Magazine Concerti

A volte ritornano: Vasco Rossi a giugno in concerto, sperando sia meglio di due anni fa

Creato il 15 gennaio 2013 da Uskebasi @Uskebasiblog
A volte ritornano: Vasco Rossi a giugno in concerto, sperando sia meglio di due anni faHa dato l'annuncio ieri, attraverso il suo profilo Facebook e il sito web. Vasco Rossi torna sul palco, a due anni di distanza dal suo ultimo concerto: "Ho intenzione di riprendere il tour che avevo interrotto nel 2011 per cause di forza maggiore. Le date saranno a giugno e vi verranno comunicate presto!!". Il rocker di Zocca ha anche mostrato l'immagine del suo ingresso in sala di registrazione e fatto intendere che ci sarà una sorpresa entro fine mese, probabilmente un inedito.Un Vasco che compirà 61 anni fra un mese (il 7 Febbraio) e che nelle ultime uscite nei suoi amati stadi aveva mostrato un netto calo di "prestazioni". Un fisico logorato che non lo ha sorretto due anni fa, costringendolo addirittura ad interrompere il tour. Una voce anch'essa apparsa stanca e una voglia di dialogare che al pubblico non era piaciuta. Erano arrivati addirittura alcuni fischi a San Siro. Vasco parlò per interminabili minuti di argomenti vari, in particolar modo delle leggi in materia di alcolici per chi è alla guida, tra l'altro in modo confusionario, quasi incomprensibile, e non perfettamente lucido. I fans da lui si aspettavano musica e grinta. Ciò che lo ha reso grande. La musica fu interrotta spesso da questi caotici monologhi, la grinta mancò. Questo giugno Vasco dovrà tornare se stesso, quello che i suoi seguaci adorano. L'età non è dalla sua parte. L'energico animale da palco degli anni passati sarà difficile da ritrovare. Ma la sua musica, specialmente i brani più datati, sa ancora suscitare emozioni. Vasco dovrà riscoprirsi, forse adattarsi ad una versione più intima e acustica, meno rockeggiante, nei palazzetti piuttosto che nei grandi stadi. Una dimensione che ne tuteli il fisico, incapace ormai di reggere un concerto di due ore a livelli di consumo troppo elevati. Preservandosi magari soltanto per alcuni pezzi che non possono mancare in scaletta. Sperando che il suo inedito sia a livelli migliori delle tracks degli ultimi album. E soprattutto caro Vasco, evita i mologhi. Fai quello che sai fare meglio e fallo con tutta l'energia che hai ancora in corpo. Canta.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog