Magazine Società

A Germignaga una panchina color turchese per dire “no al bullismo”

Creato il 21 febbraio 2019 da Stivalepensante @StivalePensante

Per dire " no al bullismo" il comune di Germignaga ha scelto un gesto simbolico che dal pomeriggio di venerdì, 22 febbraio, porterà colore nel centro storico del paese con l'obiettivo di lasciare un segno tangibile del messaggio carico di significato, ovunque oggetto di tante campagne di carattere culturale e sociale.

Un messaggio importante, fondamentale, soprattutto per gli studenti e più in generale per le giovani generazioni, protagoniste dell'iniziativa promossa dall'associazione Anemos che ha poi trovato il sostegno e l'approvazione del sindaco Marco Fazio, di don Marco e di tutto il gruppo dei ragazzi dell'oratorio.

Ad attirare l'attenzione dei volontari di Anemos, progetto nato la scorsa estate a Luino come nuovo punto di riferimento per le vittime di stalking e violenze, è stata una panchina collocata come detto nel cuore del paese lacustre, nello specifico in via Fontana a pochi passi dallo storico bar dei pescatori. L'oggetto in legno è stato riverniciato di turchese, colore della serenità e dell'armonia, e a breve i ragazzi si occuperanno di personalizzarlo.

"Cogliamo l'occasione per sottolineare il percorso compiuto negli ultimi mesi - ha commentato Anna Marsella, responsabile di Anemos - che ci ha condotto in breve tempo al passaggio da semplice delegazione ad associazione vera e propria, presente sul territorio: Anemos Lombardia. Le prossime iniziative - sottolinea ancora Marsella - ci porteranno a Maccagno e poi via via in altri comuni".

L'appuntamento per l'inaugurazione della nuova panchina contro il bullismo è venerdì in oratorio a Germignaga, a partire dalle ore 15.30.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog