Magazine Bambini

Abbiamo visto Foodini: cos' è, come funziona una stampante per il cibo.

Da Farmacia Serra Genova
Abbiamo visto Foodini: cos' è, come funziona una stampante per il cibo.Come vi avevamo scritto Giovedì la curiosità riguardo alla Storia in Piazza ha avuto la meglio sulla stanchezza di fine turno quindi siamo andati a seguire ieri qualche conferenza molto interessante su cibo e sulla storia ed evoluzione dei consumi portando a casa libri e spunti da approfondire.
Oltre alla storia abbiamo visto il futuro con Foodini che come già anticipato era per la prima volta nel nostro paese.Avevamo già visto all' opera delle stampanti in 3d ma mai legate al cibo.
Abbiamo visto Foodini: cos' è, come funziona una stampante per il cibo.Foodini è questo: una stampante in 3d che crea  e disegna quello che poi porterete in tavola.
Funziona collegata  ad internet e con lo spazio per 5 cartucce in cui mettere i vari ingredienti che lei elabora ed unisce creando per esempio una pizza, deposita strato per strato ogni ingrediente e vi consegna il prodotto pronto per essere cotto.
Infatti non cuoce crea, produce, decora ed al limite intiepidisce per esempio un puré proponendolo con un disegno a nido d'ape come nelle foto.
Abbiamo visto Foodini: cos' è, come funziona una stampante per il cibo.L'impiego casalingo, per ora, visto il costo che dopo l' estate quando sarà messa in commercio dovrebbe aggirarsi intorno ai 1000 euro lo vediamo abbastanza limitato.
Probabilmente se e quando la produzione diventerà industriale i costi potrebbero abbassarsi  rendendola un elettrodomestico che magari tutti avremo in casa.
Sicuramente per chi ha bambini che hanno difficoltà ad accettare le novità a tavola e gradiscono il cibo presentato in maniera accattivante questo nuovo prodotto potrebbe essere di  grande aiuto.
Se volete saperne di più e vi interessa potete anche finanziarla ed acquistarla per i prossimi giorni su Kickstarter il più grande sito mondiale di crowdfounding ecco la presentazione!
      

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :