Magazine Ecologia e Ambiente

5 milioni di ettari di foreste di Papua Nuova Guinea mano a imprese straniere

Creato il 07 aprile 2011 da Salvaleforeste

Giovedì 07 Aprile 2011 09:44

AddThis Social Bookmark Button

5 milioni di ettari di foreste di Papua Nuova Guinea mano a imprese straniere
Ventisei tra biologi e rappresentanti di associazioni hanno richiesto al governo della Papua Nuova Guinea di congelare il rilascio di concessioni agricole speciali (Special Agricultural and Business Leases - SABL), un cavillo legale studiato per aggirare i diritti indigeni alle terre, assicurati dalla costituzione del paese. Questa forma di concessioni forestali infatti, mette a rischio alcune tra le foreste pluviali più intatte del pianeta. 5,6 milioni di ettari di foresta sono stati già stati dati in concessione con il sitema delle SABL, un'area più grande del Costa Rica.


"La Papua Nuova Guinea è uno dei paesi biologicamente e culturalmente più diversi del pianeta. La notevole diversità dei gruppi culturali si basano sul loro intimo legame alle terre tradizionali e alle foreste, che assicurano cibo, fibre, selvaggina, assieme ad altri prodotti della foresta, a numerosi servizi, tra cui i siti religiosi", recita la dichiarazione firmata dai rappresentanti del mondo accademico e della società civile.
Questa diversità è ora minacciata dal governo di Papua Nuova Guinea, che utilizza i le concessioni speciali SABL per cedere ampie aree di terreno alle imprese senza passare per il necessario processo di consultazione. Già 2 milioni di ettari di terreni sono stati destinati alla deforestazione dalle autorità forestali, rinominate per questo, Autorità di deforestazione (Forest Clearing Autorities).
Secondo Daniel Ase, dell'associazione papuana Centro di Diritto Ambientale e Comunitaria per i Diritti (CELCOR) si tratta di una vera e propria "corsa alla terra [...] per espandere il taglio industriale. La maggior parte di queste concessioni sono situate in aree ad elevata biodiversità nel paese".
LE concessioni speciali SABL sono un espediente per cedere ampi tratti di foreste a grandi imprese, spesso multinazionali straniere, aggirando il dettame della Costituzione del paese, che assicura ai clan tribali il controllo delle terre tradizionali. Le concessioni durano 99 anni, e questo significa che le popolazioni indigene sono espulse dalle loro terre per generazioni, interrompendo per sempre il loro legame con le terre ancestrali. Solo lo scorso anno, sono stati dati in concessione 2,6 milioni di ettari, malgrado il dissenso delle comunità locali.
"Praticamente tutti i terreni della Papua Nuova Guinea sono di proprietà di comunitaria di un clan, e almeno in teoria, questi gruppi hanno il diritto di approvare o meno ogni progetto situato sulle loro terre. Ora, con i SABL, è possibile ritagliare grandi aree di terreno per destinarli al taglio industriale e alle piantagioni, marginalizzando le comunità locali ", ha spiegato William Laurance, un biologo della James Cook University, a mongabay.com.
Secondo Laurance, i ricavi ottenuti dalle concessioni, non saranno investiti nella lotta alla povertà: "in gran parte finiscono nelle mani di imprese straniere e delle elite politiche della Papua Nuova Guinea".
"Per esempio, le comunità locali della Papua Nuova Guinea non ricevono più di  dieci dollari per metro cubo di legno di kwila, uno dei più pregiati, mentre il valore del legno grezzo quando viene esportato in Cina si aggira attorno ai 250 dollari per metro cubo", spiega Laurance, aggiungendo che , "molti dei principali indicatori socio-economici per Papua Nuova Guinea sono caduti negli ultimi dieci anni, indicando un calo del tenore di vita proprio mentre il paese sta vivendo un boom dell'estrazione delle sue risorse".
Può sembrare incredibile, ma si tratta dello stesso modello sperimentato in  molti paesi poveri, resi ancora più poveri dalla ricchezza di risorse naturali. E' il paradigma noto agli economisti col nome di 'maledizione delle risorse', le quali hanno attirato avventurieri e ampliato l'ingordigia di politici corrotti, creando una rete di cattiva gestione e di predazione che impedisce ogni sviluppo, solitamente a vantaggio di imprese straniere.
Ed è proprio quanto osservano gli scienziati: "I SABL sono un chiaro tentativo di arginare l'impegno verso un'autentica riforma del settore della Papua Nuova Guinea, storicamente afflitta da accuse di mala gestione e corruzione".
A differenza di Sud-Est asiatico, la Papua Nuova Guinea era riuscita a evitare la massiccia deforestazione, mantenendo in tal modo la più grande foresta pluviale dopo l'Amazzonia e il Congo. Ma uno studio pubblicato nel 2009 ha rilevato che tra il 1972 e il 2002, quasi un quarto delle foreste del Paese sono andate perdute o degradate dalle compagnie del legno, e - poù recentemente - dall'avanzare delle piantagioni.
"Le foreste in Papua Nuova Guinea sono state ripetutamente abbattute, senza riguardo per gli impatti ambientali, con la complicità passiva delle autorità governative", spiega Phil Shearman, direttore del Remote Sensing Center  dell'Università della Papua Nuova Guinea e autore principale dello studio.
Mentre l'industria del legno è la principale causa della deforestazione in Papua Nuova Guinea, l'industria dell'olio di palma è in crescita. In Malesia e Indonesia l'olio di palma è diventato una delle peggiori minacce per le foreste.
Secondo Laurance, la Papua Nuova Guinea potrebbe combattere la povertà proprio con la gestione sostenibile delle sue foreste. "In primo luogo, il Paese deve sviluppare un'industria nazionale di lavorazione del legno. In questo modo può creare maggiore valore aggiunto e occupazione dallo sfruttamento delle foreste. Ora la Papua Nuova Guinea ha uno dei tassi più bassi di lavorazione del legno di qualsiasi i paesi del mondo. In secondo luogo, le foreste di Papua Nuova Guinea sono seriamente sovra-sfruttate. Se le cose andare avanti come ora, ci metteranno poco a esaurirsi. Per questo è necessario ridurre drasticamente le quantità prelevate e concentrarsi sullo sviluppo di una industria di prima e seconda lavorazione, orientata a un maggiore valore aggiunto, piuttosto che lasciare ad altri i profitti".
Gli autori dell'appello dalla moratoria sul rilascio di concessioni speciali SABL invitano a Questo%20indirizzo%20e-mail%20%C3%A8%20protetto%20dallo%20spam%20bot.%20Abilita%20Javascript%20per%20vederlo.%0A%20?subject=Please,%20stop%20granting%20SABLs%20?cc=%0A%20Questo%20indirizzo%20e-mail%20%C3%A8%20protetto%20dallo%20spam%20bot.%20Abilita%20Javascript%20per%20vederlo.%0A%20%20?body=to%20Papua%20New%20Guinea's%20National%20Executive%20Council%0AI%20ask%20you%20to%20place%20a%20moratorium%20on%20Special%20Agricultural%20and%20Business%20Leases.%0A%20Best%20Regards%0AName___">Questo%20indirizzo%20e-mail%20%C3%A8%20protetto%20dallo%20spam%20bot.%20Abilita%20Javascript%20per%20vederlo.%0A%20?subject=Please,%20stop%20granting%20SABLs%20?cc=%0A%20Questo%20indirizzo%20e-mail%20%C3%A8%20protetto%20dallo%20spam%20bot.%20Abilita%20Javascript%20per%20vederlo.%0A%20%20?body=to%20Papua%20New%20Guinea's%20National%20Executive%20Council%0AI%20ask%20you%20to%20place%20a%20moratorium%20on%20Special%20Agricultural%20and%20Business%20Leases.%0A%20Best%20Regards%0AName___">Questo%20indirizzo%20e-mail%20%C3%A8%20protetto%20dallo%20spam%20bot.%20Abilita%20Javascript%20per%20vederlo.%0A%20?subject=Please,%20stop%20granting%20SABLs%20?cc=%0A%20Questo%20indirizzo%20e-mail%20%C3%A8%20protetto%20dallo%20spam%20bot.%20Abilita%20Javascript%20per%20vederlo.%0A%20%20?body=to%20Papua%20New%20Guinea's%20National%20Executive%20Council%0AI%20ask%20you%20to%20place%20a%20moratorium%20on%20Special%20Agricultural%20and%20Business%20Leases.%0A%20Best%20Regards%0AName___">scrivere s e distribuendo approvazioni alle foreste chiaro. Una revisione indipendente deve quindi essere condotta sulla legittimità dei contratti di locazione.
Laurance invita a Questo%20indirizzo%20e-mail%20%C3%A8%20protetto%20dallo%20spam%20bot.%20Abilita%20Javascript%20per%20vederlo.%0A%20?subject=Please,%20stop%20granting%20SABLs%20?cc=%0A%20Questo%20indirizzo%20e-mail%20%C3%A8%20protetto%20dallo%20spam%20bot.%20Abilita%20Javascript%20per%20vederlo.%0A%20%20?body=to%20Papua%20New%20Guinea's%20National%20Executive%20Council%0AI%20ask%20you%20to%20place%20a%20moratorium%20on%20Special%20Agricultural%20and%20Business%20Leases.%0A%20Best%20Regards%0AName___">Questo%20indirizzo%20e-mail%20%C3%A8%20protetto%20dallo%20spam%20bot.%20Abilita%20Javascript%20per%20vederlo.%0A%20?subject=Please,%20stop%20granting%20SABLs%20?cc=%0A%20Questo%20indirizzo%20e-mail%20%C3%A8%20protetto%20dallo%20spam%20bot.%20Abilita%20Javascript%20per%20vederlo.%0A%20%20?body=to%20Papua%20New%20Guinea's%20National%20Executive%20Council%0AI%20ask%20you%20to%20place%20a%20moratorium%20on%20Special%20Agricultural%20and%20Business%20Leases.%0A%20Best%20Regards%0AName___">Questo%20indirizzo%20e-mail%20%C3%A8%20protetto%20dallo%20spam%20bot.%20Abilita%20Javascript%20per%20vederlo.%0A%20?subject=Please,%20stop%20granting%20SABLs%20?cc=%0A%20Questo%20indirizzo%20e-mail%20%C3%A8%20protetto%20dallo%20spam%20bot.%20Abilita%20Javascript%20per%20vederlo.%0A%20%20?body=to%20Papua%20New%20Guinea's%20National%20Executive%20Council%0AI%20ask%20you%20to%20place%20a%20moratorium%20on%20Special%20Agricultural%20and%20Business%20Leases.%0A%20Best%20Regards%0AName___">scrivere al Consiglio Direttivo Nazionale della Papua Nuova Guinea (Papua New Guinea's National Executive Council ), all'indirizzo Questo%20indirizzo%20e-mail%20%C3%A8%20protetto%20dallo%20spam%20bot.%20Abilita%20Javascript%20per%20vederlo.%0A%20?subject=Please,%20stop%20granting%20SABLs%20?cc=%0A%20Questo%20indirizzo%20e-mail%20%C3%A8%20protetto%20dallo%20spam%20bot.%20Abilita%20Javascript%20per%20vederlo.%0A%20%20?body=to%20Papua%20New%20Guinea's%20National%20Executive%20Council%0AI%20ask%20you%20to%20place%20a%20moratorium%20on%20Special%20Agricultural%20and%20Business%20Leases.%0A%20Best%20Regards%0AName___">Questo%20indirizzo%20e-mail%20%C3%A8%20protetto%20dallo%20spam%20bot.%20Abilita%20Javascript%20per%20vederlo.%0A%20?subject=Please,%20stop%20granting%20SABLs%20?cc=%0A%20Questo%20indirizzo%20e-mail%20%C3%A8%20protetto%20dallo%20spam%20bot.%20Abilita%20Javascript%20per%20vederlo.%0A%20%20?body=to%20Papua%20New%20Guinea's%20National%20Executive%20Council%0AI%20ask%20you%20to%20place%20a%20moratorium%20on%20Special%20Agricultural%20and%20Business%20Leases.%0A%20Best%20Regards%0AName___">Questo%20indirizzo%20e-mail%20%C3%A8%20protetto%20dallo%20spam%20bot.%20Abilita%20Javascript%20per%20vederlo.%0A%20?subject=Please,%20stop%20granting%20SABLs%20?cc=%0A%20Questo%20indirizzo%20e-mail%20%C3%A8%20protetto%20dallo%20spam%20bot.%20Abilita%20Javascript%20per%20vederlo.%0A%20%20?body=to%20Papua%20New%20Guinea's%20National%20Executive%20Council%0AI%20ask%20you%20to%20place%20a%20moratorium%20on%20Special%20Agricultural%20and%20Business%20Leases.%0A%20Best%20Regards%0AName___"> Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , per fermare la distruzione delle foreste, inviando le lettera per conoscenza al quotidiano nazionale Post-Courier ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )

Commenti


5 milioni di ettari di foreste di Papua Nuova Guinea mano a imprese straniere
Nome *
Code   
5 milioni di ettari di foreste di Papua Nuova Guinea mano a imprese straniere

ChronoComments by Joomla Professional Solutions Invia commento
Vedi anche:
  • 07/04/2011 09:44 - 5 milioni di ettari di foreste di Papua Nuova Guinea mano a imprese straniere
  • 25/03/2011 09:49 - Le politiche della Banca Mondiale minacciano le foreste e i popoli indigeni
  • 22/03/2011 07:59 - L'accordo sulle foreste divide gli ambientalisti australiani
  • 21/03/2011 09:40 - Corruzione e abusi in Sarawak, un rapporto sui magnati del legname
  • 10/03/2011 08:53 - Alaska: quando il logger è indigeno


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Papua occidentale: indigeni torturati

    Papua occidentale: indigeni torturati

    Un coltello tento premuto sulla fronte, poi passato sotto al naso. L'indigeno che si vede sfiorato dalla lama è legato mani e piedi, a terra. Negli occhi solo... Leggere il seguito

    Da  Salvaleforeste
    ECOLOGIA E AMBIENTE
  • Nuova settimana

    Nuova settimana

    Non so bene cosa passasse per la testa di Giacomo Leopardi normalmente. Le leggende circa il suo proverbiale "scartello" (espressione dialettale per descrivere... Leggere il seguito

    Da  Andrea
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Un'agenda nuova nuova, per il prossimo anno!

    Un'agenda nuova nuova, prossimo anno!

    Trovare un'agenda come piace a me è un'impresa....giornaliera, non troppo grande, che si chiuda...insomma son esigente...e poi se per caso la trovo, costa... Leggere il seguito

    Da  Michelacrazy
    CREAZIONI, HOBBY
  • Nuova vita

    è passata l'estate...tra impegni e lavori... rieccomi qui...the caldo in mano e pc del mio moroso sopra al nostro nuovo tavolo, nella nostra nuova cucina... Leggere il seguito

    Da  Sisola
    BAMBINI, FAMIGLIA, SOCIETÀ
  • Nuova release MeeGo 1.1

    Nuova release MeeGo

    Da oggi su meego.com è “live” la nuova release MeeGo 1.1 – un’altra importante pietra miliare nello sviluppo della piattaforma software MeeGo, basata su Linux... Leggere il seguito

    Da  Bald
    TECNOLOGIA, TELEFONIA MOBILE
  • Nuova Release MeeGo 1.1

    Nuova Release MeeGo

    Riceviamo da Nokia il seguente comunicato stampa sulla nuova versione 1.1 di MeeGo, disponibile sul web da pochi giorni. Da oggi su meego.com è “live” la nuova... Leggere il seguito

    Da  Riccardo Conti
    TECNOLOGIA
  • Nuova collaborazione !!!!

    Nuova collaborazione !!!!

    Buongiorno ragazze...qualche giorno fà ho inviato un messaggio a Ma.go.nailart,un'azienda che si occupa della vendita di prodotti per la bellezza delle nostre... Leggere il seguito

    Da  Malunailsandmakeup
    BELLEZZA, PER LEI