Magazine Diario personale

10 ragazze che incontri per i corridoi dell’università

Da Drfrededison @dr_frededison
Questo articolo non vuole assolutamente essere sessista; non si accettano accuse di sessismo, sia perché è verificato che le donne fanno la stessa identica cosa parlando di uomini, sia perché questo articolo, come d’altronde la maggior parte di quelli quelli presenti in questo blog, sono stati fatti con il puro intento di far ridere la gente. Quante volte camminando per i corridoi dell’università o semplicemente stando seduti ci passano davanti ragazze? Ragazze, donne. E quante volte avete fermato una di queste ragazze chiedendole di esprimere la loro opinione sulla situazione socio-culturale europea nel 21° secolo? Esattamente. Per questo oggi qui giocheremo a giudicare dalle apparenze e non dalla personalità! Ecco a voi i 10 tipi di ragazza che trovate lungo corridoi delle università! 10 – La cozza Immagine Compensa (o meglio, tenta di compensare) l’aspetto fisico raramente appetibile ostentando una filosofia di vita Fabiovoliana da 2 soldi. Si muove spesso in branchi della stessa specie, ma resta molto legata alla propria individualità. Fattibile (Saro docet): Solo dopo almeno 2 bicchieri di rum. 9 – La bocca di rosa Immagine Bellezza variabile, in rari casi sotto la media, ma con due labbra che si fanno desiderare. Molti vedendola per strada pensano sia studentessa di architettura (abbinamento labbra-architettura non chiarito ma popolarmente approvato). Al liceo ha acquisito la consapevolezza del fatto che quello che prima considerava un motivo di vergogna ora è la dote che con il solo parlare le permette di ottenere tutto ciò che vuole dal sesso opposto, dal caffè offerto al bar alla servitù totale. Fattibile: Nessuno ci penserebbe due volte. 8 – L’angelo caduto di testa Immagine Bella come un angelo, probabilmente la più bella del suo corso, ma appena apre bocca ti investe come una secchiata d’acqua fredda il suo modo di relazionarsi palesementeleggermete più consono ad una quindicenne. Ti accorgi di quanti cadono nella sua trappola poiché la vedi con ragazzi diversi, ma ognuno per lunghi periodi oscillanti tra i mesi e gli anni. Questo perché tali impavidi tentano di imparare a convivere con l’intelligenza dubbia di tale specie, riuscendo raramente ad aver successo nell’intento. Fattibile: Se sei un impavido, o se riesci a svignartela senza impegni (stile Rigatino del conte Mascetti). Immagine WARNING Se siete di quegli uomini con le mestruazioni, non avvicinatevici. Potrebbe sopraffarvi definitivamente e assimilarvi come la rana pescatrice femmina fa col maschio. Immagine 7 – Cosce di platino Immagine La ragazza che tramite un paio di jeans sinceri riesce ad esprimere la sua piena femminilità. Lo fa apposta? Non ne è cosciente? Non si accorge che facendo jogging gli uomini le corrono sempre dietro e mai davanti? Poco importa. Usata spesso dai credenti come dimostrazione inconfutabile dell’esistenza di Dio, Cosce di platino anche senza scollatura e trucco riesce a far voltare tutti gli astanti di ambo i sessi, per desiderio o per invidia. Le persone dall’animo più serio sostengono che sulle nudità di questi esemplari si possa anche apparecchiare per il pranzo. Fattibile: La più fattibile fra tutti. Ma il problema vero è, lei ti considera fattibile? 6 – Irina La Da Immagine Esemplare dalla bellezza leggermente al di sotto la media. Per non sfigurare accanto alle altre citate in questo articolo, Irina compensa con vestiti discinti che lasciano poco all’immaginazione, comportamento provocante e strusciate a caso sui colleghi anche non così appetibili. Fattibile: Perché no? 5 – La latteria Immagine Tette. Non importa se è brutta come la fame in Africa. Tette. Finge di nasconderle con metodi che in realtà le mettono in mostra il più possibile. Tette. Molti non ricordano ne il suono della sua voce, ne il colore dei suoi occhi. Tette. Possibilmente è la ragazza della tua vita, la più dolce e la più intelligente d’Italia, ma tu non lo scoprirai mai. Perché? Tette. Fattibile: Tette. 4 – La “Se avesse il fisico più magro sarebbe perfetta” Immagine Possibilmente la ragazza più in gamba del corso, ma la superficialità che distingue il sesso maschile ti porta inevitabilmente a farti condizionare dal suo corpo. Che possibilmente non è neanche tanto male, ma in aule con circa 60 donne inevitabilmente sfigura. La sposeresti, ci gireresti il mondo, ma se avesse il fisico di QUELLALÌ sarebbe davvero perfetta. Fattibile: Solo se il maschio riesce a superare la sua patologica superficialità. 3 – La “Se non fosse per quel naso/voce/mento” Immagine Una ragazza davvero niente male, ma la cui bellezza viene totalmente eclissata da un (anche lieve) “difetto fisico”. Un naso troppo aquilino, un sedere sproporzionato, dei capelli dal dubbio lavaggio (e si, considerabile anche questo difetto fisico), la voce da transessuale o da undicenne. Che dura la vita del maschio, eh? Fattibile: Se si riesce a passar sopra il “difetto”, certamente! 2 – Il gioiellino Immagine Piccola ma sincera. Il gioiellino difficilmente supera il metro e cinquantacinque. È carina, bella, divina, ma in miniatura. E spesso, in quanto gioiellino, è meglio guardarla che portarla al dito, in quanto lei è pienamente cosciente della propria condizione di gioiellino e possibilmente si è adagiata per una vita sulla propria bellezza e tascabilità, senza ricordarsi che spesso qualcuno che ti guarda dopo cerca anche di parlarti. Fattibile: Meglio se c’è anche una minima differenza d’età. 1 – La bella di spalle Ugly-Faces-Sexy-Bodies-4 Sempre più diffusa di recente, questi esemplari sono tra i più subdoli, tanto da far tornare in dubbio al credente delle Cosce di platino, il quale affermerà che Dio esiste e che era così soddisfatto del lavoro che stava facendo creando un corpo così perfetto da festeggiare con shot di superalcolici ogni tot minuti. Il problema è che partiva dai piedi, e arrivato alla testa era già divinamente ubriaco. Il risultato è una ragazza con un fisico da applauso, standing ovation e svenimento nella folla, sormontato da un viso che farebbe passare la fame ad Hannibal Lecter. Il peggiore dei casi è quando si intravedono di spalle, si superano per guardarle meglio e necessariamente  si emette un suono esprimente dolore che il soggetto in questione inevitabilmente noterà. Fattibile: Sono necessarie diverse dita di pelo sullo stomaco. Alcuni risolvono tale problema portando sempre con se sacchetti del pane da metter loro in testa. Ringrazio i Cavalleros per l’aiuto datomi in questi ultimi 3 anni per la stesura di questo articolo.
Archiviato in:Cronache, Pensieri, Università

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • MSC ORCHESTRA crociera Antille e Caraibi

    ORCHESTRA crociera Antille Caraibi

    L'estate è oramai arrivata e le vacanze tanto agoniate anche! Confesso che avendo casa al mare sono una privilegiata poiché posso trascorrere circa due mesi a... Leggere il seguito

    Da  Tissy
    PER LEI
  • Per le tue vacanze rivolgiti a MSC CROCIERE!!!

    vacanze rivolgiti CROCIERE!!!

    Se c'è una cosa che vorrei fare in questo momento , è proprio una crociera e mi è stata suggerita da amici e parenti la:MSC Crociere, compagnia leader nel... Leggere il seguito

    Da  Elleparis
    BELLEZZA, PER LEI
  • Crociere da sogno con MSC

    Crociere sogno

    La mia vacanza ideale? Una crociera all'insegna dei paesaggi da sogno,  del relax e del divertimento, ne sogno una da anni...oggi vi segnalo un'opportunità per... Leggere il seguito

    Da  Maddalena R.
    FAI DA TE, PER LEI, TALENTI
  • Dalle Ceneri degli Angeli

    Dalle Ceneri degli Angeli

    La civilizzazione è il retaggio di una razza di angeli umani conosciuti come Vigilanti o nephilim? Andrew Collins, autore de Gli ultimi dèi, ci dà un saggio... Leggere il seguito

    Da  Dariosumer
    CURIOSITÀ, OPINIONI
  • Buon viaggio

    Buon viaggio

    A me spiace sai? Mi spiace che sei nero. Certo che proprio nero dovevi nascere? Evvabbè bisogna portare pazienza. E mi spiace anche che sei nato nero e africano... Leggere il seguito

    Da  Olivierifrancesco
    CULTURA, DIARIO PERSONALE, MUSICA, RACCONTI, TALENTI
  • Il venditore di cocco

    venditore cocco

    Ormai ci siamo. Che ci piaccia o no l’estate sta per arrivare. E allora? Che aspettiamo? Domenica ce ne andiamo tutti al mare! Leggere il seguito

    Da  Andrea Venturotti
    RACCONTI, TALENTI