Magazine Musica

1997EV, Love Symposium Alien Spider [+ full album stream]

Creato il 04 aprile 2016 da The New Noise @TheNewNoiseIt

BM067_cover-2

Abbiamo già incontrato Andrea Ev occupandoci dell’etichetta Trasponsonic e degli Hermetic Brotherhood Of Luxor e quest’anno abbiamo già ascoltato 1997EV grazie a Pangea, programma radio del genio Alarico Mantovani, al quale diamo spazio una volta a settimana onde consentirgli di segnalare il suo podcast. È già possibile capire con questi legami l’aria che si respira da queste parti e quanto buie siano, ma il sound di 1997EV non si definisce con uno schiocco di dita, anche perché non è mai stato proprio sempre lo stesso di disco in disco e non si parla dell’ultimo arrivato. Love Symposium Alien Spider è ovviamente lisergico: la chitarra spesso è in loop a indurre uno stato di trance, circondata da drone e da effetti la cui pasta suggerisce la familiarità di Andrea con le varie scene industrial, così come un certo uso ieratico delle percussioni, quando ci sono, lascia pensare al neofolk (intendo il filone con ideali capostipiti Current 93 e Death In June). Se dovessi fare un paragone con nome recente, anziché coi soliti, sarebbe quello di Dana Schechter e del suo progetto solista Insect Ark, nel quale stanno assieme psichedelia, certi Swans (lei ha suonato negli Angels Of Light), secondi Earth e reminiscenze folk. Questo stratagemma, posto che i due musicisti non sono sovrapponibili, mi serve soprattutto per far capire quanto sia intossicante e stregonesco Love Symposium Alien Spider.

L’invenzione della “italian occult psychedelia” ha spinto etichette, locali e giornali a cercare altri che potessero rientrare nella definizione (o che potessero essere individuati come “padri nobili”, tipo Vaccina), per questo la vedo concausa di questo vinile su Boring Machines, che permetterà ad Andrea di arrivare meritatamente a orecchie nuove, diverse da quelle che poteva raggiungere tramite la tedesca (T)reue Um (T)reue, che immagino – ma potrei sbagliarmi – parli solo a un pubblico ben preciso e delimitato (un disco ogni sei è dei Nový Svět…). Speriamo di vederlo in giro a suonare.

Dischi 1997ev, 2016, boring machines

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :