Magazine Sport

A Michael Matthews la volata di Roman sur Isere

Creato il 18 luglio 2017 da Il Blog Dello Sportivo @blogdsportivo

Tappa per velocisti, ma il vento fa venire l’acquolina in bocca ai big con Froome che fa lavorare tutta la Sky per cogliere in trappola i propri avversari. Aru, Bardet e Uran non si lasciano però sorprendere, cosa che accade invece per Daniel Martin e Meintjes. In volata è poi Michael Matthews a vincere su Edavald Boasson Hagen e John Degenkolb che si lamenta però della traiettoria dell’australiano.

Subito scatti e controscatti per cercare la fuga, ci sono i soliti De Gendt, Chavanel e anche Alessandro De Marchi, ma il gruppo maglia gialla lascia poco spazio. In testa c’è la Sunweb di Michael Matthews che sulla salita della Côte de Boussoulet aziona un ritmo intenso per far fuori tutti i velocisti: cadono, infatti, nella trappola Kittel, Bouhanni, Groenewegen, Pasqualon, Selig e McLay che perdono le ruote dei migliori e finiscono oltre a un minuto di ritardo. Tra i corridori che perdono contatto c’è anche George Bennett, capitano della Lotto Nl Jumbo e 12esimo nella generale, che va in crisi e abbandona il Tour quando mancano ancora 96 km al traguardo. Davanti, la Sunweb continua la sua andatura, aiutata anche dalla Dimension Data, mentre il gruppo Kittel è dato a 2’15” di ritardo al passaggio sul secondo GPM di giornata, quello del Col du Rouvey.

Bouhanni però fa partire una clamorosa rimonta: prima si sgancia dal gruppo Kittel con Simon, poi ritrova nel percorso Edet e Lemoine che a gran ritmo lo riportano nel gruppo maglia gialla, con la speranza di fare la volata e centrare il suo primo successo in carriera al Tour de France. Solo il corridore della Cofidis riesce però a rientrare, mentre tutti gli altri velocisti rimasti attardati, finiscono addirittura a 4’30” dal gruppo maglia gialla. Si arriva poi allo sprint intermedio di Chantemerle-les-Blés, dove Matthews supera agilmente Greipel e Colbrelli, riaprendo in sostanza la lotta per la maglia verde.

Ai -35 km è la Trek la prima squadra a cercare il ventaglio, sfruttando il vento laterale da destra verso sinistra. Froome è il primo a rispondere presente, chiamando a sé tutta la sua squadra. Molto compatta, inizialmente, l’Astana di Fabio Aru, in massa anche la UAE Emirates di Meintjes e l’Orica Scott di Simon Yates. Di terreno per fare male ce n’è, ed è proprio la Sky ad aumentare il ritmo in testa al gruppo ai -15,5 dal traguardo: non si fanno sorprendere Aru, Bardet ed Uran, Landa fa fatica a tenere il ritmo, ma resta incollato al gruppo di testa. Si staccano invece Daniel Martin e Meintjes; anche Contador perde contatto, attardato per una caduta davanti a sé che vede coinvolti Pantano e Domont. Davanti, c’è anche Damiano Caruso e sono proprio l’Ag2r di Bardet e la BMC di Caruso a spingere per recuperare il più possibile sui corridori rimasti attardati, tra questi anche Kristoff, Bouhanni e Greipel che dicono addio alla volata. Il grosso del lavoro è fatto: Aru, Bardet e Uran non perdono secondi da Froome, e possono affrontare la volata con maggior serenità. Ai -2,2 parte in solitaria Bennati che cerca di anticipare lo sprint, ma il corridore della Movistar viene ripreso a 540 metri dal traguardo: parte la volata, Degenkolb va sulla destra ma Matthews lo rimonta e lo stringe verso le transenne. A vincere sarà proprio l’australiano, che bissa il successo di Rodez, anticipando Boasson Hagen e lo stesso Degenkolb che si lamenterà, però, del cambio di traiettoria di Matthews. Poi tutti i capitani, con Meintjes e Daniel Martin che perdono ben 51”, mentre Contador ne perde 1’33”, uscendo nuovamente dalla top 10.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Michael Matthews Team Sunweb 3:38:15
2. Edvald Boasson Hagen Team Dimension Data +0.00
3. John Degenkolb Trek-Segafredo +0.00
4. Greg Van Avermaet BMC Racing Team +0.00
5. Christophe Laporte Cofidis +0.00
6. Jens Keukeleire ORICA-Scott +0.00
7. Tony Gallopin Lotto-Soudal +0.00
8. Tiesj Benoot Lotto-Soudal +0.00
9. Maciej Bodnar Bora-Hansgrohe +0.00
10. Romain Hardy Fortuneo-Oscaro +0.00

CLASSIFICA GENERALE:
1. Chris Froome Team Sky 68:18:36
2. Fabio Aru Astana Pro Team +0.18
3. Romain Bardet AG2R La Mondiale +0.23
4. Rigoberto Uran Cannondale-Drapac Pro CT +0.29
5. Mikel Landa Team Sky +1.17
6. Simon Yates ORICA-Scott +2.02
7. Daniel Martin Quick-Step Floors +2.03
8. Louis Meintjes UAE Team Emirates +6.00
9. Damiano Caruso BMC Racing Team +6.05
10. Nairo Quintana Movistar Team +6.16

Et de 2 pour Matthews ! / 2 for Matthews! #TDF2017 pic.twitter.com/dKaFO5uYns

— Le Tour de France (@LeTour) 18 luglio 2017


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine