis, sta pianificando un aumento delle dimensioni degli impianti che potrebbero raggiungere un' altezza di 200 metri (a Usinis) e 187 metri (a Stornoway), contro le altezze originariamente previste di 150 e 145 metri.

Le costruzioni supererebbero i 193.5 metri delle torri eoliche più alte esistenti in Gran Bretagna, che – per dare un’idea - già svettano per 60 metri sopra il London Eye (135 metri) e si posizionerebbero all’altezza degli impianti off-shoreoff-shore
Aree situate in mare, ad una certa distanza dalle coste, dove è possibile svolgere attività di ricerca o di produzione di idrocarburi o dove è possibile installare un parco eolico, sfruttando la maggiore velocità dei venti.
.

Aumentandone le dimensioni, EDF potrebbe ridurre il numero di turbine, che al momento sono previste essere 36.

Il progetto sta sollevando le ire delle comunità locali che ritengono più economicamente opportuno lo sviluppo distribuito sul territorio di piccole turbine eoliche di proprietà delle varie fattorie, a vantaggio anche di un minore impatto paesaggistico e di conseguenza sul turismo.

EDF commenta che solo un investimento in un parco eolico di grandi dimensioni giustificherebbe il costo di circa 890 milioni di euro per collegare l’isola di Lewis al resto dell’Inghilterra con un cavo di interconnessione.

L’intenzione di EDF  è di proseguire su questa strada per garantirsi maggiori chance di successo alle futurefuture
Contratto a termine standardizzato, stipulato all'interno di un mercato regolamentato, in cui chi lo sottoscrive si prende l'obbligo di acquistare o vendere un determinato bene ad una data e prezzo prefissati.
aste e per valutare la potenzialità di questa taglia per ulteriori sviluppi.

Il caso è già alla Scottish Land Court, Corte competente in materia, e chissà quando la questione troverà una soluzione…


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog