Magazine Cucina

Acciughe sotto sale alla calabrese: la ricetta originale e come mangiarle

Da Buongustai Di Calabria @IBuongustai

Questo articolo %%POSTLINK è stato publicatto su Buongustai di Calabria-Prodotti tipici calabresi online ricette veloci

Acciughe sotto sale

Le acciughe sono alcuni tra i pesci più diffusi e più pescati del mar Mediterraneo poiché la loro presenza è molto ampia e la loro pesca avviene mediante vari metodi ed esse possono essere vendute fresche oppure lavorate, creando così delle deliziose preparazioni che andranno ad allietare le tavole dei consumatori italiani ma anche esteri, come ad esempio: le acciughe sotto sale alla calabrese, che seppur prodotte principalmente in Calabria, sono ormai note, amate e apprezzate anche nel resto del territorio italiano e ultimamente anche all’estero.

Se però siete curiosi di sapere come si fanno le acciughe sotto sale, siete atterrati nel posto giusto, ma prima occorre fare una doverosa precisazione ovvero: le acciughe possiedono delle carni davvero uniche, eccezionali ma soprattutto ricche di proprietà benefiche per l’organismo, ecco perché ne viene altamente consigliato il loro consumo e metterle sotto sale è il metodo più facile, più veloce e più sicuro di conservarle ma soprattutto è il più antico.

Acciughe sotto sale

Acciughe sotto sale in vasetto con peperoncino calabrese

Esse sono infatti molto ricche di Omega 3, di proteine e di sali minerali e vanno a svolgere numerosissime funzioni vitali, tra cui: l’attività di protezione nei confronti di malattie cardiovascolari, di patologie tiroidee ma soprattutto aiutano a combattere i radicali liberi ecco perché non dovrebbero mai mancare nella nostra dieta settimanale.

Acciughe sotto sale

Acciughe sotto sale con peperoncino calabrese

Acciughe sotto sale alla calabrese

Per fare le acciughe sotto sale alla calabrese occorre procurarsi delle alici fresche possibilmente appena pescate, del sale grosso da cucina e del peperoncino piccante a scaglie oppure, per chi non ama i sapori forti e piccanti, è possibile utilizzare anche il peperoncino dolce, che le renderà sicuramente buone ma ovviamente il sapore risulterà diverso rispetto alla ricetta tradizionale.

Ora, il primo passaggio da compiere per realizzare delle ottime acciughe piccanti calabresi consiste nella loro pulitura che deve essere fatta in modo attento e accurato, preoccupandosi di eliminare la testa e le interiora. Subito dopo, le lasciamo asciugare e contemporaneamente individuiamo il contenitore nel quale riporre le nostre acciughe sotto sale – che dev’essere rigorosamente in vetro o in creta smaltata, così come vuole la vecchia tradizione – e iniziamo a spargervi un abbondante strato di sale grosso. Ora possiamo iniziare a stendervi le alici ben allineate fra loro e successivamente vi cospargiamo sopra uno strato di sale grosso e di peperoncino piccante a scaglie e ripetiamo la sequenza sino al completamento dei tre quarti del vaso e infine, colmando il tutto con abbondante sale grosso da cucina.

A questo punto, chiudiamo il barattolo e lasciamo le acciughe piccanti calabresi a riposare, in un luogo fresco e asciutto, per circa tre mesi.

Acciughe sotto sale

Acciughe piccanti: come si mangiano?

Le acciughe sotto sale alla calabrese possono essere consumate in diversi modi e possono essere anche alla base di numerose ricette, soprattutto tradizionali calabresi, come ad esempio: la pasta con la mollica di pane ma contemporaneamente possono essere consumate anche come antipasto oppure possono essere utilizzate per farcire polpette o frittelle. Questo evidenzia il fatto che le acciughe sotto sale sono un alimento molto versatile e che si sposa bene con qualsiasi tipo di preparazione.

Buongustai di Calabria


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :