Magazine Letteratura per Ragazzi

5 Regole per sviluppare l’autostima nei bambini

Da Caffenero

In questi anni ho ritrovato molto spesso dei riferimenti all’autostima nei libri sulla crescita della personalità e sulla prevenzione di alcuni problemi dell’adolescenza. Quando i bambini sono piccoli ci preoccupiamo di sviluppare l’autostima per incoraggiarli a esprimere le loro opinioni, per sentirsi sicuri anche nelle occasioni di distacco dalla mamma e per aiutarli a costruire delle buone relazioni con se stessi e con gli altri. Quando i bambini crescono e si inizia a parlare dei problemi legati all’adolescenza, l’autostima diventa lo strumento utile per prevenire forme di bullismo, rapporti malsani con i coetanei o con se stessi che possono portare a problemi più grandi.

Gli autori del libro Come sviluppare l’autostima del bambino (Anderson, Redman e Rogers – ed. Red) suggeriscono 5 regole d’oro per sviluppare l’autostima di un figlio:

  1. Ascoltare e prendere atto dei pensieri e dei sentimenti dei bambini: cercare sempre di capire cosa provano e mettersi dalla loro parte prima di giudicare (empatia). Capita che sgridiamo i nostri figli prima ancora di capire cosa li ha portati a compiere quel gesto? Se disapproviamo la loro reazione gli abbiamo insegnato un modo diverso per esprimere ciò che provano?
  2. Costruire delle situazioni tali da aiutare i bambini a sperimentare vissuti di successo e non di fallimento: non sottolineare gli errori ma le conquiste anche se piccole. Non si chiede certo di fare trovare dei soldi per terra per illudere i bambini di essere fortunati. Se ci pensiamo bene, cercare un modo diverso per spiegare un argomento di scuola che non hanno capito e farli sentire capaci, perché magari l’approccio è più ludico e semplice, è un modo per creare situazioni di successo.
  3. Dare ai bambini un senso ragionevole di controllo della loro vita: negoziare con loro se necessario, ma sempre con raziocinio. Possiamo lasciare che siano loro a scegliere il loro abbigliamento, chiediamo sempre a loro se vogliono andare a una festa di compleanno prima di decidere noi per loro.
  4. Rafforzare nei bambini la convinzione di essere capaci e degni di affetto: lodarli e abbracciarli in situazioni neutre, lontane dalle discussioni. Quando dobbiamo riprenderli, chiariamo che è il comportamento inadeguato non il bambino. Evitiamo giudizi troppo personali: le parole rimangono incise nella loro mente più di quanto crediamo.
  5. Creare con i bambini una immagine positiva di noi genitori: la loro autostima si modella sulla nostra, cerchiamo almeno di controllare il modo in cui parliamo di noi, il nostro modo di reagire alle circostanze e chiediamoci se facciamo ciò che chiediamo a loro di fare. Cerchiamo di non esagerare né in eccesso , né in difetto, di non definirci vittime dei colleghi o eterni incompresi.

LEGGI ANCHE QAF Quoziente di autostima familiare

Nel libro vengono proposti molti esempi divisi per fasce d’età: prescolare, scolare e adolescenza. E’ sicuramente una lettera con cui confrontarsi spesso durante la crescita di un figlio.

come sviluppare l'autostima di un bambino

Come sviluppare l’autostima del bambino
di Eugene Anderson, George Redman, Charlotte Rogers
Ed. Red!

LEGGI ANCHE Un libro sull’autostima nei bambini: La Gara

0

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog