Magazine Società

Ad Arezzo, scuola superiore a luci rosse: sesso tra professoresse ed alunni. Messaggi in codice: “Oggi gita in campagna”

Creato il 07 novembre 2014 da Stivalepensante @StivalePensante

“Oggi gita in campagna”. Era questo il messaggio in codice che due giovani e piacenti professoresse di una scuola superiore di Arezzo inviavano agli alunni prescelti per incontri erotici. I ragazzi, tutti maggiorenni, come riporta oggi La Nazione, si ritrovavano con le due donne di 38 e 43 anni, in un casolare di campagna preso in affitto dalle stesse professoresse.

(ilgiornale.it)

(ilgiornale.it)

Scuola superiore a luci rosse ad Arezzo: due professoresse fanno sesso con gli studenti. Lo scandalo è stato scoperto dagli investigatori privati assoldati dal marito di una delle insegnanti. La notizia è riportata dalla cronaca locale della “Nazione”. Sembra di stare dentro una sexy-commedia di genere di quelle che andavano di moda fra gli anni settanta e ottanta, con le attrice bellone, come Edwige Fenech e Gloria Guida, e l’immancabile Pierino di Alvaro Vitali. Solo che il sogno proibito di generazioni di liceali era diventato realtà: si faceva sesso con le professoresse, generose non solo di consigli scolastici e di lezioni ma anche di altro.

La vicenda è stata scoperta da un’agenzia investigativa privata, messa in moto dal marito di una delle prof. “Mia moglie è diventata assente, non so cosa le stia succedendo”, aveva confessato l’uomo. Lo hanno capito gli investigatori privati dopo qualche appostamento. Due insegnanti dell’ultimo anno avevano allestito una tresca in grande stile con gli studenti.

Avevano persino affittato un casale in aperta campagna che era il teatro degli incontri proibiti. Quando la giornata era quella buona, bastava un sms in codice: “Oggi gita in campagna”. Chi doveva capire capiva e il pomeriggio veniva dedicato al ripasso delle lezioni. Solo che non erano lezioni di latino, ma un pochino più spinte. Scoperto il tutto, agli investigatori dell’agenzia si è posto il problema di come informare il marito dello strano vizietto della sua signora. Si è optato per la consulenza di uno psicologo che ha assistito gli investigatori al momento di spiegare tutto a chi lo aveva ingaggiato. (ANSA)


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog